Rivolta a Udine

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Avatar utente
serge
Messaggi: 1497
Iscritto il: 9 giu 2019, 8:58
Has thanked: 749 times
Ti Piace: 279 times

Rivolta a Udine

Messaggio da leggere da serge »

La bomba migranti sta per esplodere. Circa 400 stranieri ospitati nell'ex caserma Cavarzerani di Udine hanno dato vita a una violenta protesta con materassi incendiati e lancio di sassi contro la quarantena che devono trascorrere dopo il trasferimento nel centro, pieno oltre la sua capacità. Ma anche contro la decisione, ormai imminente, di prorogare la “zona rossa” istituita dal sindaco il 21 luglio per altre due settimane, con relativo allungamento dell'isolamento.
 I migranti hanno dato fuoco a materassi e suppellettili e sono dovuti intervenire i vigli del fuoco. L'assessore municipale alla sicurezza ha puntato il dito contro l'esecutivo: “È colpa del governo che sta sottovalutando la rotta balcanica, si parla solo di Lampedusa".  “Oltre all'emergenza migratoria c’è anche quella sanitaria. Ci confronteremo con questura e prefettura. La cittadinanza non vuole problemi per la salute pubblica. Va tutelato il diritto dei cittadini di non avere nuovi focolai e contagi",
Dopo la riunione in prefettura l'assessore ha definito "gravissima e incivile" la rivolta dei migranti. "Si lamentano per la quarantena, è inaccettabile, non ci spaventano. La caserma resta chiusa finché non ci sarà la negatività al coronavirus di tutti gli ospiti". 
  Beer4 Beer4 Beer4
Chi conosce tutte le risposte, non si è fatto tutte le domande.(Confucio)
Avatar utente
Sayon
Messaggi: 3114
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Has thanked: 13 times
Ti Piace: 141 times

Re: Rivolta a Udine

Messaggio da leggere da Sayon »

serge ha scritto: 3 ago 2020, 17:11 La bomba migranti sta per esplodere. Circa 400 stranieri ospitati nell'ex caserma Cavarzerani di Udine hanno dato vita a una violenta protesta con materassi incendiati e lancio di sassi contro la quarantena che devono trascorrere dopo il trasferimento nel centro, pieno oltre la sua capacità. Ma anche contro la decisione, ormai imminente, di prorogare la “zona rossa” istituita dal sindaco il 21 luglio per altre due settimane, con relativo allungamento dell'isolamento.
 I migranti hanno dato fuoco a materassi e suppellettili e sono dovuti intervenire i vigli del fuoco. L'assessore municipale alla sicurezza ha puntato il dito contro l'esecutivo: “È colpa del governo che sta sottovalutando la rotta balcanica, si parla solo di Lampedusa".  “Oltre all'emergenza migratoria c’è anche quella sanitaria. Ci confronteremo con questura e prefettura. La cittadinanza non vuole problemi per la salute pubblica. Va tutelato il diritto dei cittadini di non avere nuovi focolai e contagi",
Dopo la riunione in prefettura l'assessore ha definito "gravissima e incivile" la rivolta dei migranti. "Si lamentano per la quarantena, è inaccettabile, non ci spaventano. La caserma resta chiusa finché non ci sarà la negatività al coronavirus di tutti gli ospiti". 
  Beer4 Beer4 Beer4
La soluzione c'e' ed e' di chiudere il confine con la Slovenia, rimandando indietro chi e' entrato ilegalmente. Non e' tanto difficile da fare.
Avatar utente
Alfa
Messaggi: 3007
Iscritto il: 8 giu 2019, 16:35
Has thanked: 337 times
Ti Piace: 901 times

Re: Rivolta a Udine

Messaggio da leggere da Alfa »

Sayon ha scritto: 4 ago 2020, 21:52
serge ha scritto: 3 ago 2020, 17:11 La bomba migranti sta per esplodere. Circa 400 stranieri ospitati nell'ex caserma Cavarzerani di Udine hanno dato vita a una violenta protesta con materassi incendiati e lancio di sassi contro la quarantena che devono trascorrere dopo il trasferimento nel centro, pieno oltre la sua capacità. Ma anche contro la decisione, ormai imminente, di prorogare la “zona rossa” istituita dal sindaco il 21 luglio per altre due settimane, con relativo allungamento dell'isolamento.
 I migranti hanno dato fuoco a materassi e suppellettili e sono dovuti intervenire i vigli del fuoco. L'assessore municipale alla sicurezza ha puntato il dito contro l'esecutivo: “È colpa del governo che sta sottovalutando la rotta balcanica, si parla solo di Lampedusa".  “Oltre all'emergenza migratoria c’è anche quella sanitaria. Ci confronteremo con questura e prefettura. La cittadinanza non vuole problemi per la salute pubblica. Va tutelato il diritto dei cittadini di non avere nuovi focolai e contagi",
Dopo la riunione in prefettura l'assessore ha definito "gravissima e incivile" la rivolta dei migranti. "Si lamentano per la quarantena, è inaccettabile, non ci spaventano. La caserma resta chiusa finché non ci sarà la negatività al coronavirus di tutti gli ospiti". 
  Beer4 Beer4 Beer4
La soluzione c'e' ed e' di chiudere il confine con la Slovenia, rimandando indietro chi e' entrato ilegalmente. Non e' tanto difficile da fare.
Già, è come dire di arrivarti a far ragionare con la testa ..... sembra facile.......
Avatar utente
Rosanna
Messaggi: 1365
Iscritto il: 8 giu 2019, 21:03
Has thanked: 626 times
Ti Piace: 301 times

Re: Rivolta a Udine

Messaggio da leggere da Rosanna »

Alfa ha scritto: 4 ago 2020, 21:54
Sayon ha scritto: 4 ago 2020, 21:52
serge ha scritto: 3 ago 2020, 17:11 La bomba migranti sta per esplodere. Circa 400 stranieri ospitati nell'ex caserma Cavarzerani di Udine hanno dato vita a una violenta protesta con materassi incendiati e lancio di sassi contro la quarantena che devono trascorrere dopo il trasferimento nel centro, pieno oltre la sua capacità. Ma anche contro la decisione, ormai imminente, di prorogare la “zona rossa” istituita dal sindaco il 21 luglio per altre due settimane, con relativo allungamento dell'isolamento.
 I migranti hanno dato fuoco a materassi e suppellettili e sono dovuti intervenire i vigli del fuoco. L'assessore municipale alla sicurezza ha puntato il dito contro l'esecutivo: “È colpa del governo che sta sottovalutando la rotta balcanica, si parla solo di Lampedusa".  “Oltre all'emergenza migratoria c’è anche quella sanitaria. Ci confronteremo con questura e prefettura. La cittadinanza non vuole problemi per la salute pubblica. Va tutelato il diritto dei cittadini di non avere nuovi focolai e contagi",
Dopo la riunione in prefettura l'assessore ha definito "gravissima e incivile" la rivolta dei migranti. "Si lamentano per la quarantena, è inaccettabile, non ci spaventano. La caserma resta chiusa finché non ci sarà la negatività al coronavirus di tutti gli ospiti". 
  Beer4 Beer4 Beer4
La soluzione c'e' ed e' di chiudere il confine con la Slovenia, rimandando indietro chi e' entrato ilegalmente. Non e' tanto difficile da fare.
Già, è come dire di arrivarti a far ragionare con la testa ..... sembra facile.......
Beer4
È più suonato di un campanaccio... :mrgreen:

Con Matteo Salvini.. ❤ Una sarda x Un' Italia che c'è anche se viene zittita o irrisa o insultata. Guai a chi la tocca o la ruba o la invade. Ed io aggiungo: Guai a chi la svende e la rovina in cambio di sporchi interessi personali.
Avatar utente
Sayon
Messaggi: 3114
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Has thanked: 13 times
Ti Piace: 141 times

Re: Rivolta a Udine

Messaggio da leggere da Sayon »

Alfa ha scritto: 4 ago 2020, 21:54
Sayon ha scritto: 4 ago 2020, 21:52
serge ha scritto: 3 ago 2020, 17:11 La bomba migranti sta per esplodere. Circa 400 stranieri ospitati nell'ex caserma Cavarzerani di Udine hanno dato vita a una violenta protesta con materassi incendiati e lancio di sassi contro la quarantena che devono trascorrere dopo il trasferimento nel centro, pieno oltre la sua capacità. Ma anche contro la decisione, ormai imminente, di prorogare la “zona rossa” istituita dal sindaco il 21 luglio per altre due settimane, con relativo allungamento dell'isolamento.
 I migranti hanno dato fuoco a materassi e suppellettili e sono dovuti intervenire i vigli del fuoco. L'assessore municipale alla sicurezza ha puntato il dito contro l'esecutivo: “È colpa del governo che sta sottovalutando la rotta balcanica, si parla solo di Lampedusa".  “Oltre all'emergenza migratoria c’è anche quella sanitaria. Ci confronteremo con questura e prefettura. La cittadinanza non vuole problemi per la salute pubblica. Va tutelato il diritto dei cittadini di non avere nuovi focolai e contagi",
Dopo la riunione in prefettura l'assessore ha definito "gravissima e incivile" la rivolta dei migranti. "Si lamentano per la quarantena, è inaccettabile, non ci spaventano. La caserma resta chiusa finché non ci sarà la negatività al coronavirus di tutti gli ospiti". 
  Beer4 Beer4 Beer4
La soluzione c'e' ed e' di chiudere il confine con la Slovenia, rimandando indietro chi e' entrato ilegalmente. Non e' tanto difficile da fare.
Già, è come dire di arrivarti a far ragionare con la testa ..... sembra facile.......
Non vi pare una soluzione? E allora, qual'e la vostra per quanto riguarda gli immigrati dall' Est?
giampieros
Messaggi: 590
Iscritto il: 17 giu 2019, 20:07
Has thanked: 165 times
Ti Piace: 251 times

Re: Rivolta a Udine

Messaggio da leggere da giampieros »

serge ha scritto: 3 ago 2020, 17:11 La bomba migranti sta per esplodere. Circa 400 stranieri ospitati nell'ex caserma Cavarzerani di Udine hanno dato vita a una violenta protesta con materassi incendiati e lancio di sassi contro la quarantena che devono trascorrere dopo il trasferimento nel centro, pieno oltre la sua capacità. Ma anche contro la decisione, ormai imminente, di prorogare la “zona rossa” istituita dal sindaco il 21 luglio per altre due settimane, con relativo allungamento dell'isolamento.
 I migranti hanno dato fuoco a materassi e suppellettili e sono dovuti intervenire i vigli del fuoco. L'assessore municipale alla sicurezza ha puntato il dito contro l'esecutivo: “È colpa del governo che sta sottovalutando la rotta balcanica, si parla solo di Lampedusa".  “Oltre all'emergenza migratoria c’è anche quella sanitaria. Ci confronteremo con questura e prefettura. La cittadinanza non vuole problemi per la salute pubblica. Va tutelato il diritto dei cittadini di non avere nuovi focolai e contagi",
Dopo la riunione in prefettura l'assessore ha definito "gravissima e incivile" la rivolta dei migranti. "Si lamentano per la quarantena, è inaccettabile, non ci spaventano. La caserma resta chiusa finché non ci sarà la negatività al coronavirus di tutti gli ospiti". 
  Beer4 Beer4 Beer4
Protestare pacificamente è lecito, possono farlo anche i migranti irregolari e clandestini. Bruciare materassi, distruggere gli arredi e lanciare sassi, non è invece consentito: non possono farlo i migranti, gli squatter, i No Tav,
porterrockwell
Messaggi: 1117
Iscritto il: 9 giu 2019, 11:47
Has thanked: 35 times
Ti Piace: 301 times

Re: Rivolta a Udine

Messaggio da leggere da porterrockwell »

Sayon ha scritto: 4 ago 2020, 22:24
Alfa ha scritto: 4 ago 2020, 21:54
Sayon ha scritto: 4 ago 2020, 21:52
serge ha scritto: 3 ago 2020, 17:11 La bomba migranti sta per esplodere. Circa 400 stranieri ospitati nell'ex caserma Cavarzerani di Udine hanno dato vita a una violenta protesta con materassi incendiati e lancio di sassi contro la quarantena che devono trascorrere dopo il trasferimento nel centro, pieno oltre la sua capacità. Ma anche contro la decisione, ormai imminente, di prorogare la “zona rossa” istituita dal sindaco il 21 luglio per altre due settimane, con relativo allungamento dell'isolamento.
 I migranti hanno dato fuoco a materassi e suppellettili e sono dovuti intervenire i vigli del fuoco. L'assessore municipale alla sicurezza ha puntato il dito contro l'esecutivo: “È colpa del governo che sta sottovalutando la rotta balcanica, si parla solo di Lampedusa".  “Oltre all'emergenza migratoria c’è anche quella sanitaria. Ci confronteremo con questura e prefettura. La cittadinanza non vuole problemi per la salute pubblica. Va tutelato il diritto dei cittadini di non avere nuovi focolai e contagi",
Dopo la riunione in prefettura l'assessore ha definito "gravissima e incivile" la rivolta dei migranti. "Si lamentano per la quarantena, è inaccettabile, non ci spaventano. La caserma resta chiusa finché non ci sarà la negatività al coronavirus di tutti gli ospiti". 
  Beer4 Beer4 Beer4
La soluzione c'e' ed e' di chiudere il confine con la Slovenia, rimandando indietro chi e' entrato ilegalmente. Non e' tanto difficile da fare.
Già, è come dire di arrivarti a far ragionare con la testa ..... sembra facile.......
Non vi pare una soluzione? E allora, qual'e la vostra per quanto riguarda gli immigrati dall' Est?
Sayon tu non tieni conto di una cosa. Tutti i migranti si qualificano profughi politici ed a norma della costituzione non possono essere respinti. Un giudice non lo può fare. Poi gli abili avvocati finanziati dalle ONG , quando un migrante non viene riconosciuto esule politico, gli consigliano di dichiarsi gay o renitente alla leva quando nei paesi d'origine sono situazioni punibili con la morte. Ed ho fatto solo un esempio.
L'unica soluzione è non farli entrare sparando a chiunque ammazzando anche donne bambini. Basterebbero pochi episodi ed il flusso si fermerebbe.
Avatar utente
serge
Messaggi: 1497
Iscritto il: 9 giu 2019, 8:58
Has thanked: 749 times
Ti Piace: 279 times

Re: Rivolta a Udine

Messaggio da leggere da serge »

porterrockwell ha scritto: 5 ago 2020, 13:12
Sayon ha scritto: 4 ago 2020, 22:24
Alfa ha scritto: 4 ago 2020, 21:54
Sayon ha scritto: 4 ago 2020, 21:52

La soluzione c'e' ed e' di chiudere il confine con la Slovenia, rimandando indietro chi e' entrato ilegalmente. Non e' tanto difficile da fare.
Già, è come dire di arrivarti a far ragionare con la testa ..... sembra facile.......
Non vi pare una soluzione? E allora, qual'e la vostra per quanto riguarda gli immigrati dall' Est?
Sayon tu non tieni conto di una cosa. Tutti i migranti si qualificano profughi politici ed a norma della costituzione non possono essere respinti. Un giudice non lo può fare. Poi gli abili avvocati finanziati dalle ONG , quando un migrante non viene riconosciuto esule politico, gli consigliano di dichiarsi gay o renitente alla leva quando nei paesi d'origine sono situazioni punibili con la morte. Ed ho fatto solo un esempio.
L'unica soluzione è non farli entrare sparando a chiunque ammazzando anche donne bambini. Basterebbero pochi episodi ed il flusso si fermerebbe.
A mio modo di vedere,non serve sparare: basta pattugliare SERIAMENTE le zone di confine.Tra l'asilo politico questi clandestini lo chiedano alla Slovenia e all'Austria,Paesi della Comunità europea che si liberano tranquillamente di loro. E il nostro Governo,per bocca del Primo Ministro,dichiara che SAREMO (quando?) intransigenti (!) e che saranno intensificati i rimpatri. Come dire che a fronte a una perdita d'acqua in casa,non si chiude per prima cosa la saracinesca per poi riparare il guasto. Noi invece TENTIAMO di riparare il guasto mentre l'acqua continua ad arrivare......r
Poveri imbecilli!
Beer4 Beer4 Beer4
Chi conosce tutte le risposte, non si è fatto tutte le domande.(Confucio)
giampieros
Messaggi: 590
Iscritto il: 17 giu 2019, 20:07
Has thanked: 165 times
Ti Piace: 251 times

Re: Rivolta a Udine

Messaggio da leggere da giampieros »

giampieros ha scritto: 5 ago 2020, 10:59
serge ha scritto: 3 ago 2020, 17:11 La bomba migranti sta per esplodere. Circa 400 stranieri ospitati nell'ex caserma Cavarzerani di Udine hanno dato vita a una violenta protesta con materassi incendiati e lancio di sassi contro la quarantena che devono trascorrere dopo il trasferimento nel centro, pieno oltre la sua capacità. Ma anche contro la decisione, ormai imminente, di prorogare la “zona rossa” istituita dal sindaco il 21 luglio per altre due settimane, con relativo allungamento dell'isolamento.
 I migranti hanno dato fuoco a materassi e suppellettili e sono dovuti intervenire i vigli del fuoco. L'assessore municipale alla sicurezza ha puntato il dito contro l'esecutivo: “È colpa del governo che sta sottovalutando la rotta balcanica, si parla solo di Lampedusa".  “Oltre all'emergenza migratoria c’è anche quella sanitaria. Ci confronteremo con questura e prefettura. La cittadinanza non vuole problemi per la salute pubblica. Va tutelato il diritto dei cittadini di non avere nuovi focolai e contagi",
Dopo la riunione in prefettura l'assessore ha definito "gravissima e incivile" la rivolta dei migranti. "Si lamentano per la quarantena, è inaccettabile, non ci spaventano. La caserma resta chiusa finché non ci sarà la negatività al coronavirus di tutti gli ospiti". 
  Beer4 Beer4 Beer4
Protestare pacificamente è lecito, possono farlo anche i migranti irregolari e clandestini. Bruciare materassi, distruggere gli arredi e lanciare sassi, non è invece consentito: non possono farlo i migranti, gli squatter, i No Tav,
Boh, è rimasto a metà... pazienza, il resto lo si intuisce.
Avatar utente
Vento
Messaggi: 417
Iscritto il: 8 giu 2019, 23:48
Has thanked: 58 times
Ti Piace: 79 times

Re: Rivolta a Udine

Messaggio da leggere da Vento »

porterrockwell ha scritto: 5 ago 2020, 13:12
Sayon ha scritto: 4 ago 2020, 22:24
Alfa ha scritto: 4 ago 2020, 21:54
Sayon ha scritto: 4 ago 2020, 21:52

La soluzione c'e' ed e' di chiudere il confine con la Slovenia, rimandando indietro chi e' entrato ilegalmente. Non e' tanto difficile da fare.
Già, è come dire di arrivarti a far ragionare con la testa ..... sembra facile.......
Non vi pare una soluzione? E allora, qual'e la vostra per quanto riguarda gli immigrati dall' Est?
Sayon tu non tieni conto di una cosa. Tutti i migranti si qualificano profughi politici ed a norma della costituzione non possono essere respinti. Un giudice non lo può fare. Poi gli abili avvocati finanziati dalle ONG , quando un migrante non viene riconosciuto esule politico, gli consigliano di dichiarsi gay o renitente alla leva quando nei paesi d'origine sono situazioni punibili con la morte. Ed ho fatto solo un esempio.
L'unica soluzione è non farli entrare sparando a chiunque ammazzando anche donne bambini. Basterebbero pochi episodi ed il flusso si fermerebbe.
Hai ragione naturalmente. Però i giudici italiani sono abituati a tutto, quando vogliono, ad interpretare le leggi a modo loro, capovolgendone il senso. Il fatto è che sono, i più, legati al pd, e quindi non faranno mai nulla contro l'invasione di clandestini, cavallo di battaglia della propaganda meridionalcattocomunista. Come candidamente precisava il Palamara, attaccano Salvini perché avversario politico (della sinistra e quindi loro), ma in realtà a loro sta a cuore la questione migratoria, come se questo li giustificasse e nobilitasse, dimenticando che queste sono questioni di politica di competenza esclusiva di governo e parlamento e non certo di magistratura. Reato contro la costituzione. Figurati se hanno paura delle convenzioni internazionali.
Rispondi