Regeni, caso umano o politico?

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Avatar utente
heyoka
Senatore
Messaggi: 5435
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
1
Has thanked: 1759 times
Ti Piace: 938 times

Re: Regeni, caso umano o politico?

Messaggio da leggere da heyoka »

nerorosso ha scritto: 3 gen 2021, 15:53
Studente ha scritto: 3 gen 2021, 14:38
nerorosso ha scritto: 3 gen 2021, 0:39

Forse perchè lo sparatore di Calipari (questo il suo nome) era un soldato U$A, potenza di cui l'Italia è colonia?
E per fortuna che eravamo colonia degli USA ci é andata molto meglio che essere colonia dell URSS, hai presente che topaie sono i paesi dell ex patto di varsavia?
Topaie?!
Ma tu ci sei stato?
Io non ho visitato questi paesi in lungo e in largo, ma nell'89 sono stato a Budapest per 2 settimane e a caso abbiamo girato molti quartieri dal centro alla periferia, e ti assicuro chè anche quartieri popolari tipo Pesterszibet, che a casermoni unisce anche vecchie villette, sono, anche appunto nei "casermoni", più "umani" che non mostri tipo il Corviale o le Vele…
Non puoi mettere a confronto quartieri popolari di Budapest con quelli di Roma o Napoli.
Questi ultimi semmai li puoi mettere a confronto con quelli di Tirana o Sofia.
Il Comunismo della Germania Est o della stessa Ungheria non era il Comunismo che c' era a Tirana o a Sofia.
Per capire meglio quello che voglio farti capire, se andavi in Jugoslavia nel 1970, c' era una bella differenza se andavi a Lubiana, Maribor o Fiume, rispetto a quello che vedevi a Sarajevo, Pristina o Nis. Ed eravamo sempre sotto il regime Comunista di Tito.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Studente
Consigliere
Messaggi: 432
Iscritto il: 9 nov 2020, 12:14
Has thanked: 10 times
Ti Piace: 50 times

Re: Regeni, caso umano o politico?

Messaggio da leggere da Studente »

nerorosso ha scritto: 3 gen 2021, 15:53

Topaie?!
Ma tu ci sei stato?
Io non ho visitato questi paesi in lungo e in largo, ma nell'89 sono stato a Budapest per 2 settimane e a caso abbiamo girato molti quartieri dal centro alla periferia, e ti assicuro chè anche quartieri popolari tipo Pesterszibet, che a casermoni unisce anche vecchie villette, sono, anche appunto nei "casermoni", più "umani" che non mostri tipo il Corviale o le Vele…
A voja se ci son stato, son stato anche a Mosca per lavoro
E ho un sacco di amici ed ex colleghi del blocco di varsavia, e tutti mi dicon che abbiamo avuto un culo impensabile a finire sotto "los putos gringos" perché stare soto i russi era una merda.
Ti racconto una barzelletta bulgara dettami da un collega e che ti spega bene come si viveva li
Due signori camminano per strada e uno si lamenta con l altro che con il comunismo e i russi sono schiavi e pure poveri da fare schifo, che la vita é una merda, che le case cadono a pezzi, che si mangia sbobba e non puoi neanche decidere cosa mangiare etc etc
Incrociano due della polizia segreta, quello dei due che non si lamenta gli fa l occhiolino alle guardie.
La sera mentre sta dormendo quello che si lamentava arrivano quelli della polizia segreta, gli suonano alla porta e lo "invitano" a seguirli in caserma. Arrivati in caserma lo legano a una sedia, lo gonfiano di botte ben bene come solo da quelle parti si fa. Dopo mezz ora di pestaggio in cui lo rimproverano dicendogli di essere un ingrato e un disfattista, che vive nel paradiso terrestre, che nn hanno banane da mangiare perché fanno male, che il riscaldamento va e viene perche gli sbalzi di temperatura fortificano il fisico etc etc gli dicono che non possono lasciarlo a piede libero e che lo devono ammazzare, tirano fuori una pistola, gliela puntano alla fronte e gli sparano. Ma la pistola fa clic che era scarica, lo slegano e lo cacciano dalla caserma a calci in culo dicendogli che é fortunato che gli hanno risparmiato la vita e che quindi solo per il fatto che é in vita dovrebbe essere contento e che la sua vita é un paradiso.
Mentre albeggia e torna a casa zoppicante, sputando 2-3 denti dice tra se e se "cazzo siamo cosi poveri che non ci possiamo permettere neanche le pallottole"
Un popolo perdente é ossessionato dal proprio passato
Un popolo vincente é ossessionato dal proprio futuro
Avatar utente
nerorosso
Senatore
Messaggi: 2795
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
1
Has thanked: 628 times
Ti Piace: 621 times

Re: Regeni, caso umano o politico?

Messaggio da leggere da nerorosso »

heyoka ha scritto: 3 gen 2021, 16:11
nerorosso ha scritto: 3 gen 2021, 15:53
Studente ha scritto: 3 gen 2021, 14:38

E per fortuna che eravamo colonia degli USA ci é andata molto meglio che essere colonia dell URSS, hai presente che topaie sono i paesi dell ex patto di varsavia?
Topaie?!
Ma tu ci sei stato?
Io non ho visitato questi paesi in lungo e in largo, ma nell'89 sono stato a Budapest per 2 settimane e a caso abbiamo girato molti quartieri dal centro alla periferia, e ti assicuro chè anche quartieri popolari tipo Pesterszibet, che a casermoni unisce anche vecchie villette, sono, anche appunto nei "casermoni", più "umani" che non mostri tipo il Corviale o le Vele…
Non puoi mettere a confronto quartieri popolari di Budapest con quelli di Roma o Napoli.
Questi ultimi semmai li puoi mettere a confronto con quelli di Tirana o Sofia.
Il Comunismo della Germania Est o della stessa Ungheria non era il Comunismo che c' era a Tirana o a Sofia.
Per capire meglio quello che voglio farti capire, se andavi in Jugoslavia nel 1970, c' era una bella differenza se andavi a Lubiana, Maribor o Fiume, rispetto a quello che vedevi a Sarajevo, Pristina o Nis. Ed eravamo sempre sotto il regime Comunista di Tito.
Heyoka, io non lo so. Se tu hai esperienza diretta mi fido. Come ti dico la mia unica esperienza è stata quella di Budapest ancora col vecchio regime.
L'unica altra mia esperienza è stata poi, nel 2013, un breve passaggio a Spalato, della quale ho visto solo una parte del bellissimo centro e un quartiere credo periferico ma non so quanto, che era comunque descrivibile come villette e piccoli condomini, più pulito del centro, e ben tenuto. Altro su Spalato non so dirti, la mia vacanza croata si concluse a Omis, paesino con molte somiglianze con i paesini liguri, anche se meno montano. Anche questo bello e pulito, rispetto alla Liguria molto meno "cemento selvaggio"...
PATRIA O MUERTE!!!

(Fidel Castro)
Studente
Consigliere
Messaggi: 432
Iscritto il: 9 nov 2020, 12:14
Has thanked: 10 times
Ti Piace: 50 times

Re: Regeni, caso umano o politico?

Messaggio da leggere da Studente »

heyoka ha scritto: 3 gen 2021, 16:11
Non puoi mettere a confronto quartieri popolari di Budapest con quelli di Roma o Napoli.
Questi ultimi semmai li puoi mettere a confronto con quelli di Tirana o Sofia.
Il Comunismo della Germania Est o della stessa Ungheria non era il Comunismo che c' era a Tirana o a Sofia.
Per capire meglio quello che voglio farti capire, se andavi in Jugoslavia nel 1970, c' era una bella differenza se andavi a Lubiana, Maribor o Fiume, rispetto a quello che vedevi a Sarajevo, Pristina o Nis. Ed eravamo sempre sotto il regime Comunista di Tito.
Il regime di Tito non era nel patto di Varsavia e dalle sue parti non si stava troppo male, sia per ibertá che per qualitá della vita
Ho un sacco di amici da quele parti e anche tra alcuni ci sono "coppie miste". Una mia cara amica negli anni 90 mi raccontava che dal lato di sua madre (Belgrado) negli anni 80 avevano giá il VHS in casa mentre a casa sua lo ha visto 3-4 ani dopo, e fai conto che suo papá era un ingegnere petrolifero, quindi non erano una famiglia di italiani "poveri"
Un popolo perdente é ossessionato dal proprio passato
Un popolo vincente é ossessionato dal proprio futuro
Avatar utente
heyoka
Senatore
Messaggi: 5435
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
1
Has thanked: 1759 times
Ti Piace: 938 times

Re: Regeni, caso umano o politico?

Messaggio da leggere da heyoka »

Studente ha scritto: 3 gen 2021, 16:39
heyoka ha scritto: 3 gen 2021, 16:11
Non puoi mettere a confronto quartieri popolari di Budapest con quelli di Roma o Napoli.
Questi ultimi semmai li puoi mettere a confronto con quelli di Tirana o Sofia.
Il Comunismo della Germania Est o della stessa Ungheria non era il Comunismo che c' era a Tirana o a Sofia.
Per capire meglio quello che voglio farti capire, se andavi in Jugoslavia nel 1970, c' era una bella differenza se andavi a Lubiana, Maribor o Fiume, rispetto a quello che vedevi a Sarajevo, Pristina o Nis. Ed eravamo sempre sotto il regime Comunista di Tito.
Il regime di Tito non era nel patto di Varsavia e dalle sue parti non si stava troppo male, sia per ibertá che per qualitá della vita
Ho un sacco di amici da quele parti e anche tra alcuni ci sono "coppie miste". Una mia cara amica negli anni 90 mi raccontava che dal lato di sua madre (Belgrado) negli anni 80 avevano giá il VHS in casa mentre a casa sua lo ha visto 3-4 ani dopo, e fai conto che suo papá era un ingegnere petrolifero, quindi non erano una famiglia di italiani "poveri"
Sulla Jugoslavia, io ho voluto farVi presente la differenza di tenore di vita che c' era in Slovenia, rispetto al Kossovo, Macedonia e Serbia del Sud.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Studente
Consigliere
Messaggi: 432
Iscritto il: 9 nov 2020, 12:14
Has thanked: 10 times
Ti Piace: 50 times

Re: Regeni, caso umano o politico?

Messaggio da leggere da Studente »

heyoka ha scritto: 3 gen 2021, 16:44
Sulla Jugoslavia, io ho voluto farVi presente la differenza di tenore di vita che c' era in Slovenia, rispetto al Kossovo, Macedonia e Serbia del Sud.
Capisco che sono un ciccione merdoso, ma se usi il plurale mi fai ancora piu grasso ahahaha
A parte gli scherzi lo avevo capito. Pensa che anche un mio amico imprenditore del Fiuli mi dice che fino alla 2° metá degli anni 70 si stava meglio da Tito che in Friuli come quaitá della vita di tutti i giorni, e lui é decisamente anticomunista
Un popolo perdente é ossessionato dal proprio passato
Un popolo vincente é ossessionato dal proprio futuro
Avatar utente
heyoka
Senatore
Messaggi: 5435
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
1
Has thanked: 1759 times
Ti Piace: 938 times

Re: Regeni, caso umano o politico?

Messaggio da leggere da heyoka »

Studente ha scritto: 3 gen 2021, 16:46
heyoka ha scritto: 3 gen 2021, 16:44
Sulla Jugoslavia, io ho voluto farVi presente la differenza di tenore di vita che c' era in Slovenia, rispetto al Kossovo, Macedonia e Serbia del Sud.
Capisco che sono un ciccione merdoso, ma se usi il plurale mi fai ancora piu grasso ahahaha
A parte gli scherzi lo avevo capito. Pensa che anche un mio amico imprenditore del Fiuli mi dice che fino alla 2° metá degli anni 70 si stava meglio da Tito che in Friuli come quaitá della vita di tutti i giorni, e lui é decisamente anticomunista
Il Voi era rivolto anche a Nerorosso, perciò PLURALE. :mrgreen:
Detto questo se in Slovenia stavano già meglio di noi nel 70, figurati adesso che sono addirittura diventati uno STATO Indipendente.
Ricordo che la Slovenia conta metà abitanti del Veneto.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
nerorosso
Senatore
Messaggi: 2795
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
1
Has thanked: 628 times
Ti Piace: 621 times

Re: Regeni, caso umano o politico?

Messaggio da leggere da nerorosso »

Studente ha scritto: 3 gen 2021, 16:32
nerorosso ha scritto: 3 gen 2021, 15:53

Topaie?!
Ma tu ci sei stato?
Io non ho visitato questi paesi in lungo e in largo, ma nell'89 sono stato a Budapest per 2 settimane e a caso abbiamo girato molti quartieri dal centro alla periferia, e ti assicuro chè anche quartieri popolari tipo Pesterszibet, che a casermoni unisce anche vecchie villette, sono, anche appunto nei "casermoni", più "umani" che non mostri tipo il Corviale o le Vele…
A voja se ci son stato, son stato anche a Mosca per lavoro
E ho un sacco di amici ed ex colleghi del blocco di varsavia, e tutti mi dicon che abbiamo avuto un culo impensabile a finire sotto "los putos gringos" perché stare soto i russi era una merda.
Ti racconto una barzelletta bulgara dettami da un collega e che ti spega bene come si viveva li
Due signori camminano per strada e uno si lamenta con l altro che con il comunismo e i russi sono schiavi e pure poveri da fare schifo, che la vita é una merda, che le case cadono a pezzi, che si mangia sbobba e non puoi neanche decidere cosa mangiare etc etc
Incrociano due della polizia segreta, quello dei due che non si lamenta gli fa l occhiolino alle guardie.
La sera mentre sta dormendo quello che si lamentava arrivano quelli della polizia segreta, gli suonano alla porta e lo "invitano" a seguirli in caserma. Arrivati in caserma lo legano a una sedia, lo gonfiano di botte ben bene come solo da quelle parti si fa. Dopo mezz ora di pestaggio in cui lo rimproverano dicendogli di essere un ingrato e un disfattista, che vive nel paradiso terrestre, che nn hanno banane da mangiare perché fanno male, che il riscaldamento va e viene perche gli sbalzi di temperatura fortificano il fisico etc etc gli dicono che non possono lasciarlo a piede libero e che lo devono ammazzare, tirano fuori una pistola, gliela puntano alla fronte e gli sparano. Ma la pistola fa clic che era scarica, lo slegano e lo cacciano dalla caserma a calci in culo dicendogli che é fortunato che gli hanno risparmiato la vita e che quindi solo per il fatto che é in vita dovrebbe essere contento e che la sua vita é un paradiso.
Mentre albeggia e torna a casa zoppicante, sputando 2-3 denti dice tra se e se "cazzo siamo cosi poveri che non ci possiamo permettere neanche le pallottole"
Beh, se parliamo di colleghi io ho parecchi colleghi rumeni e ho lavorato anche con una simpatica russa, in realtà moldava, ma che si definiva "russa". Questa simpatica signora, interpellato in proposito, ripeteva che se non fosse stato per la fine dell'URSS lei non avrebbe
mai dovuto emigrare, e che se in URSS Avevi poco, quel poco era diviso tra tutti, la casa era garantita e il lavoro pure, i trasporti pubblici funzionavano e non ti facevano sentire la mancanza dell'automobile. La sua conclusione era che nonostante quì avesse la macchina, viveva meglio li.

Stessa cosa ho sentito dire da rumeni di una certa età, diciamo da 50 anni in su, rispetto alla Romania di Ceausescu. E non credo sia accondiscendenza verso un comunista occidentale, visto che tutti quelli che ho conosciuto dicono la stessa cosa…
PATRIA O MUERTE!!!

(Fidel Castro)
Avatar utente
heyoka
Senatore
Messaggi: 5435
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
1
Has thanked: 1759 times
Ti Piace: 938 times

Re: Regeni, caso umano o politico?

Messaggio da leggere da heyoka »

Beh, se parliamo di colleghi io ho parecchi colleghi rumeni e ho lavorato anche con una simpatica russa, in realtà moldava, ma che si definiva "russa". Questa simpatica signora, interpellato in proposito, ripeteva che se non fosse stato per la fine dell'URSS lei non avrebbe
mai dovuto emigrare, e che se in URSS Avevi poco, quel poco era diviso tra tutti, la casa era garantita e il lavoro pure, i trasporti pubblici funzionavano e non ti facevano sentire la mancanza dell'automobile. La sua conclusione era che nonostante quì avesse la macchina, viveva meglio li.

Stessa cosa ho sentito dire da rumeni di una certa età, diciamo da 50 anni in su, rispetto alla Romania di Ceausescu. E non credo sia accondiscendenza verso un comunista occidentale, visto che tutti quelli che ho conosciuto dicono la stessa cosa…
Confermo quello che dice Nerorosso per DIRETTA esperienza.
L' anima Comunista Legaiola che c' è in me, mi impone di QUOTARTI.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Studente
Consigliere
Messaggi: 432
Iscritto il: 9 nov 2020, 12:14
Has thanked: 10 times
Ti Piace: 50 times

Re: Regeni, caso umano o politico?

Messaggio da leggere da Studente »

Se cosi fosse perché allora il regime é caduto dal di dentro? Cioé son loro stessi che lo hanno fatto cadere, non c é stata nessuna guerra dall esterno o intervento esterno, ad un certo punto hanno abbattuto il regime dal di dentro perhcé non gli piaceva.
Un popolo perdente é ossessionato dal proprio passato
Un popolo vincente é ossessionato dal proprio futuro
Rispondi