L'arte dell' apprezzare

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Avatar utente
serge
Messaggi: 1324
Iscritto il: 9 giu 2019, 8:58
Has thanked: 595 times
Ti Piace: 205 times

Re: L'arte dell' apprezzare

Messaggio da leggere da serge »

nerorosso ha scritto:
28 lug 2020, 1:44
serge ha scritto:
27 lug 2020, 12:25
nerorosso ha scritto:
26 lug 2020, 19:22
heyoka ha scritto:
25 lug 2020, 21:11
Per fare una bella riforma in italia non servono soldi. Anzi.
Questi semmai servono a non farla quella riforma.
In italia x fare una riforma vera servono plotoni di esecuzione.
Heyokkone, ma allora sei anche tu della mia idea…

;) ;)
Lui non è comunista: è fascista! I famosi opposti estremismi.....
Bye
Che a mio parere dovrebbero unirsi contro il comune nemico, il liberalismo.

PS
Heyoka non mi pare fascista…
Sa mimetizzarsi bene.........
Bye
Meno si ha da riflettere, più si parla (Charles Louis Montesquieu)

giampieros
Messaggi: 559
Iscritto il: 17 giu 2019, 20:07
Has thanked: 137 times
Ti Piace: 221 times

Re: L'arte dell' apprezzare

Messaggio da leggere da giampieros »

serge ha scritto:
23 lug 2020, 12:23
Sayon ha scritto:
23 lug 2020, 0:53
Alfa ha scritto:
22 lug 2020, 21:42
Sayon ha scritto:
22 lug 2020, 21:24

In poche parole, vi costa tanto dare del "bravo" a Conte, che ha fatto un lavoro egregio in Europa? Lui se lo e' meritato a livello individuale anche perche' i suoi compagni di viaggio e di governo avrebbero certamente buttato tutto alle ortiche.
In poche parole, sai che ora ogni singolo parlamento dovrà dare l'ok al recovery, cioè lo deve approvare?
Sai dirmi esattamente se e quando arriveranno questi "fantomatici" soldi ammesso che i parlamenti lo approvino?
Sai dirmi esattamente a quali condizioni?
Solo un cretino può dare del bravo quando ..... primo, non è ancora stato approvato dai singoli parlamenti, secondo, è come scopare una donna al buio, mai vista o conosciuta, non sapere quanti anni tenga, non sapere nemmeno com'è di faccia o di fisico o se fosse sana o malata.
IN VERITÀ TI DICO:
se un abbrobrio simile l'avesse fatto Salvini, tu ora, da bestiolina bizzosa e stupidotta quale sei, saresti qui a darli del bravo o come sempre l'avresti attaccato e definito cialtrone?
Sai come ti definirebbero alcuni miei amici siciliani?
Tu si nuddu miscatu cu nnenti !
Questo e' quello che pensi tu. Io invece penso che l' "aiuto" Europeo e' un segnale che finalmente la EU comincia lavorare come uno Stato Federale (il sogno anche del mio amico Heyoccone) , che l' Italia ha ricevuto piu' di altre nazioni come Spagna e Francia soprattutto a livello di "grant" ovvero senza interessi, e che comunque con il terribile bilancio economico che abbiamo era necesaria una spinta finanziaria come questa. Inoltre una grossa fetta del prestito/grant verra' concessa subito. Meglio cosi perche quello che si mi preoccupa sono la CORRUZIONE schifosa degli ambienti statali e privati italiani che a volte involve persino la Guardia di Finanza. Mi preoccupa anche il fatto che persone anche intelligenti come molti del Forum stiano a sentire le vuote lamentele e pretese di chi sta 'fregando", alterandolo nella sua funzione originale, il CdX italiano. Dare del bravo a Conte non significa essere 5stelluto o Piddino. Al contrario io continuo a considerare i 5stelle come il peggiore partito italiano.



Tutto sommato,Giuseppe Conte,da avvocato abituato alla trattativa, ha fatto un buon lavoro.In parte riconosciuto anche dalla Signora Meloni.In una trattativa - ne so qualcosa per esperienza - si può sempre tentare di portare a casa di più,ma bisogna confrontarsi con l'interlocutore ,che di norma persegue gli stessi obiettivi.
Quello invece ,a mio avviso, preoccupa è che sinora siamo stati in grado di spendere SOLO PARTE dei contributi europei via via attribuitici; non solo,ma come al solito,è già iniziato l'attacco alla diligenza per la gestione dei nuovi "finanziamenti"
Bye
Scusa Serge, vorrei farti notare una cosa banale, di poca importanza ma che a me pare illuminante. Tu scrivi:
Tutto sommato, Giuseppe Conte, da avvocato....ha fatto un buon lavoro...
Poi prosegui:
Quello invece che a mio avviso preoccupa è che sinora siamo stati in grado di spendere....
Tu capisci vero? Quando una cosa è fatta bene ed ha successo l'ha fatta LUI, quando invece la cosa giusta non la si riesce a fare allora siamo NOI.

Avatar utente
heyoka
Messaggi: 2735
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Has thanked: 708 times
Ti Piace: 273 times

Re: L'arte dell' apprezzare

Messaggio da leggere da heyoka »

nerorosso ha scritto:
28 lug 2020, 1:44
serge ha scritto:
27 lug 2020, 12:25
nerorosso ha scritto:
26 lug 2020, 19:22
heyoka ha scritto:
25 lug 2020, 21:11
Per fare una bella riforma in italia non servono soldi. Anzi.
Questi semmai servono a non farla quella riforma.
In italia x fare una riforma vera servono plotoni di esecuzione.
Heyokkone, ma allora sei anche tu della mia idea…

;) ;)
Lui non è comunista: è fascista! I famosi opposti estremismi.....
Bye
Che a mio parere dovrebbero unirsi contro il comune nemico, il liberalismo.

PS
Heyoka non mi pare fascista…
Non sono ne fascista ne comunista.
Sono un indipendentista.
Detto questo non sono così fanatico e trotone da non sapere che la politica è l' arte del compromesso e del fare il MEGLIO che si può.
Ragion per cui credo che Mussolini, nel contesto storico in vui si è trovato è stato il MIGLIOR politico che l' Italia abbia mai avuto.
Lo stesso posso dire di Lenin e Stalin e forse anche di Hitler.
Non è come nasci, ma come muori, che rivela a quale popolo appartieni.
(Alce Nero)

Avatar utente
serge
Messaggi: 1324
Iscritto il: 9 giu 2019, 8:58
Has thanked: 595 times
Ti Piace: 205 times

Re: L'arte dell' apprezzare

Messaggio da leggere da serge »

giampieros ha scritto:
28 lug 2020, 17:03
serge ha scritto:
23 lug 2020, 12:23
Sayon ha scritto:
23 lug 2020, 0:53
Alfa ha scritto:
22 lug 2020, 21:42

In poche parole, sai che ora ogni singolo parlamento dovrà dare l'ok al recovery, cioè lo deve approvare?
Sai dirmi esattamente se e quando arriveranno questi "fantomatici" soldi ammesso che i parlamenti lo approvino?
Sai dirmi esattamente a quali condizioni?
Solo un cretino può dare del bravo quando ..... primo, non è ancora stato approvato dai singoli parlamenti, secondo, è come scopare una donna al buio, mai vista o conosciuta, non sapere quanti anni tenga, non sapere nemmeno com'è di faccia o di fisico o se fosse sana o malata.
IN VERITÀ TI DICO:
se un abbrobrio simile l'avesse fatto Salvini, tu ora, da bestiolina bizzosa e stupidotta quale sei, saresti qui a darli del bravo o come sempre l'avresti attaccato e definito cialtrone?
Sai come ti definirebbero alcuni miei amici siciliani?
Tu si nuddu miscatu cu nnenti !
Questo e' quello che pensi tu. Io invece penso che l' "aiuto" Europeo e' un segnale che finalmente la EU comincia lavorare come uno Stato Federale (il sogno anche del mio amico Heyoccone) , che l' Italia ha ricevuto piu' di altre nazioni come Spagna e Francia soprattutto a livello di "grant" ovvero senza interessi, e che comunque con il terribile bilancio economico che abbiamo era necesaria una spinta finanziaria come questa. Inoltre una grossa fetta del prestito/grant verra' concessa subito. Meglio cosi perche quello che si mi preoccupa sono la CORRUZIONE schifosa degli ambienti statali e privati italiani che a volte involve persino la Guardia di Finanza. Mi preoccupa anche il fatto che persone anche intelligenti come molti del Forum stiano a sentire le vuote lamentele e pretese di chi sta 'fregando", alterandolo nella sua funzione originale, il CdX italiano. Dare del bravo a Conte non significa essere 5stelluto o Piddino. Al contrario io continuo a considerare i 5stelle come il peggiore partito italiano.



Tutto sommato,Giuseppe Conte,da avvocato abituato alla trattativa, ha fatto un buon lavoro.In parte riconosciuto anche dalla Signora Meloni.In una trattativa - ne so qualcosa per esperienza - si può sempre tentare di portare a casa di più,ma bisogna confrontarsi con l'interlocutore ,che di norma persegue gli stessi obiettivi.
Quello invece ,a mio avviso, preoccupa è che sinora siamo stati in grado di spendere SOLO PARTE dei contributi europei via via attribuitici; non solo,ma come al solito,è già iniziato l'attacco alla diligenza per la gestione dei nuovi "finanziamenti"
Bye
Scusa Serge, vorrei farti notare una cosa banale, di poca importanza ma che a me pare illuminante. Tu scrivi:
Tutto sommato, Giuseppe Conte, da avvocato....ha fatto un buon lavoro...
Poi prosegui:
Quello invece che a mio avviso preoccupa è che sinora siamo stati in grado di spendere....
Tu capisci vero? Quando una cosa è fatta bene ed ha successo l'ha fatta LUI, quando invece la cosa giusta non la si riesce a fare allora siamo NOI.
Caro amico,il fatto che l'Italia non sia stata in grado di "spendere" tutti i contributi europei sinora ricevuti, mi pare sia cosa nota.Forse sarà colpa della burocrazia- di cui forse siamo primatisti mondiali -oppure dei preposti di vario livello: resta il fatto che pare che abbiamo (come Paese Italia) realizzato attorno al 30 % delle opere per cui i contributi erano stato chiesti.Indipendentemente dai colori politici che ci hanno governato.
Per quanto riguarda la "trattativa"(!) a Bruxelles, per come si erano messe le cose, ritengo che che il nostro Primo Ministro - di cui notoriamente non sono un grande estimatore - abbia agito per il meglio. Pensa solamente se al suo posto fosse stato un altro nostro rappresentante,ad esempio Salvini o Di Maio......
Ciao
Beer
Meno si ha da riflettere, più si parla (Charles Louis Montesquieu)

Avatar utente
Gasiot
Messaggi: 1101
Iscritto il: 8 giu 2019, 22:01
Has thanked: 158 times
Ti Piace: 171 times

Re: L'arte dell' apprezzare

Messaggio da leggere da Gasiot »

Apro una parentesi sulla questione dei fondi europei che non riusciamo a prendere ( o spendere) da parecchi anni
Pare che per ottenerli si debba passare da intermediari non meglio identificabili , consulenze specifiche , insomma ...peggio che andare in banca da sconosciuti a chiedere prestiti
Capisco che dell'italiano medio all'estero non abbiano molta fiducia ma più il percorso è tortuoso e meno soldi arriveranno in futuro e siccome di opere incompiute siamo già ben forniti .... sarà mica il caso di rivedere tutto il sistema dei controlli prima e dopo il finanziamento ?
“Se un uomo è uno stupido, non lo emancipi dalla sua stupidità col mandarlo all'università. Semplicemente lo trasformi in uno stupido addestrato, dieci volte più pericoloso.”
DESMOND BAGLEY

giampieros
Messaggi: 559
Iscritto il: 17 giu 2019, 20:07
Has thanked: 137 times
Ti Piace: 221 times

Re: L'arte dell' apprezzare

Messaggio da leggere da giampieros »

Gasiot ha scritto:
29 lug 2020, 17:09
Apro una parentesi sulla questione dei fondi europei che non riusciamo a prendere ( o spendere) da parecchi anni
Pare che per ottenerli si debba passare da intermediari non meglio identificabili , consulenze specifiche , insomma ...peggio che andare in banca da sconosciuti a chiedere prestiti
Capisco che dell'italiano medio all'estero non abbiano molta fiducia ma più il percorso è tortuoso e meno soldi arriveranno in futuro e siccome di opere incompiute siamo già ben forniti .... sarà mica il caso di rivedere tutto il sistema dei controlli prima e dopo il finanziamento ?
Guarda Gasiot, io non lo so perché non riusciamo a spendere i soldi che abbiamo a disposizione...meglio sarebbe dire che non riusciamo a fare i progetti. Perché i soldi si spendono realizzando dei progetti. Per poterli spendere, occorre che il progetto sia "documentato": il background e lo scoping
(qui siamo e là vogliamo arrivare). Un sintesi delle specifiche. Le previsioni economiche e l'auditability che vuol dire come farà il finanziatore del progetto a verificare nel tempo se siano o non sino stati raggiunti i risultati previsti.
Per far questo ci sono degli standard conosciuti da tutti e che si utilizzano in tutti i progetti. Intanto la presentazione del progetto va fatta in inglese.
Se tu od io la scriviamo in italiano, chiunque mastichi un po' di inglese la può tradurre e renderla comprensibile. Se tu prendi qualunque cosa esca dalla Pubblica Amministrazione, risulta difficilissimo quando addirittura impossibile tradurla! Non è scritta in italiano...è scritta in burocratese che è una lingua diversa e completamente sconosciuta fuori dalla pubblica amministrazione!
Allora? Allora, la politica deve individuare il progetto e farsi aiutare da una o più multinazionali che lo fanno di mestiere (Arthur Andersen, Ernest & Young, Price Whaterhouse...), non mettere in piedi delle task force che sanno una mazza di come si presentano i progetti! Così le specifiche e gli economics del progetto, nascono in inglese, con gli strumenti più o meno noti da tutti gli addetti ai lavori.
Facile no?

Avatar utente
Gasiot
Messaggi: 1101
Iscritto il: 8 giu 2019, 22:01
Has thanked: 158 times
Ti Piace: 171 times

Re: L'arte dell' apprezzare

Messaggio da leggere da Gasiot »

giampieros ha scritto:
29 lug 2020, 20:15
Gasiot ha scritto:
29 lug 2020, 17:09
Apro una parentesi sulla questione dei fondi europei che non riusciamo a prendere ( o spendere) da parecchi anni
Pare che per ottenerli si debba passare da intermediari non meglio identificabili , consulenze specifiche , insomma ...peggio che andare in banca da sconosciuti a chiedere prestiti
Capisco che dell'italiano medio all'estero non abbiano molta fiducia ma più il percorso è tortuoso e meno soldi arriveranno in futuro e siccome di opere incompiute siamo già ben forniti .... sarà mica il caso di rivedere tutto il sistema dei controlli prima e dopo il finanziamento ?
Guarda Gasiot, io non lo so perché non riusciamo a spendere i soldi che abbiamo a disposizione...meglio sarebbe dire che non riusciamo a fare i progetti. Perché i soldi si spendono realizzando dei progetti. Per poterli spendere, occorre che il progetto sia "documentato": il background e lo scoping
(qui siamo e là vogliamo arrivare). Un sintesi delle specifiche. Le previsioni economiche e l'auditability che vuol dire come farà il finanziatore del progetto a verificare nel tempo se siano o non sino stati raggiunti i risultati previsti.
Per far questo ci sono degli standard conosciuti da tutti e che si utilizzano in tutti i progetti. Intanto la presentazione del progetto va fatta in inglese.
Se tu od io la scriviamo in italiano, chiunque mastichi un po' di inglese la può tradurre e renderla comprensibile. Se tu prendi qualunque cosa esca dalla Pubblica Amministrazione, risulta difficilissimo quando addirittura impossibile tradurla! Non è scritta in italiano...è scritta in burocratese che è una lingua diversa e completamente sconosciuta fuori dalla pubblica amministrazione!
Allora? Allora, la politica deve individuare il progetto e farsi aiutare da una o più multinazionali che lo fanno di mestiere (Arthur Andersen, Ernest & Young, Price Whaterhouse...), non mettere in piedi delle task force che sanno una mazza di come si presentano i progetti! Così le specifiche e gli economics del progetto, nascono in inglese, con gli strumenti più o meno noti da tutti gli addetti ai lavori.
Facile no?
Spiegazione perfetta, ma quelli che hai citato come esperti non credo siano intrallazzati con i politici come le task force nostrane fatte da amici
“Se un uomo è uno stupido, non lo emancipi dalla sua stupidità col mandarlo all'università. Semplicemente lo trasformi in uno stupido addestrato, dieci volte più pericoloso.”
DESMOND BAGLEY

Avatar utente
Sayon
Messaggi: 3112
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Has thanked: 13 times
Ti Piace: 138 times

Re: L'arte dell' apprezzare

Messaggio da leggere da Sayon »

Gasiot ha scritto:
29 lug 2020, 20:32
giampieros ha scritto:
29 lug 2020, 20:15
Gasiot ha scritto:
29 lug 2020, 17:09
Apro una parentesi sulla questione dei fondi europei che non riusciamo a prendere ( o spendere) da parecchi anni
Pare che per ottenerli si debba passare da intermediari non meglio identificabili , consulenze specifiche , insomma ...peggio che andare in banca da sconosciuti a chiedere prestiti
Capisco che dell'italiano medio all'estero non abbiano molta fiducia ma più il percorso è tortuoso e meno soldi arriveranno in futuro e siccome di opere incompiute siamo già ben forniti .... sarà mica il caso di rivedere tutto il sistema dei controlli prima e dopo il finanziamento ?
Guarda Gasiot, io non lo so perché non riusciamo a spendere i soldi che abbiamo a disposizione...meglio sarebbe dire che non riusciamo a fare i progetti. Perché i soldi si spendono realizzando dei progetti. Per poterli spendere, occorre che il progetto sia "documentato": il background e lo scoping
(qui siamo e là vogliamo arrivare). Un sintesi delle specifiche. Le previsioni economiche e l'auditability che vuol dire come farà il finanziatore del progetto a verificare nel tempo se siano o non sino stati raggiunti i risultati previsti.
Per far questo ci sono degli standard conosciuti da tutti e che si utilizzano in tutti i progetti. Intanto la presentazione del progetto va fatta in inglese.
Se tu od io la scriviamo in italiano, chiunque mastichi un po' di inglese la può tradurre e renderla comprensibile. Se tu prendi qualunque cosa esca dalla Pubblica Amministrazione, risulta difficilissimo quando addirittura impossibile tradurla! Non è scritta in italiano...è scritta in burocratese che è una lingua diversa e completamente sconosciuta fuori dalla pubblica amministrazione!
Allora? Allora, la politica deve individuare il progetto e farsi aiutare da una o più multinazionali che lo fanno di mestiere (Arthur Andersen, Ernest & Young, Price Whaterhouse...), non mettere in piedi delle task force che sanno una mazza di come si presentano i progetti! Così le specifiche e gli economics del progetto, nascono in inglese, con gli strumenti più o meno noti da tutti gli addetti ai lavori.
Facile no?
Spiegazione perfetta, ma quelli che hai citato come esperti non credo siano intrallazzati con i politici come le task force nostrane fatte da amici
Quante stupidaggini (NON mi riferisco a te Gasiot!) : in Italia siamo perfettamente capaci di fare "progetti" anche in lingua inglese. I problemi sono soltanto burocratici, d'interessi (moficare il progetto per beneficare una regione/citta' invece che un'altra, e amministrativi): in poche parole, tecnicamente siamo a postissimo, ma politicamente facciamo schifo Ad esempio l' autostrada Tirreno-Adriatico non si e' ancora fatta perche i "sindaci" di alcune citta' marchigiane si sono opposte al tracciato. Durante l'appalto e costruzione invece prevale la... corruzione. Siamo alle solite. Queli che rovinano tutto non sono mai i tecnici e i professionisti, ma la solita gentarella politica. Parlaiamo giustamente male dei magistrati, ma forse i politici, soprattutto a livello regionale, sono di gran lunga peggiori

Avatar utente
heyoka
Messaggi: 2735
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Has thanked: 708 times
Ti Piace: 273 times

Re: L'arte dell' apprezzare

Messaggio da leggere da heyoka »

Parlaiamo giustamente male dei magistrati, ma forse i politici, soprattutto a livello regionale, sono di gran lunga peggiori
Specie dove ci sono governatori Legaioli, in particolare.
Vero Sayon?
Vuoi mettere come andavano meglio le cose quando al posto di Fontana c' era Formigoni e al posto di Zaia c' era Galan?
Non è come nasci, ma come muori, che rivela a quale popolo appartieni.
(Alce Nero)

giampieros
Messaggi: 559
Iscritto il: 17 giu 2019, 20:07
Has thanked: 137 times
Ti Piace: 221 times

Re: L'arte dell' apprezzare

Messaggio da leggere da giampieros »

Sayon ha scritto:
29 lug 2020, 20:47
Gasiot ha scritto:
29 lug 2020, 20:32
giampieros ha scritto:
29 lug 2020, 20:15
Gasiot ha scritto:
29 lug 2020, 17:09
Apro una parentesi sulla questione dei fondi europei che non riusciamo a prendere ( o spendere) da parecchi anni
Pare che per ottenerli si debba passare da intermediari non meglio identificabili , consulenze specifiche , insomma ...peggio che andare in banca da sconosciuti a chiedere prestiti
Capisco che dell'italiano medio all'estero non abbiano molta fiducia ma più il percorso è tortuoso e meno soldi arriveranno in futuro e siccome di opere incompiute siamo già ben forniti .... sarà mica il caso di rivedere tutto il sistema dei controlli prima e dopo il finanziamento ?
Guarda Gasiot, io non lo so perché non riusciamo a spendere i soldi che abbiamo a disposizione...meglio sarebbe dire che non riusciamo a fare i progetti. Perché i soldi si spendono realizzando dei progetti. Per poterli spendere, occorre che il progetto sia "documentato": il background e lo scoping
(qui siamo e là vogliamo arrivare). Un sintesi delle specifiche. Le previsioni economiche e l'auditability che vuol dire come farà il finanziatore del progetto a verificare nel tempo se siano o non sino stati raggiunti i risultati previsti.
Per far questo ci sono degli standard conosciuti da tutti e che si utilizzano in tutti i progetti. Intanto la presentazione del progetto va fatta in inglese.
Se tu od io la scriviamo in italiano, chiunque mastichi un po' di inglese la può tradurre e renderla comprensibile. Se tu prendi qualunque cosa esca dalla Pubblica Amministrazione, risulta difficilissimo quando addirittura impossibile tradurla! Non è scritta in italiano...è scritta in burocratese che è una lingua diversa e completamente sconosciuta fuori dalla pubblica amministrazione!
Allora? Allora, la politica deve individuare il progetto e farsi aiutare da una o più multinazionali che lo fanno di mestiere (Arthur Andersen, Ernest & Young, Price Whaterhouse...), non mettere in piedi delle task force che sanno una mazza di come si presentano i progetti! Così le specifiche e gli economics del progetto, nascono in inglese, con gli strumenti più o meno noti da tutti gli addetti ai lavori.
Facile no?
Spiegazione perfetta, ma quelli che hai citato come esperti non credo siano intrallazzati con i politici come le task force nostrane fatte da amici
Quante stupidaggini (NON mi riferisco a te Gasiot!) : in Italia siamo perfettamente capaci di fare "progetti" anche in lingua inglese. I problemi sono soltanto burocratici, d'interessi (moficare il progetto per beneficare una regione/citta' invece che un'altra, e amministrativi): in poche parole, tecnicamente siamo a postissimo, ma politicamente facciamo schifo Ad esempio l' autostrada Tirreno-Adriatico non si e' ancora fatta perche i "sindaci" di alcune citta' marchigiane si sono opposte al tracciato. Durante l'appalto e costruzione invece prevale la... corruzione. Siamo alle solite. Queli che rovinano tutto non sono mai i tecnici e i professionisti, ma la solita gentarella politica. Parlaiamo giustamente male dei magistrati, ma forse i politici, soprattutto a livello regionale, sono di gran lunga peggiori
Ma va là...mica lo sapevamo che in Italia eravamo capaci a fare i progetti secondo gli standard internazionali! Ma secondo te i consulenti di PriceWaterhouse o Arthur Andersen che operano in Italia, sono americani?? Sono italianissimi, come i dipendenti delle grandi multinazionali che hanno un'affiliata in Italia: parlo di IBM, Siemens, General Motor, Microsoft, ExxonMobil, Samsung, Honda...moltissimi parlano un discreto inglese e comunque sanno fare presentazioni di progetti in inglese.
E' la PUBBLICA AMMINISTRAZIONE che non lo sa fare! Non gli italiani! A me sembrava chiaro...evidentemente non lo era, o non lo era per te.

Rispondi