l'economia

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Mugik
Messaggi: 154
Iscritto il: 8 giu 2020, 22:55
Ti Piace: 14 times

l'economia

Messaggio da leggere da Mugik »

Aristotele individua nel metron e nella lotta alla dismisura la differenza radicale fra l’economia, e cioè la legge riproduttiva della casa comune, e la crematistica, e cioè l’arte di accumulare più ricchezze private possibili).
Marx inizia dove Aristotele si era fermato. Marx infatti nota che la produzione capitalistica è per sua natura illimitata, : “Il movimento del capitale - egli scrive - è senza misura”. L’economia politica fondata da Adam Smith con la Ricchezza delle Nazioni del 1776 non è a rigore una “economia” nel senso di Aristotele, ma una crematistica moderna, che pone il principio dell’illimitatezza potenziale dell’accumulazione capitalistica non come problema da indagare ma come ovvietà da constatare
Integriamo queste osservazioni con la recente dichiarazione di papa francesco con la SACRO-SANTA affermazione:
--«Quando la società – locale, nazionale o mondiale – abbandona nella periferia una parte di sé, non vi saranno programmi politici, né forze dell’ordine o di intelligence che possano assicurare illimitatamente la tranquillità. Ciò non accade soltanto perché l’inequità provoca la reazione violenta di quanti sono esclusi dal sistema, bensì perché il sistema sociale ed economico è ingiusto alla radice.
Per chi nn lo sapesse la radice è come si producono le merci
Rispondi