Trump rema contro Big Pharma?

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Avatar utente
nerorosso
Messaggi: 1307
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Has thanked: 118 times
Ti Piace: 161 times

Trump rema contro Big Pharma?

Messaggio da leggere da nerorosso »

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/0 ... i/5808072/

Trump ha dichiarato di assumere, come prevenzione contro il covid19, sotto controllo medico ovviamente, una compressa al giorno di idrossiclorochina, praticamente il vecchio chinino.

Trump è un idiota? Non credo proprio.

I suoi medici sono idioti? Lo credo ancor meno.
A me pare piuttosto una battaglia mascherata contro gli ideologi della vaccinazione di massa contro un fantasma.
PATRIA O MUERTE!!!

(Fidel Castro)

porterrockwell
Messaggi: 918
Iscritto il: 9 giu 2019, 11:47
Has thanked: 12 times
Ti Piace: 158 times

Re: Trump rema contro Big Pharma?

Messaggio da leggere da porterrockwell »

Ohi, da ignorante dovrei star zitto, ma vedere un giornale di sinistra come il Fatto che quasi sostiene Trump sulla questione, mi fa pensare. Dopo settimane salta fuori che il Covid causerebbe trombosi negli alveoli polmonari; ora la logica sarebbe che a coloro con febbre che sono lasciati lì qualche giorno a casa per vedere se è il caso di fare il tampone o no e decidere se è COVID o no, somministrare loro da subito un anticoagulante come l'eparina a basse dosi male non farebbe.
Io, ma parlo sempre da ignorante, ho la sensazione che tanta gente sia stata curata da COVID dopo una settimana - dieci giorni dando modo al virus di aggravare le condizioni del paziente. Che costa dare subito idrossiclorochina ed eparina? Magari si evitano delle successive intubazioni. Cosa costa darla ai nonni delle case di riposo appena sviluppano un po' di febbre?
Il vaccino poi, uno serio e ben testato, campa cavallo. Mica vogliamo far la fine di indiani ed africani che hanno provato le delizie della sperimentazione dei vaccini della Gates Foundation !!

Avatar utente
Valerio
Messaggi: 2373
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Has thanked: 434 times
Ti Piace: 276 times

Re: Trump rema contro Big Pharma?

Messaggio da leggere da Valerio »

porterrockwell ha scritto:
21 mag 2020, 14:40
Ohi, da ignorante dovrei star zitto, ma vedere un giornale di sinistra come il Fatto che quasi sostiene Trump sulla questione, mi fa pensare. Dopo settimane salta fuori che il Covid causerebbe trombosi negli alveoli polmonari; ora la logica sarebbe che a coloro con febbre che sono lasciati lì qualche giorno a casa per vedere se è il caso di fare il tampone o no e decidere se è COVID o no, somministrare loro da subito un anticoagulante come l'eparina a basse dosi male non farebbe.
Io, ma parlo sempre da ignorante, ho la sensazione che tanta gente sia stata curata da COVID dopo una settimana - dieci giorni dando modo al virus di aggravare le condizioni del paziente. Che costa dare subito idrossiclorochina ed eparina? Magari si evitano delle successive intubazioni. Cosa costa darla ai nonni delle case di riposo appena sviluppano un po' di febbre?
Il vaccino poi, uno serio e ben testato, campa cavallo. Mica vogliamo far la fine di indiani ed africani che hanno provato le delizie della sperimentazione dei vaccini della Gates Foundation !!
Corretto. Ed è quanto dice Montanari. Io mi limito a rilevare che nessuna seria autopsia sembra essere stata fatta per determinare le esatte cause di morte dei contagiati.

Se come dice Montanari, che il virus provoca l'insorgenza di massicci microtrombi polmonari, allora è da delinquenti non aver somministrato da subito forti dosi (non piccole Porter) di eparina per endovena.

Se ha ragione Montanari, I giudici, invece di dare la caccia a Salvini, dovrebbero mettere sotto processo l'intero governo ed i vertici della Protezione Civile.
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B

Avatar utente
nerorosso
Messaggi: 1307
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Has thanked: 118 times
Ti Piace: 161 times

Re: Trump rema contro Big Pharma?

Messaggio da leggere da nerorosso »

porterrockwell ha scritto:
21 mag 2020, 14:40
Ohi, da ignorante dovrei star zitto, ma vedere un giornale di sinistra come il Fatto che quasi sostiene Trump sulla questione, mi fa pensare. Dopo settimane salta fuori che il Covid causerebbe trombosi negli alveoli polmonari; ora la logica sarebbe che a coloro con febbre che sono lasciati lì qualche giorno a casa per vedere se è il caso di fare il tampone o no e decidere se è COVID o no, somministrare loro da subito un anticoagulante come l'eparina a basse dosi male non farebbe.
Io, ma parlo sempre da ignorante, ho la sensazione che tanta gente sia stata curata da COVID dopo una settimana - dieci giorni dando modo al virus di aggravare le condizioni del paziente. Che costa dare subito idrossiclorochina ed eparina? Magari si evitano delle successive intubazioni. Cosa costa darla ai nonni delle case di riposo appena sviluppano un po' di febbre?
Il vaccino poi, uno serio e ben testato, campa cavallo. Mica vogliamo far la fine di indiani ed africani che hanno provato le delizie della sperimentazione dei vaccini della Gates Foundation !!
Ohibò, non mi addentro in questioni mediche perchè non sono materia mia.
Io volevo invece indicare il significato "politico" delle affermazioni di Trump.
Vanno a contraddire il "Grand commis" di Big Pharma negli U$A, praticamente il Burioni locale, che insiste sul VACCINO, mentre probabilmente esiste anche una terapia PREVENTIVA a base appunto della semplice "idrossiclorochina"…
PATRIA O MUERTE!!!

(Fidel Castro)

Avatar utente
Gasiot
Messaggi: 1014
Iscritto il: 8 giu 2019, 22:01
Has thanked: 89 times
Ti Piace: 111 times

Re: Trump rema contro Big Pharma?

Messaggio da leggere da Gasiot »

Fatemi capire
Questa idrossiclorochina tanto presa in giro da chi detesta trump non sarebbe altro che il vecchio chinino ?
Quello che dopo l'ultima guerra era la medicina tuttofare e venduta addirittura dai tabaccai come chinino di stato
Quello male non fa di sicuro . Magari non è il massimo ma pur sempre meglio di trattamenti pesanti fatti fuori tempo utile
“Se un uomo è uno stupido, non lo emancipi dalla sua stupidità col mandarlo all'università. Semplicemente lo trasformi in uno stupido addestrato, dieci volte più pericoloso.”
DESMOND BAGLEY

Avatar utente
Sayon
Messaggi: 2744
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Has thanked: 10 times
Ti Piace: 78 times

Re: Trump rema contro Big Pharma?

Messaggio da leggere da Sayon »

Gasiot ha scritto:
21 mag 2020, 15:27
Fatemi capire
Questa idrossiclorochina tanto presa in giro da chi detesta trump non sarebbe altro che il vecchio chinino ?
Quello che dopo l'ultima guerra era la medicina tuttofare e venduta addirittura dai tabaccai come chinino di stato
Quello male non fa di sicuro . Magari non è il massimo ma pur sempre meglio di trattamenti pesanti fatti fuori tempo utile
Fa male, fa male. Quando andavo in Africa, gli stessi dottori mi dicevano di NON prenderla. Puo' fare male al fegato ed al cuore. A me Trump mi pare che sia malato e m' aspetto che qualcosa gli succeda in qualsiasi momento. Dice cose strampalate e STAI SICURO NEROROSSO che se c'e qualcuno che ha interessi con l' industria privata e' proprio Trump. Buona parte della sua "fretta" di riaprire e' dovuta al fatto che i suoi investimenti soprattutto in Florida stanno crollando quale Mare-Lago (palazzi-spa per milionari). Io ho 4 alberghi Trump a una distanza fra i 500 e i 1000 metri di distanza da dove vivo, assolutamente vuoti. Siete troppo "buoni" con quest'uomo. Nel frattempo il suo vice, si e' preso il C-19 e ci sono state 5 persone della staff della Casa Bianca che sono stati infettati. Fara' la fine del grullo Boris

Rispondi