ISLAM

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Mugik
Messaggi: 103
Iscritto il: 8 giu 2020, 22:55
Ti Piace: 12 times

ISLAM

Messaggio da leggere da Mugik »

Col discorso di ratisbona il papa emerito ,si imbarca in disquisizioni teologiche che planano direttamente sulla politica,con l'ambizione di affrontare uno dei temi piu scottanti del mondo odierno, dimentico di essere il capo spirituale di una religione concorrente e nn un semplice studioso
Col risultato di offendere qli alti esponenti islamici ,di dover riconoscere che pure in branche della teologia cristiana è stato affrontato quel tema ,secondo me per il tramite di una bella arrampicata sugli specchi.
Argomento che risale direttamente alle fonti della violenza politica ,della jiad ,o guerra santa
Papa raatzi inizia spiegandoci che dio in quanto logos cioe unità di ragione e parola ci ama vuole il nostro bene ,detesta la violenza in ogni forma Per qli islamici invece dio è indefinibile assolutamente incondizionato , libero e incommensurabile
nella sua infinita libertà potrebbe nn seguire i nostri schemi logici spingendosi fino al punto di volere il contrario di cio che crediamo ,
Per questo qli islamici si sentono liberi di regolare le questioni di fede di giustizia,di violenza e di caritas riferendosi un dio che incuda la violenza estrema
Qui nn si tratta di capire se l'islam sia teologicamente legittimo.ma lo sia politicamente ,visto che fede e politica per loro sono una sola cosa
Dio è solo logos o anche infinito arbitrio ?
O come sembra affermare l'ex papa ratzi le 2 cose insieme ,che a me appare la piu vera ,visto che nn è possibile immaginare nulla al di fuori di esso
Il dio come logos è prerogativa del cristianesimo ,il dio come insondabile arbitrio estremo,a cui ci si deve incondizionatamente sottomettere
,salvo conservare la libertà di reagire al sopruso ,violenza inclusa ,perche nn esplicitamente vietata da nulla che da lui discenda,è prerogativa del islam nn solo nella versione radicale

Avatar utente
Valerio
Messaggi: 2531
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Has thanked: 516 times
Ti Piace: 351 times

Re: ISLAM

Messaggio da leggere da Valerio »

Mugik ha scritto:
26 giu 2020, 10:29
Col discorso di ratisbona il papa emerito ,si imbarca in disquisizioni teologiche che planano direttamente sulla politica,con l'ambizione di affrontare uno dei temi piu scottanti del mondo odierno, dimentico di essere il capo spirituale di una religione concorrente e nn un semplice studioso
Col risultato di offendere qli alti esponenti islamici ,di dover riconoscere che pure in branche della teologia cristiana è stato affrontato quel tema ,secondo me per il tramite di una bella arrampicata sugli specchi.
Argomento che risale direttamente alle fonti della violenza politica ,della jiad ,o guerra santa
Papa raatzi inizia spiegandoci che dio in quanto logos cioe unità di ragione e parola ci ama vuole il nostro bene ,detesta la violenza in ogni forma Per qli islamici invece dio è indefinibile assolutamente incondizionato , libero e incommensurabile
nella sua infinita libertà potrebbe nn seguire i nostri schemi logici spingendosi fino al punto di volere il contrario di cio che crediamo ,
Per questo qli islamici si sentono liberi di regolare le questioni di fede di giustizia,di violenza e di caritas riferendosi un dio che incuda la violenza estrema
Qui nn si tratta di capire se l'islam sia teologicamente legittimo.ma lo sia politicamente ,visto che fede e politica per loro sono una sola cosa
Dio è solo logos o anche infinito arbitrio ?
O come sembra affermare l'ex papa ratzi le 2 cose insieme ,che a me appare la piu vera ,visto che nn è possibile immaginare nulla al di fuori di esso
Il dio come logos è prerogativa del cristianesimo ,il dio come insondabile arbitrio estremo,a cui ci si deve incondizionatamente sottomettere
,salvo conservare la libertà di reagire al sopruso ,violenza inclusa ,perche nn esplicitamente vietata da nulla che da lui discenda,è prerogativa del islam nn solo nella versione radicale
Fortuna che Dio ha degli abili segretari che lo collaborano nei suoi impegni.

Ragazzo dal nome russo che significa contadino, ovvero servo della gleba, si da il caso che Dio non accetti alcuna limitazione (essendo infinito ed incommensurabile), a tal punto che persino il Suo Popolo Eletto ha timore di pronunciare il Nome, ricorrendo ad una "non definizione" (Jahvé, Colui che é). Visto che ti senti un filosofo, per quanto rustico dal nome che ti sei scelto, ricorda, eventualmente rispolvera le tue cognizioni di Bibbia e Filosofia, che dare un nome ad una qualunque entità equivale a possederla.

Se noi Cristiani osiamo pronunciare il Nome, è perché lo ha comunicato Egli stesso nel primo Comandamento.

Signore, Dio.

Questo in risposta anche a Carletto che mi dà del "bacchettone". Io cerco solo di non offendere in nessun modo chi è tanto al di sopra di me, sai, la prudenza.........
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B

Avatar utente
Gasiot
Messaggi: 1065
Iscritto il: 8 giu 2019, 22:01
Has thanked: 132 times
Ti Piace: 151 times

Re: ISLAM

Messaggio da leggere da Gasiot »

Mugik ha scritto:
26 giu 2020, 10:29
Col discorso di ratisbona il papa emerito ,si imbarca in disquisizioni teologiche che planano direttamente sulla politica,con l'ambizione di affrontare uno dei temi piu scottanti del mondo odierno, dimentico di essere il capo spirituale di una religione concorrente e nn un semplice studioso
Col risultato di offendere qli alti esponenti islamici ,di dover riconoscere che pure in branche della teologia cristiana è stato affrontato quel tema ,secondo me per il tramite di una bella arrampicata sugli specchi.
Argomento che risale direttamente alle fonti della violenza politica ,della jiad ,o guerra santa
Papa raatzi inizia spiegandoci che dio in quanto logos cioe unità di ragione e parola ci ama vuole il nostro bene ,detesta la violenza in ogni forma Per qli islamici invece dio è indefinibile assolutamente incondizionato , libero e incommensurabile
nella sua infinita libertà potrebbe nn seguire i nostri schemi logici spingendosi fino al punto di volere il contrario di cio che crediamo ,
Per questo qli islamici si sentono liberi di regolare le questioni di fede di giustizia,di violenza e di caritas riferendosi un dio che incuda la violenza estrema
Qui nn si tratta di capire se l'islam sia teologicamente legittimo.ma lo sia politicamente ,visto che fede e politica per loro sono una sola cosa
Dio è solo logos o anche infinito arbitrio ?
O come sembra affermare l'ex papa ratzi le 2 cose insieme ,che a me appare la piu vera ,visto che nn è possibile immaginare nulla al di fuori di esso
Il dio come logos è prerogativa del cristianesimo ,il dio come insondabile arbitrio estremo,a cui ci si deve incondizionatamente sottomettere
,salvo conservare la libertà di reagire al sopruso ,violenza inclusa ,perche nn esplicitamente vietata da nulla che da lui discenda,è prerogativa del islam nn solo nella versione radicale
Ammetto di non essere un grande conoscitore delle teorie religiose .ma non ho compreso dove vuole arrivare questo tuo discorso
Da quel poco che so, il giudizio di Dio arriverà dopo che sarai morto ( eventualmente ) ma il giudizio di Allah ti può arrivare addosso anche da vivo se incontri il fanatico incazzato
Quindi sono loro che hanno problemi con la politica di una società
“Se un uomo è uno stupido, non lo emancipi dalla sua stupidità col mandarlo all'università. Semplicemente lo trasformi in uno stupido addestrato, dieci volte più pericoloso.”
DESMOND BAGLEY

Mugik
Messaggi: 103
Iscritto il: 8 giu 2020, 22:55
Ti Piace: 12 times

Re: ISLAM

Messaggio da leggere da Mugik »

Valerio ha scritto:
26 giu 2020, 11:20
Mugik ha scritto:
26 giu 2020, 10:29
Col discorso di ratisbona il papa emerito ,si imbarca in disquisizioni teologiche che planano direttamente sulla politica,con l'ambizione di affrontare uno dei temi piu scottanti del mondo odierno, dimentico di essere il capo spirituale di una religione concorrente e nn un semplice studioso
Col risultato di offendere qli alti esponenti islamici ,di dover riconoscere che pure in branche della teologia cristiana è stato affrontato quel tema ,secondo me per il tramite di una bella arrampicata sugli specchi.
Argomento che risale direttamente alle fonti della violenza politica ,della jiad ,o guerra santa
Papa raatzi inizia spiegandoci che dio in quanto logos cioe unità di ragione e parola ci ama vuole il nostro bene ,detesta la violenza in ogni forma Per qli islamici invece dio è indefinibile assolutamente incondizionato , libero e incommensurabile
nella sua infinita libertà potrebbe nn seguire i nostri schemi logici spingendosi fino al punto di volere il contrario di cio che crediamo ,
Per questo qli islamici si sentono liberi di regolare le questioni di fede di giustizia,di violenza e di caritas riferendosi un dio che incuda la violenza estrema
Qui nn si tratta di capire se l'islam sia teologicamente legittimo.ma lo sia politicamente ,visto che fede e politica per loro sono una sola cosa
Dio è solo logos o anche infinito arbitrio ?
O come sembra affermare l'ex papa ratzi le 2 cose insieme ,che a me appare la piu vera ,visto che nn è possibile immaginare nulla al di fuori di esso
Il dio come logos è prerogativa del cristianesimo ,il dio come insondabile arbitrio estremo,a cui ci si deve incondizionatamente sottomettere
,salvo conservare la libertà di reagire al sopruso ,violenza inclusa ,perche nn esplicitamente vietata da nulla che da lui discenda,è prerogativa del islam nn solo nella versione radicale
Fortuna che Dio ha degli abili segretari che lo collaborano nei suoi impegni.

Ragazzo dal nome russo che significa contadino, ovvero servo della gleba, si da il caso che Dio non accetti alcuna limitazione (essendo infinito ed incommensurabile), a tal punto che persino il Suo Popolo Eletto ha timore di pronunciare il Nome, ricorrendo ad una "non definizione" (Jahvé, Colui che é). Visto che ti senti un filosofo, per quanto rustico dal nome che ti sei scelto, ricorda, eventualmente rispolvera le tue cognizioni di Bibbia e Filosofia, che dare un nome ad una qualunque entità equivale a possederla.

Se noi Cristiani osiamo pronunciare il Nome, è perché lo ha comunicato Egli stesso nel primo Comandamento.

Signore, Dio.

Questo in risposta anche a Carletto che mi dà del "bacchettone". Io cerco solo di non offendere in nessun modo chi è tanto al di sopra di me, sai, la prudenza.........
E dagli col possesso voi liberali siete proprio fissati
sECONDO ME eventualmente nominarlo significa delimitarlo nel senso di dargli dei confini
E tu capisci che dare dei confini a dio è quantomeno azzardato
Ad ogni buon conto colui che è ,e dio sono sinonimi
Il suo popolo il primo monoteista ,per questo pure, massimamente metafisico ,in quanto tale ha solo intuitivamente anticipato l'essere della filosofia greca , il solo parmenide si è azzardato a tentare una descrizione rimasta uguale a stessa fino ai nostri giorni
L'ontologia che dovrebbe studiarlo ha appurato che l'essere è altrettanto sfuggente e misterioso quindi mi pare nome piu che appropriato appropriato
Di mugik ne disserta diffusamente Tolstoj nei sui capolavori
Da li l'ho preso

Mugik
Messaggi: 103
Iscritto il: 8 giu 2020, 22:55
Ti Piace: 12 times

Re: ISLAM

Messaggio da leggere da Mugik »

Gasiot ha scritto:
26 giu 2020, 11:37
Mugik ha scritto:
26 giu 2020, 10:29
Col discorso di ratisbona il papa emerito ,si imbarca in disquisizioni teologiche che planano direttamente sulla politica,con l'ambizione di affrontare uno dei temi piu scottanti del mondo odierno, dimentico di essere il capo spirituale di una religione concorrente e nn un semplice studioso
Col risultato di offendere qli alti esponenti islamici ,di dover riconoscere che pure in branche della teologia cristiana è stato affrontato quel tema ,secondo me per il tramite di una bella arrampicata sugli specchi.
Argomento che risale direttamente alle fonti della violenza politica ,della jiad ,o guerra santa
Papa raatzi inizia spiegandoci che dio in quanto logos cioe unità di ragione e parola ci ama vuole il nostro bene ,detesta la violenza in ogni forma Per qli islamici invece dio è indefinibile assolutamente incondizionato , libero e incommensurabile
nella sua infinita libertà potrebbe nn seguire i nostri schemi logici spingendosi fino al punto di volere il contrario di cio che crediamo ,
Per questo qli islamici si sentono liberi di regolare le questioni di fede di giustizia,di violenza e di caritas riferendosi un dio che incuda la violenza estrema
Qui nn si tratta di capire se l'islam sia teologicamente legittimo.ma lo sia politicamente ,visto che fede e politica per loro sono una sola cosa
Dio è solo logos o anche infinito arbitrio ?
O come sembra affermare l'ex papa ratzi le 2 cose insieme ,che a me appare la piu vera ,visto che nn è possibile immaginare nulla al di fuori di esso
Il dio come logos è prerogativa del cristianesimo ,il dio come insondabile arbitrio estremo,a cui ci si deve incondizionatamente sottomettere
,salvo conservare la libertà di reagire al sopruso ,violenza inclusa ,perche nn esplicitamente vietata da nulla che da lui discenda,è prerogativa del islam nn solo nella versione radicale
Ammetto di non essere un grande conoscitore delle teorie religiose .ma non ho compreso dove vuole arrivare questo tuo discorso
Da quel poco che so, il giudizio di Dio arriverà dopo che sarai morto ( eventualmente ) ma il giudizio di Allah ti può arrivare addosso anche da vivo se incontri il fanatico incazzato
Quindi sono loro che hanno problemi con la politica di una società
Si appunto....
Come suo solito divaga.......

Avatar utente
Gasiot
Messaggi: 1065
Iscritto il: 8 giu 2019, 22:01
Has thanked: 132 times
Ti Piace: 151 times

Re: ISLAM

Messaggio da leggere da Gasiot »

Mugik ha scritto:
26 giu 2020, 14:38
Gasiot ha scritto:
26 giu 2020, 11:37
Mugik ha scritto:
26 giu 2020, 10:29
Col discorso di ratisbona il papa emerito ,si imbarca in disquisizioni teologiche che planano direttamente sulla politica,con l'ambizione di affrontare uno dei temi piu scottanti del mondo odierno, dimentico di essere il capo spirituale di una religione concorrente e nn un semplice studioso
Col risultato di offendere qli alti esponenti islamici ,di dover riconoscere che pure in branche della teologia cristiana è stato affrontato quel tema ,secondo me per il tramite di una bella arrampicata sugli specchi.
Argomento che risale direttamente alle fonti della violenza politica ,della jiad ,o guerra santa
Papa raatzi inizia spiegandoci che dio in quanto logos cioe unità di ragione e parola ci ama vuole il nostro bene ,detesta la violenza in ogni forma Per qli islamici invece dio è indefinibile assolutamente incondizionato , libero e incommensurabile
nella sua infinita libertà potrebbe nn seguire i nostri schemi logici spingendosi fino al punto di volere il contrario di cio che crediamo ,
Per questo qli islamici si sentono liberi di regolare le questioni di fede di giustizia,di violenza e di caritas riferendosi un dio che incuda la violenza estrema
Qui nn si tratta di capire se l'islam sia teologicamente legittimo.ma lo sia politicamente ,visto che fede e politica per loro sono una sola cosa
Dio è solo logos o anche infinito arbitrio ?
O come sembra affermare l'ex papa ratzi le 2 cose insieme ,che a me appare la piu vera ,visto che nn è possibile immaginare nulla al di fuori di esso
Il dio come logos è prerogativa del cristianesimo ,il dio come insondabile arbitrio estremo,a cui ci si deve incondizionatamente sottomettere
,salvo conservare la libertà di reagire al sopruso ,violenza inclusa ,perche nn esplicitamente vietata da nulla che da lui discenda,è prerogativa del islam nn solo nella versione radicale
Ammetto di non essere un grande conoscitore delle teorie religiose .ma non ho compreso dove vuole arrivare questo tuo discorso
Da quel poco che so, il giudizio di Dio arriverà dopo che sarai morto ( eventualmente ) ma il giudizio di Allah ti può arrivare addosso anche da vivo se incontri il fanatico incazzato
Quindi sono loro che hanno problemi con la politica di una società
Si appunto....
Come suo solito divaga.......
Cercavo solo di capirti
“Se un uomo è uno stupido, non lo emancipi dalla sua stupidità col mandarlo all'università. Semplicemente lo trasformi in uno stupido addestrato, dieci volte più pericoloso.”
DESMOND BAGLEY

Avatar utente
Valerio
Messaggi: 2531
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Has thanked: 516 times
Ti Piace: 351 times

Re: ISLAM

Messaggio da leggere da Valerio »

Si, ora è tutto chiaro, anch'io trovo Tolstoj tanto palloso. :mrgreen:
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B

Mugik
Messaggi: 103
Iscritto il: 8 giu 2020, 22:55
Ti Piace: 12 times

Re: ISLAM

Messaggio da leggere da Mugik »

Si arguisce

Avatar utente
carletto3
Messaggi: 2516
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Has thanked: 77 times
Ti Piace: 343 times

Re: ISLAM

Messaggio da leggere da carletto3 »

Valerio ha scritto:
26 giu 2020, 11:20
Mugik ha scritto:
26 giu 2020, 10:29
Col discorso di ratisbona il papa emerito ,si imbarca in disquisizioni teologiche che planano direttamente sulla politica,con l'ambizione di affrontare uno dei temi piu scottanti del mondo odierno, dimentico di essere il capo spirituale di una religione concorrente e nn un semplice studioso
Col risultato di offendere qli alti esponenti islamici ,di dover riconoscere che pure in branche della teologia cristiana è stato affrontato quel tema ,secondo me per il tramite di una bella arrampicata sugli specchi.
Argomento che risale direttamente alle fonti della violenza politica ,della jiad ,o guerra santa
Papa raatzi inizia spiegandoci che dio in quanto logos cioe unità di ragione e parola ci ama vuole il nostro bene ,detesta la violenza in ogni forma Per qli islamici invece dio è indefinibile assolutamente incondizionato , libero e incommensurabile
nella sua infinita libertà potrebbe nn seguire i nostri schemi logici spingendosi fino al punto di volere il contrario di cio che crediamo ,
Per questo qli islamici si sentono liberi di regolare le questioni di fede di giustizia,di violenza e di caritas riferendosi un dio che incuda la violenza estrema
Qui nn si tratta di capire se l'islam sia teologicamente legittimo.ma lo sia politicamente ,visto che fede e politica per loro sono una sola cosa
Dio è solo logos o anche infinito arbitrio ?
O come sembra affermare l'ex papa ratzi le 2 cose insieme ,che a me appare la piu vera ,visto che nn è possibile immaginare nulla al di fuori di esso
Il dio come logos è prerogativa del cristianesimo ,il dio come insondabile arbitrio estremo,a cui ci si deve incondizionatamente sottomettere
,salvo conservare la libertà di reagire al sopruso ,violenza inclusa ,perche nn esplicitamente vietata da nulla che da lui discenda,è prerogativa del islam nn solo nella versione radicale
Fortuna che Dio ha degli abili segretari che lo collaborano nei suoi impegni.

Ragazzo dal nome russo che significa contadino, ovvero servo della gleba, si da il caso che Dio non accetti alcuna limitazione (essendo infinito ed incommensurabile), a tal punto che persino il Suo Popolo Eletto ha timore di pronunciare il Nome, ricorrendo ad una "non definizione" (Jahvé, Colui che é). Visto che ti senti un filosofo, per quanto rustico dal nome che ti sei scelto, ricorda, eventualmente rispolvera le tue cognizioni di Bibbia e Filosofia, che dare un nome ad una qualunque entità equivale a possederla.

Se noi Cristiani osiamo pronunciare il Nome, è perché lo ha comunicato Egli stesso nel primo Comandamento.

Signore, Dio.

Questo in risposta anche a Carletto che mi dà del "bacchettone". Io cerco solo di non offendere in nessun modo chi è tanto al di sopra di me, sai, la prudenza.........
Povero Carlettino...sempre tirato in ballo come Dio.....e pensare che io non ho mai offeso una qualsivoglia divinita' essendo un perfetto ateo devoto.......che rispetta tutte le divinita' altrui...persino la dea Kali'....pensa te.....Ogni tanto me la prendo con la Maremma amara....ma è un prendersela con una localita' fino a poco tempo fa dannata.....non una divinita'.
Ma se fossi Dio...e qua vi rimando alla favolosa canzone di Gaber....così vi chiarite le idee...
https://www.rockit.it/giorgiogaber/canz ... dio/235742
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)

Avatar utente
Sayon
Messaggi: 2877
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Has thanked: 10 times
Ti Piace: 109 times

Re: ISLAM

Messaggio da leggere da Sayon »

Mugik ha scritto:
26 giu 2020, 10:29
Col discorso di ratisbona il papa emerito ,si imbarca in disquisizioni teologiche che planano direttamente sulla politica,con l'ambizione di affrontare uno dei temi piu scottanti del mondo odierno, dimentico di essere il capo spirituale di una religione concorrente e nn un semplice studioso
Col risultato di offendere qli alti esponenti islamici ,di dover riconoscere che pure in branche della teologia cristiana è stato affrontato quel tema ,secondo me per il tramite di una bella arrampicata sugli specchi.
Argomento che risale direttamente alle fonti della violenza politica ,della jiad ,o guerra santa
Papa raatzi inizia spiegandoci che dio in quanto logos cioe unità di ragione e parola ci ama vuole il nostro bene ,detesta la violenza in ogni forma Per qli islamici invece dio è indefinibile assolutamente incondizionato , libero e incommensurabile
nella sua infinita libertà potrebbe nn seguire i nostri schemi logici spingendosi fino al punto di volere il contrario di cio che crediamo ,
Per questo qli islamici si sentono liberi di regolare le questioni di fede di giustizia,di violenza e di caritas riferendosi un dio che incuda la violenza estrema
Qui nn si tratta di capire se l'islam sia teologicamente legittimo.ma lo sia politicamente ,visto che fede e politica per loro sono una sola cosa
Dio è solo logos o anche infinito arbitrio ?
O come sembra affermare l'ex papa ratzi le 2 cose insieme ,che a me appare la piu vera ,visto che nn è possibile immaginare nulla al di fuori di esso
Il dio come logos è prerogativa del cristianesimo ,il dio come insondabile arbitrio estremo,a cui ci si deve incondizionatamente sottomettere
,salvo conservare la libertà di reagire al sopruso ,violenza inclusa ,perche nn esplicitamente vietata da nulla che da lui discenda,è prerogativa del islam nn solo nella versione radicale
Il Papa fa benissimo a criticare l' Islam, come del resto fece anche Ratzinger all' inizio del suo papato. Se non lo fanno loro allora chi puo' farlo. L' islam riconosce some Dio allo stesso Dio della religione cristiana e ebraica. Fin qua nessuna polemica. L' slamismo ha un' altisssima opinione di Cristo e della madonna. Fin qui , perfino meglio dell' Ebraismo. Ma, sei vai a leggere i Sura,ovvero versetti del Corano, ne immette alcuni (immesssi certamente da Maometto che non era uno stico di santo) di una violenza straordinaria . Questi verseti spingono alla mutilazione, uccisione e distruzione di persone di fede diversa.Finche' questi versetti nonverrano aboliti o modificati, la religione islamica e' e sara' una religione che spinge alla violenza come del resto dimostrato dalle loro continue guerre intestine, uccisioni, violenti colpi di stato e terrorismo. Allora Mugik, se c'e una critica da fare ai Papi, e' percjhe' non hanno attaccato con piu' forza all' unica religione che spinge all' odio e alla divisione? Il Buddismo e il Taoismo sono piu' filosofie che religioni, ma si mantengono sui binari della saggezza.

Rispondi