Pagina 1 di 1

La senteza di ieri della Corte Europea sui Diritti dell'Uomo

Inviato: 14 feb 2020, 18:29
da Alfa
Potrebbe, oltre a far discutere, anche creare un precedente importante la sentenza giunta ieri dalla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo. In particolare infatti, i giudici hanno assolto la Spagna per due casi di rimpatri immediati avvenuti nel 2014. I fatti risalgono a sei anni fa: in quell’occasione, le autorità spagnole hanno provveduto a riportare immediatamente in Marocco due migranti che erano riusciti ad entrare nella città di Melilla. Quest’ultima, insieme a Ceuta, costituisce un’enclave spagnola in territorio marocchino da sempre costretta a convivere con il fenomeno migratorio.

Chi arriva a Ceuta od a Melilla entra in un territorio a tutti gli effetti spagnolo e, di conseguenza, europeo. Un pezzo di vecchio continente quindi posizionato in Africa, il quale ovviamente fa gola a tutti coloro che vorrebbe raggiungere l’Europa.

La Spagna ha investito diverse somme negli ultimi anni per migliorare la sicurezza lungo i confini e rinforzare i controlli, così come da Madrid più volte sono giunte indicazioni di attuare immediati rimpatri nei casi ritenuti più pericolosi.

Ed è quanto accaduto nell’episodio in questione. In particolare, come detto, le autorità iberiche avevano rintracciato due persone che erano riuscite a passare il confine. Subito dopo per loro è scattato l’immediato rimpatrio in Marocco. Ma questo ha suscitato critiche al governo di Madrid, allora retto dal popolare Mariano Rajoy, con la questione che è arrivata quindi alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo.

Qui hanno prevalso adesso le ragioni della Spagna. Secondo i giudici le autorità di Madrid non hanno attuato violazioni nelle procedure, il respingimento è stato quindi legale e giustificato dalla situazione riscontrata dalle autorità stesse: “I due migranti si erano messi in una situazione illegale – si legge in un passaggio della sentenza della Corte Europea – e avevano tratto vantaggio dal gruppo numeroso in cui si trovavano e dall’uso della forza”.

Re: La senteza di ieri della Corte Europea sui Diritti dell'Uomo

Inviato: 14 feb 2020, 18:51
da porterrockwell
Bene si andrà anche noi alla corte europea. Ma che il processo sia pur lungo; più durerà più la sinistra affonderà

Re: La senteza di ieri della Corte Europea sui Diritti dell'Uomo

Inviato: 14 feb 2020, 21:28
da Sayon
porterrockwell ha scritto:
14 feb 2020, 18:51
Bene si andrà anche noi alla corte europea. Ma che il processo sia pur lungo; più durerà più la sinistra affonderà
Sono due casi diversi. Consiglio FORTEMENTE a Salvini di non rivolgersi alla Corte Europea. E' in Italia che sara' assolto perche creerebbe un precedente che nessun politico (rosso , rosato, giallo o azzurro) vuole perche metterebbe la politica sotto i piedi della magistratura. In Europa invece questo interesse non c'e', e, secondo me, Salvini rischierebbe moltissimo.

Re: La senteza di ieri della Corte Europea sui Diritti dell'Uomo

Inviato: 14 feb 2020, 23:14
da Gasiot
Se la corte europea ci mette 6 anni per una sentenza vuol dire che Salvini , in base alle leggi italiane non potrà presentarsi alle elezioni ...se condannato ovviamente
Ed è questo l'obiettivo dei sinistri ... togliere gli avversari , mica altro

Re: La senteza di ieri della Corte Europea sui Diritti dell'Uomo

Inviato: 15 feb 2020, 9:40
da serge
Per quanto mi riguarda,gli avversari vanno combattuti sul terreno politico,non con sentenze della magistratura. Ho già avuto modo di affermare in questo forum che quanto sta accadendo a Matteo Salvini - che non mi è particolarmente simpatico- è semplicemente VERGOGNOSO. Non solo, ma l'atteggiamento assunto dai sodali di Grillo è,a dir poco, OSCENO
Angry1 Angry1 Angry1 Angry1

Re: La senteza di ieri della Corte Europea sui Diritti dell'Uomo

Inviato: 15 feb 2020, 12:29
da Valerio
porterrockwell ha scritto:
14 feb 2020, 18:51
Bene si andrà anche noi alla corte europea. Ma che il processo sia pur lungo; più durerà più la sinistra affonderà
Io, davanti alla Corte Europea, ci manderei l'intero movimento cinque stelle, per aggressione al popolo italiano, traffico di esseri umani e concorso in sfruttamento della prostituzione e dello spaccio di stupefacenti.
Ma chiamerei anche in correità i vertici del partito democratico e degli altri partitini della sinistra.

Re: La senteza di ieri della Corte Europea sui Diritti dell'Uomo

Inviato: 15 feb 2020, 12:30
da Valerio
Gasiot ha scritto:
14 feb 2020, 23:14
Se la corte europea ci mette 6 anni per una sentenza vuol dire che Salvini , in base alle leggi italiane non potrà presentarsi alle elezioni ...se condannato ovviamente
Ed è questo l'obiettivo dei sinistri ... togliere gli avversari , mica altro
Anche i giudici possono essere deferiti alla Corte Europea.

Re: La senteza di ieri della Corte Europea sui Diritti dell'Uomo

Inviato: 15 feb 2020, 13:56
da Gasiot
Valerio ha scritto:
15 feb 2020, 12:30
Gasiot ha scritto:
14 feb 2020, 23:14
Se la corte europea ci mette 6 anni per una sentenza vuol dire che Salvini , in base alle leggi italiane non potrà presentarsi alle elezioni ...se condannato ovviamente
Ed è questo l'obiettivo dei sinistri ... togliere gli avversari , mica altro
Anche i giudici possono essere deferiti alla Corte Europea.
Mi riferisco alla legge Severino , credo si chiami così quella legge che che esclude dalla candidatura chi ha condanne
Per i giudici non saprei ... Di solito vengono puniti con promozioni o trasferimento

Re: La senteza di ieri della Corte Europea sui Diritti dell'Uomo

Inviato: 15 feb 2020, 20:03
da Sayon
Gasiot ha scritto:
15 feb 2020, 13:56
Valerio ha scritto:
15 feb 2020, 12:30
Gasiot ha scritto:
14 feb 2020, 23:14
Se la corte europea ci mette 6 anni per una sentenza vuol dire che Salvini , in base alle leggi italiane non potrà presentarsi alle elezioni ...se condannato ovviamente
Ed è questo l'obiettivo dei sinistri ... togliere gli avversari , mica altro
Anche i giudici possono essere deferiti alla Corte Europea.
Mi riferisco alla legge Severino , credo si chiami così quella legge che che esclude dalla candidatura chi ha condanne
Per i giudici non saprei ... Di solito vengono puniti con promozioni o trasferimento
La legge Severino serviva solo, addirittura rendendola retroattiva, per far fuori Berlusconi. E alla fine non e' servita neppure a quello. Ha dato pero' un pessimo nome alla giustizia e alla sinistra italiana, il che' e' un bene. E' una legge che nessuno in Italia usera' piu' perche' auto-lesionante.

Re: La senteza di ieri della Corte Europea sui Diritti dell'Uomo

Inviato: 15 feb 2020, 20:22
da Valerio
Sayon, finché non verrà abrogata verrà usata. Ed oggi il suo bersaglio è Salvini.

In un nuovo Parlamento a maggioranza leghista e con tutto il cdx, si potrà mettere fine ad una legge anticostituzionale. A quel punto Salvini potrà riprendersi un ruolo di governo, dovesse averne voglia.

Io gli consiglierei di continuare a fare il segretario della Lega, scegliendo i migliori ministri per ogni ruolo, e naturalmente un ottimo PDC. Fare il ministro o il PDC gli darebbe poco spazio.

Ultimamente ho seguito, e molto rivalutato, Carlo Cottarelli per questo ruolo. Ma posso sbagliarmi sulla fedeltà alla Lega, certamente non sulle sue capacità.

E da segretario potrebbe dedicarsi con più vigore a far diventare Presidenziale la Repubblica, o, almeno, a far eleggere il PdR direttamente dal Popolo. In entrambi i casi utile per imprimere una svolta Sovranista al Paese.