Valutazione scolastica

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Salvo
Deputato
Messaggi: 741
Iscritto il: 20 dic 2020, 16:55
Has thanked: 56 times
Ti Piace: 273 times

Valutazione scolastica

Messaggio da leggere da Salvo »

Il caso della studentessa bendata durante l’interrogazione.
________________

E' scoppiato un casino della madonna, ma io sto con la docente. La scuola è diventata oggi luogo di socializzazione, mentre la formazione è diventata un optional. La valutazione è l'ineludibile momento conclusivo della formazione, un momento ineliminabile in una scuola che voglia essere degna di questo nome (non a caso, fino ad alcuni decenni or sono, l'Italia aveva una delle scuole migliori al mondo), e ne deve essere assicurata la serietà. La didattica a distanza ha costretto a far ricorso a metodi di serietà della valutazione che in altri tempi farebbero inorridire, ma non c'è alternativa.
Avatar utente
Holubice
Deputato
Messaggi: 1139
Iscritto il: 9 apr 2020, 14:11
1
Ti Piace: 219 times

Re: Valutazione scolastica

Messaggio da leggere da Holubice »

Salvo ha scritto: 17 apr 2021, 18:27 Il caso della studentessa bendata durante l’interrogazione.
________________

E' scoppiato un casino della madonna, ma io sto con la docente. La scuola è diventata oggi luogo di socializzazione, mentre la formazione è diventata un optional. La valutazione è l'ineludibile momento conclusivo della formazione, un momento ineliminabile in una scuola che voglia essere degna di questo nome (non a caso, fino ad alcuni decenni or sono, l'Italia aveva una delle scuole migliori al mondo), e ne deve essere assicurata la serietà. La didattica a distanza ha costretto a far ricorso a metodi di serietà della valutazione che in altri tempi farebbero inorridire, ma non c'è alternativa.
Basta un bell'esaminio INVALSI a tappeto a fineanno scolastico. E fatto su tutte le classi, di ogni ordine e grado.

L'unico sistema che davvero possa farci rendere conto della reale preparazione dei nostri figli. Ma, i primi ad opporsi ed ad aborrirlo sono i professori: visto mai che tocchi passare l'estate a lavorare? Sebbene, non dimentichiamocelo, questa gente percepisce uno stipendio anche i 4 mesi in cui hanno il loro 'fermo pesca', ovvero sarebbe del tutto legittimo chiedergli di cercare di aiutare i ragazzi che sono stati loro affidati.

Hanno spesso alunni i cui genitori, o hanno visto volatilizzarsi metà delle entrate familiari, oppure sono finiti letteralmente in mezzo ad una strada. Dovrebbero fare due più due e capire che, visto che sono una delle poche categorie privilegiate che non sono state sfiorate (per ora) dall'uragano Covid, qualcosa al resto della comunità debbo pur ridarlo. Per solidarietà.

Seeee.....


Immagine
"Ricordatevi sempre che nel nostro Parlamento siedono i nostri rappresentanti. E che ci rappresentano benissimo"
(Indro Montanelli)
Salvo
Deputato
Messaggi: 741
Iscritto il: 20 dic 2020, 16:55
Has thanked: 56 times
Ti Piace: 273 times

Re: Valutazione scolastica

Messaggio da leggere da Salvo »

Prove Invalsi naturalmente a distanza; o no?
Ginger
Candidato Politico
Messaggi: 245
Iscritto il: 10 mar 2021, 9:40
Has thanked: 135 times
Ti Piace: 143 times

Re: Valutazione scolastica

Messaggio da leggere da Ginger »

Purtroppo la valutazione già era difficile prima...figuriamoci adesso...la cosa delle prove invalsi avrebbe senso solo se fatta in presenza...da casa non farebbe che favorire i più somari...che da sempre sono bravi a copiare...per la questione estiva...sarebbe effettivamente opportuno prolungare le lezioni...almeno per quelle scuole o per i singoli alunni che hanno avuto problemi con la dad.
Ma oltre al fatto che molti colleghi non sono d'accordo (io non avrei problemi anzi)...i primi a opporre resistenza sono i ragazzi e le famiglie...quindi bisogna pensare a come organizzare...
Nella scuola in cui sto io quest'anno, quartiere residenziale, utenza borghesia medio alta, i genitori, dopo aver sentito la notizia dell'ipotesi del prolungamento delle lezioni, si sono presi la briga di fare una raccolta firme (a cui ha aderito oltre il 70/ dei genitori) per far presente al preside che è incostituzionale in quanto il termine delle lezioni deve essere reso noto all'inizio dell'anno....e loro hanno già impegni...chi parte in barca, chi ha la casa fuori...

Per quanto riguarda la valutazione in dad...s
Per capire se un ragazzo non studia non c'è bisogno di ricorrere a queste follie...si capisce facendo delle domande di riflessione che non può trovare in rete o sul libro.
Io vorrei però far presente una cosa...i ragazzi in questo periodo non stanno bene...non è facile per loro...onestamente far bendare una ragazzina o farla parlare con le mani in alto...è una cosa che già di per sé crea imbarazzo e tensione e non mette nella condizione ottimale per un interrogazione.
Io credo che ci sia un po' di sadismo e di frustrazione personale del docente dietro a queste cose...perché da insegnante assicuro che anche a distanza è facile capire chi ha studiato o no...e soprattutto...quando qualcuno non studia...oltre al brutto voto che è ovviamente necessario...il dovere dell'insegnante sia fare qualcosa per MOTIVARE l'alunno.
Ma che cazzo abbiamo avuto anche noi 16 anni...questi ragazzi hanno bisogno di dare SENSO A CIÒ CHE FANNO.
Solo cosi possono studiare...e l'insegnante dovrebbe cercare di indirizzarli in questo...tanto più che molte ragazzine r ragazzini...soprattutto quelli che non hanno genitori che possano seguirli nello studio...a volte veramente pur studiando non danno risultati...in quei casi il professore deve aiutare a sviluppare un metodo efficace di studio.
Onestamente...dico la verità...il sono una che normalmente se è il caso boccia e mette 3...ma quest'anno non sono mai andata al di sotto del 4.50...voto piu facilmente recuperabile...perché in queste condizioni anche io sento che...nonostante il mio impegno nonostante abbiano fatto dei gruppi classe in WhatsApp per fare eventuali domande sugli argomenti durante quando studiano a casa...non è la stessa cosa...molte attività che normalmente svolgo per MOTIVARE E INTERESSARE i ragazzi non le ho potute svolgere...(ricerca storica sul territorio, lavori di gruppo, letture all'aperto, drammatizzazione ecc) e quindi...io credo che in una tale situazione bisognerebbe avere un po' più di rispetto per i nostri studenti...che sono innanzitutto persone...per le quali poi noi insegnanti dovremmo essere un esempio.
Quest'anno per esempio ho lavorato molto con l'autovalutazione (si dice così perché si danno all'alunno dei parametri e lui deve proporre un voto...ma ovviamente poi il voto lo decide il prof)...sapete che sono stati gli stessi ragazzi a mettersi voti non sufficienti quando era il caso?
Insomma bisogna trovare una misura...io credo che l'unico vero enorme patrimonio dell'Italia siano i nostri ragazzi...noi li dobbiamo guidare con rispetto e soprattutto essere di esempio per loro...se lo meritano...sono la nostra unica speranza.
Salvo
Deputato
Messaggi: 741
Iscritto il: 20 dic 2020, 16:55
Has thanked: 56 times
Ti Piace: 273 times

Re: Valutazione scolastica

Messaggio da leggere da Salvo »

Ginger:
"[...] Per capire se un ragazzo non studia non c'è bisogno di ricorrere a queste follie...si capisce facendo delle domande di riflessione che non può trovare in rete o sul libro [...]".
_______________________

Si trattava di un esame di lingua straniera. Come si fanno, in questa materia, domande "di riflessione"?
Ginger
Candidato Politico
Messaggi: 245
Iscritto il: 10 mar 2021, 9:40
Has thanked: 135 times
Ti Piace: 143 times

Re: Valutazione scolastica

Messaggio da leggere da Ginger »

Salvo ha scritto: 18 apr 2021, 11:30 Ginger:
"[...] Per capire se un ragazzo non studia non c'è bisogno di ricorrere a queste follie...si capisce facendo delle domande di riflessione che non può trovare in rete o sul libro [...]".
_______________________

Si trattava di un esame di lingua straniera. Come si fanno, in questa materia, domande "di riflessione"?
Era un'interrogazione non un esame...si fanno domande non scritte nel libro...si fanno domande a trabocchetto...si valuta la pronuncia...la sicurezza espositiva...e si fa la domanda al contrario...la prof espone e l'una deve correggere....ci sono tanti modi Salvo...le tecniche didattiche sono in continua evoluzione ci sono a posta corsi d'aggiornamento e tanto materiale...per fare dad dobbiamo studiare anche noi prof. Per aggiornarci...ma scaricare la propria frustrazione professione sui ragazzi non è corretto.
Se si vuole fare cosi si può anche...ma solo dopo deliberazione del collegio docenti e comunicazione ufficiale alle famiglie sulle modalità stabilite dal collegio.
In questo caso la collega ha toppato di brutto...
Ti dico che da quando abbiamo iniziato la dad in media tutte le notti faccio le 2 per preparare lezioni adeguate (che poi non sono mai come vorrei e quindi vanno sempre migliorate)...bisogna coinvolgere i ragazzi...ad esempio va benissimo la flipped-class....i ragazzi sono protagonisti e si sentono responsabili...poi chi non produce...si becca insufficienza...ma almeno tu ci hai provato davvero a metterli in condizione di fare il massimo.
Ginger
Candidato Politico
Messaggi: 245
Iscritto il: 10 mar 2021, 9:40
Has thanked: 135 times
Ti Piace: 143 times

Re: Valutazione scolastica

Messaggio da leggere da Ginger »

Comunque...entro il 15 maggio ho assegnato ai miei alunni più piccoli (quelli di III, 16 anni di eta media) un compito di educazione civica...devono leggere dei materiali di filosofia antica (sul tema dell' educazione in grecia classica e progetto educativo innovativo rispetto alla tradizione proposto da Platone nella Repubblica) e di pedagogia e filosofia contemporanea (il dibattito in atto...soprattutto nel mondo anglofono...sulla funzione delle humanities nel curriculum didattico proposto dalla scuola nella società contemporanea)...come produzione finale mi devono portare un progetto di riforma del percorso educativo dai 6 ai 18 anni.
Dovranno definire materie, attività e discipline per fasce d'età e motivare la scelta...dovranno inoltre proporre metodi di valutazione....
Quando mi arrivano vi faccio sapere loro cosa propongono...è giusto dar voce ai protagonisti per operare riflessioni sensate su una situazione...
Avatar utente
Shamash
Deputato
Messaggi: 991
Iscritto il: 9 giu 2019, 16:37
1
Has thanked: 146 times
Ti Piace: 423 times

Re: Valutazione scolastica

Messaggio da leggere da Shamash »

I casi di Ginger o della nostra Rosanna sono perle rare.
Purtroppo è tutto il sistema (in primis la famiglia) che presenta numerose criticità e, paradossalmente e non sempre meritatamente, è il corpo docente a trovarsi in qualità di capro espiatorio.
Ciò che manca oggi è appunto quanto è emerso in questa discussione: trasmettere la capacità di ragionare e indagare, approfondire e analizzare in modo critico.
Porto un esempio che, seppur limitato alla mia esperienza, è certamente utile alla trattazione.
Da circa un paio di anni mi capita di fare ripetizioni a due ragazzi di vicini (a titolo gratuito, prima che qualcuno possa pensar male).
Oggi hanno rispettivamente (quasi) 15 e (quasi) 17 anni. Ora, spesso dispongono unicamente di dispense, scarni fascicoli di una trentina di fotocopie in formato A4 che sostituiscono testi di storia, geografia e quant'altro. Essi contengono già schemi pronti, con l'indicazione dell'insegnante di approfondirli/ampliarli cercando materiale in internet. Vi lascio immaginare il mio disappunto, nonché sorpresa di fronte a tale scempio.
Lo stesso vale per le lingue. Spesso studiano su mere letture, brevi testi che raccontano le gesta di John Wayne o Bruce Springsteen.
Io ho una ventina di anni in più rispetto a questi ragazzi, non parlo da ottantenne, tuttavia ai miei tempi si spendevano ore e ore con libri dallo spessore e dal peso improponibili. Per non parlare degli infiniti esercizi e delle tonnellate di grammatica da masticare.
Oltretutto, gli schemi sono uno strumento (utilissimo e importantissimo per l'apprendimento) ma estremamente personale: ognuno deve studiare ed estrapolare da un testo gli elementi importanti e creare il proprio schema. Esso è infatti una mappa mentale che non può né dovrebbe essere fornita "già pronta" da altri.

Tornando alla questione "famiglia", credo sia doveroso che sia qui dove possa germogliare il seme della curiosità, del desiderio di apprendere e conoscere meglio il mondo che ci circonda. In seguito, serve un corpo docente più attento e capace di trasmettere non mere nozioni bensì la capacità di ragionare in modo critico ed esplorare i meandri della conoscenza sfruttando tecniche efficaci come quelle indicate da Ginger.
Viceversa, avremo una generazione contraddistinta da persone impreparate, superficiali e incapaci di ragionare a fondo e criticamente.
«Siate il meglio di qualunque cosa siate» [Martin Luther King]
«Dove regna la saggezza, non vi è alcun conflitto tra pensiero e sentimento» [Carl Gustav Jung]
Salvo
Deputato
Messaggi: 741
Iscritto il: 20 dic 2020, 16:55
Has thanked: 56 times
Ti Piace: 273 times

Re: Valutazione scolastica

Messaggio da leggere da Salvo »

Ricordo che la scuola di una volta -quella che si è distinta in sede europea (e dunque internazionale)- era idealmente distinta in due fasi: quella dell'apprendimento (spregiativamente chiamato "nozionismo") e quello della riflessione, dell'integrazione intelligente e razionale delle nozioni apprese. La prima fase era tipica degli insegnamenti elementari e medi. La seconda era riservata alle scuole superiori. Morale della favola: se gli scolari/alunni/ studenti mancano delle nozioni di base non sono in grado di fare riflessioni, congetture, articolazioni originali...Puoi inventarti tutte le modalità nuove, i progetti, le tesine, le ricerche in rete, ma se non hanno basi restano asini. E le basi sono nozionistiche. Nella migliore delle ipotesi, se sono curiosi ed intelligenti, sanno esprimersi oralmente, ma scrivono come analfabeti.
Ginger
Candidato Politico
Messaggi: 245
Iscritto il: 10 mar 2021, 9:40
Has thanked: 135 times
Ti Piace: 143 times

Re: Valutazione scolastica

Messaggio da leggere da Ginger »

Il fatto che ci siano insegnanti che fanno studiare con le dispense è inammissibile...studiare una disciplina vuol dire apprendere il linguaggio.
Lo studio è innanzitutto un CONFRONTO COL TESTO...così come capirecla matematica in fondo altro non è che comprendere il senso del linguaggio dei numeri (i numeri rappresentano delle "realtà" che non sono poi così astratte se si riconducono a delle condizioni di pensabilita di diversi aspetti di ciò che ci si presenta)...il testo letterario, storico, filosofico...rimandano ad altrettanti linguaggi...senza confronto con i testi lavoro sui testi non c'è riflettessione.
Il problema è che qui ormai ci sono colleghi che non hanno troppa voglia di lavorare...
Io sarei favorevole proporre una valutazione annuale per i docenti e calibrare anche in base a quella i punti in graduatoria.
Rispondi