Pagina 3 di 3

Re: Bottigliate contro la Polizia

Inviato: 8 apr 2021, 16:34
da serge
leno ha scritto: 8 apr 2021, 16:32
RedWine ha scritto: 8 apr 2021, 14:47
serge ha scritto: 8 apr 2021, 10:59

Caro compagno,che vuoi farci: sono fatto così,sono un perenne democratico........che fa buon uso della materia grigia di cui è dotato. A differenza.........
Bye
la democrazia si distingue dagli altri regimi, anche, per la tutela delle minoranze.
il nostro particolare regime di terrorismo sanitario, ha scaricato su determinate categorie (minoranze) quasi l'intero costo della crisi sanitaria, mentre altre categorie oltre a qualche disagio, non ne hanno (per ora) subito conseguenze economiche, anzi, si dice, che per molti, specie gli statali e affini, la crisi sia stata una specie di vacanza pagata dallo stato.
in altri paesi oltre a misure assai piu leggere delle nostre, che come sempre ci siamo voluti distinguere nel peggio, chi veniva costretto all'inattività è stato risarcito in maniera molto piu concreta e consistente che in italia
quindi non mi sembra appropriato dire che chi è ormai all'esasperazione (e spesso alla fame) è antidemocratico, o addirittura fascista, come ho sentito da alcuni commentatori mainstream, forse, per mè, l'antidemocratico, il fascista, è chi vuole continuare su questa strada.
Vero in parte caro amico, perchè in effetti, come da filmati visti, nella mischia si erano inseriti elementi di Casa Pound e quelli si che sono fascisti .
Non ho visto pugni chiusi,ma solo braccia tese..........
Angry1

Re: Bottigliate contro la Polizia

Inviato: 8 apr 2021, 16:53
da Vento
RedWine ha scritto: 8 apr 2021, 14:47 la democrazia si distingue dagli altri regimi, anche, per la tutela delle minoranze.
il nostro particolare regime di terrorismo sanitario, ha scaricato su determinate categorie (minoranze) quasi l'intero costo della crisi sanitaria, mentre altre categorie oltre a qualche disagio, non ne hanno (per ora) subito conseguenze economiche, anzi, si dice, che per molti, specie gli statali e affini, la crisi sia stata una specie di vacanza pagata dallo stato.
in altri paesi oltre a misure assai piu leggere delle nostre, che come sempre ci siamo voluti distinguere nel peggio, chi veniva costretto all'inattività è stato risarcito in maniera molto piu concreta e consistente che in italia
quindi non mi sembra appropriato dire che chi è ormai all'esasperazione (e spesso alla fame) è antidemocratico, o addirittura fascista, come ho sentito da alcuni commentatori mainstream, forse, per mè, l'antidemocratico, il fascista, è chi vuole continuare su questa strada.
Così stanno le cose!
Prima di criticare chi protesta, si dovrebbero introdurre misure di giustizia, uguaglianza e solidarietà verso chi ha perduto il suo reddito perché impedito dalla legge di lavorare, per il bene pubblico. Lo Stato dovrebbe rimborsarli dell'intero guadagno perduto, se necessario reperendo risorse da un fondo che andrebbe creato, alimentandolo con trattenute dagli stipendi e pensioni dei mantenuti di Stato (tra cui sono anch'io).
Se avvenisse la piazze sarebbero invase da altri protestanti. Ma non avverrà mai perché il governo è in mano alla sinistra, i cui sostenitori abbondano tra i dipendenti pubblici. Se così stanno le cose, l'emergenza diventa qualcos'altro, l'occasione per un sopruso tra una classe di cittadini a danno di un'altra, notoriamente orientata politicamente a destra.