Patti e regole di legge, ma non per tutti.

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Avatar utente
Alfa
Senatore
Connesso: Sì
Messaggi: 4878
Iscritto il: 8 giu 2019, 16:35
LocalitĂ : Toscana
Ha Assegnato: 690 Mi Piace
Ha Ricevuto: 2036 Mi Piace
Contatta:

Patti e regole di legge, ma non per tutti.

Messaggio da leggere da Alfa »

Ma quali patti, quali regole vanno rispettate, solo quelle che fanno comodo per restare in poltrona?
Non posso entrare in un bar senza green pass e le maree di africani possono eludere i confini di stato senza neppure il passaporto e tantomeno il green pass?!
Se a me fanno 4000 euro di multa trovandomi seduto al bar senza "passaporto verde", a loro in confronto dovrebbero spararli nella testa.
Patti e regole .... esiste solo la regola del salvataggio in mare per "imminente pericolo" e niente altro.
Uno stato che prevede la "clausura" al popolo, con questi qua che arrivano e entrano di prepotenza, dovrebbe usare le armi.
La legge Napolitano/Turco è sempre in atto, rileggetela ... forse anche Salvini e Meloni se la sono scordata, oggi stiamo agendo contro quella stessa legge dello stato (non decreto).
Lo straniero senza documenti va respinto. Lo straniero deve dimostrare di essere in grado di mantenersi durante il soggiorno in Italia .... eccetera. Allora quali regole si devono rispettare? Ce lo dica il signor governo.

TITOLO II
Disposizioni sull'ingresso, il soggiorno e l'allontanamento dal territorio dello Stato
CAPO I
Disposizioni sull'ingresso e il soggiorno

Art. 4
Ingresso nel territorio dello Stato

1. L'ingresso nel territorio dello Stato e' consentito allo straniero in possesso di passaporto valido o documento equipollente e del visto d'ingresso, salvi i casi di esenzione, e puo' avvenire, salvi i casi di forza maggiore, soltanto attraverso i valichi di frontiera appositamente istituiti.

Respingimento

1. La polizia di frontiera respinge gli stranieri che si presentano ai valichi di frontiera senza avere i requisiti richiesti dalla presente legge per l'ingresso nel territorio dello Stato.
2. Il respingimento con accompagnamento alla frontiera e' altresi' disposto dal questore nei confronti degli stranieri:
a) che, entrando nel territorio dello Stato sottraendosi ai controlli di frontiera, sono fermati all'ingresso o subito dopo;
b) che, nelle circostanze di cui al comma 1, sono stati temporaneamente ammessi nel territorio per necessita' di pubblico soccorso.

Leggete il testo integrale e ditemi con quale coraggio possono fare leggi per richiudere i propri cittadini e lasciare entrare cani e porci senza passaporto e tantomeno "green pass".


Site Admin
Avatar utente
eta
Candidato Politico
Connesso: Sì
Messaggi: 160
Iscritto il: 8 giu 2019, 21:03
Ha Assegnato: 100 Mi Piace
Ha Ricevuto: 99 Mi Piace

Re: Patti e regole di legge, ma non per tutti.

Messaggio da leggere da eta »

Ci sarĂ  la guerra all'ultima pagnotta tra gli extracomunitari e noi, una massa di manodopera a costo basso e che necessitano di tutto, percui l'economia ne beneficia, una specie di cambio d'etnia.


Avatar utente
Leno Lazzari
Senatore
Connesso: Sì
Messaggi: 3311
Iscritto il: 10 giu 2019, 21:36
LocalitĂ : Fiano Romano (RM)
Ha Assegnato: 2393 Mi Piace
Ha Ricevuto: 773 Mi Piace

Re: Patti e regole di legge, ma non per tutti.

Messaggio da leggere da Leno Lazzari »

Alfa ha scritto: ↑16 set 2021, 9:53 Ma quali patti, quali regole vanno rispettate, quelle che fanno comodo?
Non posso entrare in un bar senza green pass e le maree di africani possono eludere i confini di stato senza neppure il passaporto e tantomeno il green pass?!
Se a me fanno 4000 euro di multa, a loro in confronto dovrebbero spararli nella testa.
Patti e regole .... esiste solo la regola del salvataggio in mare per "imminente pericolo" e niente altro.
Uno stato che prevede la "clausura" al popolo, con questi qua che arrivano e entrano di prepotenza, dovrebbe usare le armi.
La legge Napolitano/Turco è sempre in atto, rileggetela ... forse anche Salvini e la Meloni se la sono scordata, oggi stiamo agendo contro quella stessa legge dello stato.
Lo straniero senza documenti va respinto. Lo straniero deve dimostrare di essere in grado di mantenersi durante il soggiorno in Italia .... eccetera. Allora quali regole si devono rispettare? Ce lo dica il signor governo.

TITOLO II
Disposizioni sull'ingresso, il soggiorno e l'allontanamento dal territorio dello Stato
CAPO I
Disposizioni sull'ingresso e il soggiorno

Art. 4
Ingresso nel territorio dello Stato

1. L'ingresso nel territorio dello Stato e' consentito allo straniero in possesso di passaporto valido o documento equipollente e del visto d'ingresso, salvi i casi di esenzione, e puo' avvenire, salvi i casi di forza maggiore, soltanto attraverso i valichi di frontiera appositamente istituiti.

Respingimento

1. La polizia di frontiera respinge gli stranieri che si presentano ai valichi di frontiera senza avere i requisiti richiesti dalla presente legge per l'ingresso nel territorio dello Stato.
2. Il respingimento con accompagnamento alla frontiera e' altresi' disposto dal questore nei confronti degli stranieri:
a) che, entrando nel territorio dello Stato sottraendosi ai controlli di frontiera, sono fermati all'ingresso o subito dopo;
b) che, nelle circostanze di cui al comma 1, sono stati temporaneamente ammessi nel territorio per necessita' di pubblico soccorso.

Leggete il testo integrale e ditemi con quale coraggio possono fare leggi per richiudere i propri cittadini e lasciare entrare cani e porci senza passaporto e tantomeno "green pass".
Io credo che sia molto difficile rimpatriare quei soggetti provenienti da paesi con i quali il nostro non ha rapporti-intese per lo scopo .

C'é però un altro tipo di problema che potrebbe essere il nostro rapporto troppo a pecora con l'Europa (le paroline magiche "lo vuole Bruxelles ?) .

SarĂ  mica, per caso, che tra i nostri in trasferta a Bruxelles alcuni stiano alacremente remando contro ?


La politica è l’arte d’impedire agli avversari di fare la loro

.........ma andare oltre no ?
Avatar utente
RedWine
Senatore
Connesso: Sì
Messaggi: 1959
Iscritto il: 9 giu 2019, 14:54
Ha Assegnato: 474 Mi Piace
Ha Ricevuto: 749 Mi Piace

Re: Patti e regole di legge, ma non per tutti.

Messaggio da leggere da RedWine »

Leno Lazzari ha scritto: ↑16 set 2021, 11:10

Io credo che sia molto difficile rimpatriare quei soggetti provenienti da paesi con i quali il nostro non ha rapporti-intese per lo scopo .

C'é però un altro tipo di problema che potrebbe essere il nostro rapporto troppo a pecora con l'Europa (le paroline magiche "lo vuole Bruxelles ?) .

SarĂ  mica, per caso, che tra i nostri in trasferta a Bruxelles alcuni stiano alacremente remando contro ?
come dici, rimpatriarli forzatamente non si puo fare.
ma nessuno stato può respingere alla frontiera un suo cittadino
quindi:
dopo averli "soccorsi" rinchiudili in un capo profughi e lasciali li fino a quando non ti diranno da dove vengono e dove desiderano tornare, cibo sano e abbondante, ma null'altro, niente TV, niente wifi, niente sigarette, niente alcol (fanno male) niente donne e niente divertimenti, vedrai che in breve si stancheranno.
poi il viaggio di ritorno possiamo anche pagarglielo. vedrai che in breve tempo smetteranno di arrivare.

a parte le pochissime eccezioni di veri perseguitati, che comunque vanno accolti ma non mantenuti, se non per un breve periodo per l'inserimento.

il problema NON è l'imigrazione clandestina o no, ma la volontà politica.


Obbedire sperando che finisca presto, è la premessa perchè non finisca MAI
Avatar utente
Leno Lazzari
Senatore
Connesso: Sì
Messaggi: 3311
Iscritto il: 10 giu 2019, 21:36
LocalitĂ : Fiano Romano (RM)
Ha Assegnato: 2393 Mi Piace
Ha Ricevuto: 773 Mi Piace

Re: Patti e regole di legge, ma non per tutti.

Messaggio da leggere da Leno Lazzari »

RedWine ha scritto: ↑16 set 2021, 12:10
Leno Lazzari ha scritto: ↑16 set 2021, 11:10

Io credo che sia molto difficile rimpatriare quei soggetti provenienti da paesi con i quali il nostro non ha rapporti-intese per lo scopo .

C'é però un altro tipo di problema che potrebbe essere il nostro rapporto troppo a pecora con l'Europa (le paroline magiche "lo vuole Bruxelles ?) .

SarĂ  mica, per caso, che tra i nostri in trasferta a Bruxelles alcuni stiano alacremente remando contro ?
come dici, rimpatriarli forzatamente non si puo fare.
ma nessuno stato può respingere alla frontiera un suo cittadino
quindi:
dopo averli "soccorsi" rinchiudili in un capo profughi e lasciali li fino a quando non ti diranno da dove vengono e dove desiderano tornare, cibo sano e abbondante, ma null'altro, niente TV, niente wifi, niente sigarette, niente alcol (fanno male) niente donne e niente divertimenti, vedrai che in breve si stancheranno.
poi il viaggio di ritorno possiamo anche pagarglielo. vedrai che in breve tempo smetteranno di arrivare.

a parte le pochissime eccezioni di veri perseguitati, che comunque vanno accolti ma non mantenuti, se non per un breve periodo per l'inserimento.

il problema NON è l'immigrazione clandestina o no, ma la volontà politica.
Rinchiuderli fino a che non confessino CHI effettivamente sono ?

Immagina cosa potrebbero dire i deficienti buonisti-democratici in servizio permanente ? Come minimo lo chiamerebbero tortura da nazisti !

Ma io, che da qualche altra parte questo sistema l'avevo anche suggerito sono d'accordissimo .


La politica è l’arte d’impedire agli avversari di fare la loro

.........ma andare oltre no ?
Avatar utente
Vento
Deputato
Connesso: Sì
Messaggi: 962
Iscritto il: 8 giu 2019, 23:48
Ha Assegnato: 289 Mi Piace
Ha Ricevuto: 345 Mi Piace

Re: Patti e regole di legge, ma non per tutti.

Messaggio da leggere da Vento »

Leno Lazzari ha scritto: ↑16 set 2021, 13:01
RedWine ha scritto: ↑16 set 2021, 12:10
Leno Lazzari ha scritto: ↑16 set 2021, 11:10

Io credo che sia molto difficile rimpatriare quei soggetti provenienti da paesi con i quali il nostro non ha rapporti-intese per lo scopo .

C'é però un altro tipo di problema che potrebbe essere il nostro rapporto troppo a pecora con l'Europa (le paroline magiche "lo vuole Bruxelles ?) .

SarĂ  mica, per caso, che tra i nostri in trasferta a Bruxelles alcuni stiano alacremente remando contro ?
come dici, rimpatriarli forzatamente non si puo fare.
ma nessuno stato può respingere alla frontiera un suo cittadino
quindi:
dopo averli "soccorsi" rinchiudili in un capo profughi e lasciali li fino a quando non ti diranno da dove vengono e dove desiderano tornare, cibo sano e abbondante, ma null'altro, niente TV, niente wifi, niente sigarette, niente alcol (fanno male) niente donne e niente divertimenti, vedrai che in breve si stancheranno.
poi il viaggio di ritorno possiamo anche pagarglielo. vedrai che in breve tempo smetteranno di arrivare.

a parte le pochissime eccezioni di veri perseguitati, che comunque vanno accolti ma non mantenuti, se non per un breve periodo per l'inserimento.

il problema NON è l'immigrazione clandestina o no, ma la volontà politica.
Rinchiuderli fino a che non confessino CHI effettivamente sono ?

Immagina cosa potrebbero dire i deficienti buonisti-democratici in servizio permanente ? Come minimo lo chiamerebbero tortura da nazisti !

Ma io, che da qualche altra parte questo sistema l'avevo anche suggerito sono d'accordissimo .
La forza della sinistra comunista sta unicamente nella debolezza della destra. Debolezza di cultura politica e di conseguenza di carattere, conseguenza dell'aver perso la guerra. Ma ormai ne è passato di tempo, i sensi di colpa vanno messi da parte e occorre guardare l'arrogante esternazione della sinistra per quello che è, propaganda. Invece resta il complesso di inferiorità morale e non a caso le trasmissioni tv mediaset, che dovrebbero sostenere la destra nella democrazia mediatica che esiste di fatto da tempo, invitano invece i campioni della sinistra, a parte Giordano. Così la sinistra fa quello che vuole, anzi fa cose sempre più assurde e inaccettabili, perché servono a dimostrare e confermare il suo dominio e a frustrare e castrare la destra.


Amen and Awoman :lol:
Avatar utente
Leno Lazzari
Senatore
Connesso: Sì
Messaggi: 3311
Iscritto il: 10 giu 2019, 21:36
LocalitĂ : Fiano Romano (RM)
Ha Assegnato: 2393 Mi Piace
Ha Ricevuto: 773 Mi Piace

Re: Patti e regole di legge, ma non per tutti.

Messaggio da leggere da Leno Lazzari »

Vento ha scritto: ↑16 set 2021, 13:52
Leno Lazzari ha scritto: ↑16 set 2021, 13:01
RedWine ha scritto: ↑16 set 2021, 12:10 come dici, rimpatriarli forzatamente non si puo fare.
ma nessuno stato può respingere alla frontiera un suo cittadino
quindi:
dopo averli "soccorsi" rinchiudili in un capo profughi e lasciali li fino a quando non ti diranno da dove vengono e dove desiderano tornare, cibo sano e abbondante, ma null'altro, niente TV, niente wifi, niente sigarette, niente alcol (fanno male) niente donne e niente divertimenti, vedrai che in breve si stancheranno.
poi il viaggio di ritorno possiamo anche pagarglielo. vedrai che in breve tempo smetteranno di arrivare.

a parte le pochissime eccezioni di veri perseguitati, che comunque vanno accolti ma non mantenuti, se non per un breve periodo per l'inserimento.

il problema NON è l'immigrazione clandestina o no, ma la volontà politica.
Rinchiuderli fino a che non confessino CHI effettivamente sono ?

Immagina cosa potrebbero dire i deficienti buonisti-democratici in servizio permanente ? Come minimo lo chiamerebbero tortura da nazisti !

Ma io, che da qualche altra parte questo sistema l'avevo anche suggerito sono d'accordissimo .
La forza della sinistra comunista sta unicamente nella debolezza della destra. Debolezza di cultura politica e di conseguenza di carattere, conseguenza dell'aver perso la guerra. Ma ormai ne è passato di tempo, i sensi di colpa vanno messi da parte e occorre guardare l'arrogante esternazione della sinistra per quello che è, propaganda. Invece resta il complesso di inferiorità morale e non a caso le trasmissioni tv mediaset, che dovrebbero sostenere la destra nella democrazia mediatica che esiste di fatto da tempo, invitano invece i campioni della sinistra, a parte Giordano. Così la sinistra fa quello che vuole, anzi fa cose sempre più assurde e inaccettabili, perché servono a dimostrare e confermare il suo dominio e a frustrare e castrare la destra.
Un quadro forse un po' troppo pessimistico il tuo, caro Vento . Ad esempio, sui canali Mediaset c'Ă© si Giordano, ma anche Del Debbio, Porro.

E poi permettimi di spezzare una lancia per LA7 nei cui programmi dal mattino compaiono molto spesso persone come Sallusti, Minzolini, Vittorio Feltri, Franco Bechis e altri giornalisti e persino la Santadechè e non ultima, l'intervista di stamattina della Meloni intervistata dalla Merlino, e per una TV che schiera fissa in prima serata quella sciacquetta della politica della Gruber non é una cosa poi così scontata .


La politica è l’arte d’impedire agli avversari di fare la loro

.........ma andare oltre no ?
Avatar utente
Vento
Deputato
Connesso: Sì
Messaggi: 962
Iscritto il: 8 giu 2019, 23:48
Ha Assegnato: 289 Mi Piace
Ha Ricevuto: 345 Mi Piace

Re: Patti e regole di legge, ma non per tutti.

Messaggio da leggere da Vento »

Non guardo la tv del mattino. Porro è proprio l esempio di giornalista qualunquista, dove i sinistri si sentono a casa, onnipresenti e riveriti dal presentatore sculettante. Guarda invece il militante Floris come controlla e zittisce lo stralunato Senaldi, per non parlare della bella vipera Concita, che toglie la voce di brutto quando vuole.


Amen and Awoman :lol:
Avatar utente
Rosanna
Senatore
Connesso: No
Messaggi: 1982
Iscritto il: 8 giu 2019, 21:03
Ha Assegnato: 1545 Mi Piace
Ha Ricevuto: 630 Mi Piace

Re: Patti e regole di legge, ma non per tutti.

Messaggio da leggere da Rosanna »

Leno Lazzari ha scritto: ↑16 set 2021, 11:10
Alfa ha scritto: ↑16 set 2021, 9:53 Ma quali patti, quali regole vanno rispettate, quelle che fanno comodo?
Non posso entrare in un bar senza green pass e le maree di africani possono eludere i confini di stato senza neppure il passaporto e tantomeno il green pass?!
Se a me fanno 4000 euro di multa, a loro in confronto dovrebbero spararli nella testa.
Patti e regole .... esiste solo la regola del salvataggio in mare per "imminente pericolo" e niente altro.
Uno stato che prevede la "clausura" al popolo, con questi qua che arrivano e entrano di prepotenza, dovrebbe usare le armi.
La legge Napolitano/Turco è sempre in atto, rileggetela ... forse anche Salvini e la Meloni se la sono scordata, oggi stiamo agendo contro quella stessa legge dello stato.
Lo straniero senza documenti va respinto. Lo straniero deve dimostrare di essere in grado di mantenersi durante il soggiorno in Italia .... eccetera. Allora quali regole si devono rispettare? Ce lo dica il signor governo.

TITOLO II
Disposizioni sull'ingresso, il soggiorno e l'allontanamento dal territorio dello Stato
CAPO I
Disposizioni sull'ingresso e il soggiorno

Art. 4
Ingresso nel territorio dello Stato

1. L'ingresso nel territorio dello Stato e' consentito allo straniero in possesso di passaporto valido o documento equipollente e del visto d'ingresso, salvi i casi di esenzione, e puo' avvenire, salvi i casi di forza maggiore, soltanto attraverso i valichi di frontiera appositamente istituiti.

Respingimento

1. La polizia di frontiera respinge gli stranieri che si presentano ai valichi di frontiera senza avere i requisiti richiesti dalla presente legge per l'ingresso nel territorio dello Stato.
2. Il respingimento con accompagnamento alla frontiera e' altresi' disposto dal questore nei confronti degli stranieri:
a) che, entrando nel territorio dello Stato sottraendosi ai controlli di frontiera, sono fermati all'ingresso o subito dopo;
b) che, nelle circostanze di cui al comma 1, sono stati temporaneamente ammessi nel territorio per necessita' di pubblico soccorso.

Leggete il testo integrale e ditemi con quale coraggio possono fare leggi per richiudere i propri cittadini e lasciare entrare cani e porci senza passaporto e tantomeno "green pass".
Io credo che sia molto difficile rimpatriare quei soggetti provenienti da paesi con i quali il nostro non ha rapporti-intese per lo scopo .

C'é però un altro tipo di problema che potrebbe essere il nostro rapporto troppo a pecora con l'Europa (le paroline magiche "lo vuole Bruxelles ?) .

SarĂ  mica, per caso, che tra i nostri in trasferta a Bruxelles alcuni stiano alacremente remando contro ?
Aerei militari.. e tutti a casa...



Con Matteo Salvini.. ❤ Una sarda x Un' Italia che c'è anche se viene zittita o irrisa o insultata. Guai a chi la tocca o la ruba o la invade. Ed io aggiungo: Guai a chi la svende e la rovina in cambio di sporchi interessi personali.
Avatar utente
Leno Lazzari
Senatore
Connesso: Sì
Messaggi: 3311
Iscritto il: 10 giu 2019, 21:36
LocalitĂ : Fiano Romano (RM)
Ha Assegnato: 2393 Mi Piace
Ha Ricevuto: 773 Mi Piace

Re: Patti e regole di legge, ma non per tutti.

Messaggio da leggere da Leno Lazzari »

Rosanna ha scritto: ↑16 set 2021, 17:53
Leno Lazzari ha scritto: ↑16 set 2021, 11:10
Alfa ha scritto: ↑16 set 2021, 9:53 Ma quali patti, quali regole vanno rispettate, quelle che fanno comodo?
Non posso entrare in un bar senza green pass e le maree di africani possono eludere i confini di stato senza neppure il passaporto e tantomeno il green pass?!
Se a me fanno 4000 euro di multa, a loro in confronto dovrebbero spararli nella testa.
Patti e regole .... esiste solo la regola del salvataggio in mare per "imminente pericolo" e niente altro.
Uno stato che prevede la "clausura" al popolo, con questi qua che arrivano e entrano di prepotenza, dovrebbe usare le armi.
La legge Napolitano/Turco è sempre in atto, rileggetela ... forse anche Salvini e la Meloni se la sono scordata, oggi stiamo agendo contro quella stessa legge dello stato.
Lo straniero senza documenti va respinto. Lo straniero deve dimostrare di essere in grado di mantenersi durante il soggiorno in Italia .... eccetera. Allora quali regole si devono rispettare? Ce lo dica il signor governo.

TITOLO II
Disposizioni sull'ingresso, il soggiorno e l'allontanamento dal territorio dello Stato
CAPO I
Disposizioni sull'ingresso e il soggiorno

Art. 4
Ingresso nel territorio dello Stato

1. L'ingresso nel territorio dello Stato e' consentito allo straniero in possesso di passaporto valido o documento equipollente e del visto d'ingresso, salvi i casi di esenzione, e puo' avvenire, salvi i casi di forza maggiore, soltanto attraverso i valichi di frontiera appositamente istituiti.

Respingimento

1. La polizia di frontiera respinge gli stranieri che si presentano ai valichi di frontiera senza avere i requisiti richiesti dalla presente legge per l'ingresso nel territorio dello Stato.
2. Il respingimento con accompagnamento alla frontiera e' altresi' disposto dal questore nei confronti degli stranieri:
a) che, entrando nel territorio dello Stato sottraendosi ai controlli di frontiera, sono fermati all'ingresso o subito dopo;
b) che, nelle circostanze di cui al comma 1, sono stati temporaneamente ammessi nel territorio per necessita' di pubblico soccorso.

Leggete il testo integrale e ditemi con quale coraggio possono fare leggi per richiudere i propri cittadini e lasciare entrare cani e porci senza passaporto e tantomeno "green pass".
Io credo che sia molto difficile rimpatriare quei soggetti provenienti da paesi con i quali il nostro non ha rapporti-intese per lo scopo .

C'é però un altro tipo di problema che potrebbe essere il nostro rapporto troppo a pecora con l'Europa (le paroline magiche "lo vuole Bruxelles ?) .

SarĂ  mica, per caso, che tra i nostri in trasferta a Bruxelles alcuni stiano alacremente remando contro ?
Aerei militari.. e tutti a casa...
Piacerebbe anche a me l'idea, ma il punto credo che sia che non Ă© giuridicamente possibile con quegli stati africani coi quali non abbiamo un'intesa sul problema specifico .

Fosse per me basterebbe una fionda Beer4


La politica è l’arte d’impedire agli avversari di fare la loro

.........ma andare oltre no ?
Rispondi