W gli emigranti! Non abbiamo altra scelta.

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Avatar utente
Shamash
Messaggi: 294
Iscritto il: 9 giu 2019, 16:37
Has thanked: 10 times
Ti Piace: 20 times

Re: W gli emigranti! Non abbiamo altra scelta.

Messaggio da leggere da Shamash »

Sayon ha scritto:
24 feb 2020, 3:38
Ragazzi qualche problema ce l' avete. L'uomo non e' neppure da considerrasi 'maturo" fno ai 42-43 anni, A quell'eta' si prende generalmente una batosta (lavoro, matrimonio, malattia) e finalmente si diventa "uomini". Dopo di che sta solo a voi. Io il mio massimo fisico (in ogni attivita', inclusa quella sessuale), l'ho raggiunto a 60 anni). Quindi di strada alcuni di voi ce n''hanno parecchia da fare. I "vecchi" si riconoscono gia' verso i 27-28 anni, se ragionano da tali. Invece i "giovani" possono avere tranquillamente anche 70 anni, Infatti capirete preso che l' eta' de la provocate da voi stessi. In pratica avrete l'eta' che pensate di avere. Se ragionate da vecchi, siete vecchi. Se ragionate da giovani, siete giovani. Quanto alle donne, le piu' interessanti e piu' belle ai giorni nostri sono fra i 40 ed i 50 perche' oltre che avere un bel fisico, sono anche piu' intelligenti e mature delle giovani. Le donne tutte sommato non sono tante diverse dall' uomo che acquista interesse agli occhi delle donne proprio fra i 40 e 60 anni. Nelle relazioni umane, il fascino di una donna non sono solo tette e chiappe, ma il cervello e la cultura che possiedono. E piu' intelligenti sono, piu attraenti, anche sessualmente, saranno. Se non siete d'accordo con me, vi consiglio di compare bambole gonfiabili che il cervello non ce l'hanno proprio.
Ma allora qui si parla di tutt'altro!
Prima si affronta il problema che non ci sono nascite, poi si propongono le 50enni che di certo i figli non li farebbero più. Un figlio lo metti "in cantiere" fra i 20 e 30, generalmente, casi estremi dai 40, ma poi basta.
Un conto è il divertimento, un altro conto è formare una famiglia.
Ovvio che contino di più cervello e cultura di tutto il resto, ma anche l'aspetto gioca il suo ruolo, specie in giovane età.
«Siate il meglio di qualunque cosa siate» [Martin Luther King]
«Dove regna la saggezza, non vi è alcun conflitto tra pensiero e sentimento» [Carl Gustav Jung]

Avatar utente
Valerio
Messaggi: 1956
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Has thanked: 141 times
Ti Piace: 91 times

Re: W gli emigranti! Non abbiamo altra scelta.

Messaggio da leggere da Valerio »

Shamash ha scritto:
24 feb 2020, 11:00
Sayon ha scritto:
24 feb 2020, 3:38
Ragazzi qualche problema ce l' avete. L'uomo non e' neppure da considerrasi 'maturo" fno ai 42-43 anni, A quell'eta' si prende generalmente una batosta (lavoro, matrimonio, malattia) e finalmente si diventa "uomini". Dopo di che sta solo a voi. Io il mio massimo fisico (in ogni attivita', inclusa quella sessuale), l'ho raggiunto a 60 anni). Quindi di strada alcuni di voi ce n''hanno parecchia da fare. I "vecchi" si riconoscono gia' verso i 27-28 anni, se ragionano da tali. Invece i "giovani" possono avere tranquillamente anche 70 anni, Infatti capirete preso che l' eta' de la provocate da voi stessi. In pratica avrete l'eta' che pensate di avere. Se ragionate da vecchi, siete vecchi. Se ragionate da giovani, siete giovani. Quanto alle donne, le piu' interessanti e piu' belle ai giorni nostri sono fra i 40 ed i 50 perche' oltre che avere un bel fisico, sono anche piu' intelligenti e mature delle giovani. Le donne tutte sommato non sono tante diverse dall' uomo che acquista interesse agli occhi delle donne proprio fra i 40 e 60 anni. Nelle relazioni umane, il fascino di una donna non sono solo tette e chiappe, ma il cervello e la cultura che possiedono. E piu' intelligenti sono, piu attraenti, anche sessualmente, saranno. Se non siete d'accordo con me, vi consiglio di compare bambole gonfiabili che il cervello non ce l'hanno proprio.
Ma allora qui si parla di tutt'altro!
Prima si affronta il problema che non ci sono nascite, poi si propongono le 50enni che di certo i figli non li farebbero più. Un figlio lo metti "in cantiere" fra i 20 e 30, generalmente, casi estremi dai 40, ma poi basta.
Un conto è il divertimento, un altro conto è formare una famiglia.
Ovvio che contino di più cervello e cultura di tutto il resto, ma anche l'aspetto gioca il suo ruolo, specie in giovane età.
Bravissimo!

Anche perché i figli non basta spararli fuori dal l'utero. Bisogna accudirli nei primi anni, educarli, accompagnarli nella crescita, favorirne lo sviluppo intellettuale, aiutarli nel prendere un posto nella società e nell'economia, in modo che, a loro volta, possano pensare alla prole.
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B

Avatar utente
Sayon
Messaggi: 2548
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Has thanked: 8 times
Ti Piace: 37 times

Re: W gli emigranti! Non abbiamo altra scelta.

Messaggio da leggere da Sayon »

Valerio ha scritto:
24 feb 2020, 11:53
Shamash ha scritto:
24 feb 2020, 11:00
Sayon ha scritto:
24 feb 2020, 3:38
Ragazzi qualche problema ce l' avete. L'uomo non e' neppure da considerrasi 'maturo" fno ai 42-43 anni, A quell'eta' si prende generalmente una batosta (lavoro, matrimonio, malattia) e finalmente si diventa "uomini". Dopo di che sta solo a voi. Io il mio massimo fisico (in ogni attivita', inclusa quella sessuale), l'ho raggiunto a 60 anni). Quindi di strada alcuni di voi ce n''hanno parecchia da fare. I "vecchi" si riconoscono gia' verso i 27-28 anni, se ragionano da tali. Invece i "giovani" possono avere tranquillamente anche 70 anni, Infatti capirete preso che l' eta' de la provocate da voi stessi. In pratica avrete l'eta' che pensate di avere. Se ragionate da vecchi, siete vecchi. Se ragionate da giovani, siete giovani. Quanto alle donne, le piu' interessanti e piu' belle ai giorni nostri sono fra i 40 ed i 50 perche' oltre che avere un bel fisico, sono anche piu' intelligenti e mature delle giovani. Le donne tutte sommato non sono tante diverse dall' uomo che acquista interesse agli occhi delle donne proprio fra i 40 e 60 anni. Nelle relazioni umane, il fascino di una donna non sono solo tette e chiappe, ma il cervello e la cultura che possiedono. E piu' intelligenti sono, piu attraenti, anche sessualmente, saranno. Se non siete d'accordo con me, vi consiglio di compare bambole gonfiabili che il cervello non ce l'hanno proprio.
Ma allora qui si parla di tutt'altro!
Prima si affronta il problema che non ci sono nascite, poi si propongono le 50enni che di certo i figli non li farebbero più. Un figlio lo metti "in cantiere" fra i 20 e 30, generalmente, casi estremi dai 40, ma poi basta.
Un conto è il divertimento, un altro conto è formare una famiglia.
Ovvio che contino di più cervello e cultura di tutto il resto, ma anche l'aspetto gioca il suo ruolo, specie in giovane età.
Bravissimo!

Anche perché i figli non basta spararli fuori dal l'utero. Bisogna accudirli nei primi anni, educarli, accompagnarli nella crescita, favorirne lo sviluppo intellettuale, aiutarli nel prendere un posto nella società e nell'economia, in modo che, a loro volta, possano pensare alla prole.
Con questa logica, ovvero avendo paura di cose che poi fa ogni genitore ricco o povero che sia , l' Italia puo' dimenticarsi di avere un futuro. I figli dei pochi figli generati in questi anni avranno governanti, magistrati e professori figli d'immigrati. L' ennesimo imbastardimento dell' Italia.

Avatar utente
carletto3
Messaggi: 1856
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Has thanked: 33 times
Ti Piace: 93 times

Re: W gli emigranti! Non abbiamo altra scelta.

Messaggio da leggere da carletto3 »

Sayon ha scritto:
24 feb 2020, 19:47
Valerio ha scritto:
24 feb 2020, 11:53
Shamash ha scritto:
24 feb 2020, 11:00
Sayon ha scritto:
24 feb 2020, 3:38
Ragazzi qualche problema ce l' avete. L'uomo non e' neppure da considerrasi 'maturo" fno ai 42-43 anni, A quell'eta' si prende generalmente una batosta (lavoro, matrimonio, malattia) e finalmente si diventa "uomini". Dopo di che sta solo a voi. Io il mio massimo fisico (in ogni attivita', inclusa quella sessuale), l'ho raggiunto a 60 anni). Quindi di strada alcuni di voi ce n''hanno parecchia da fare. I "vecchi" si riconoscono gia' verso i 27-28 anni, se ragionano da tali. Invece i "giovani" possono avere tranquillamente anche 70 anni, Infatti capirete preso che l' eta' de la provocate da voi stessi. In pratica avrete l'eta' che pensate di avere. Se ragionate da vecchi, siete vecchi. Se ragionate da giovani, siete giovani. Quanto alle donne, le piu' interessanti e piu' belle ai giorni nostri sono fra i 40 ed i 50 perche' oltre che avere un bel fisico, sono anche piu' intelligenti e mature delle giovani. Le donne tutte sommato non sono tante diverse dall' uomo che acquista interesse agli occhi delle donne proprio fra i 40 e 60 anni. Nelle relazioni umane, il fascino di una donna non sono solo tette e chiappe, ma il cervello e la cultura che possiedono. E piu' intelligenti sono, piu attraenti, anche sessualmente, saranno. Se non siete d'accordo con me, vi consiglio di compare bambole gonfiabili che il cervello non ce l'hanno proprio.
Ma allora qui si parla di tutt'altro!
Prima si affronta il problema che non ci sono nascite, poi si propongono le 50enni che di certo i figli non li farebbero più. Un figlio lo metti "in cantiere" fra i 20 e 30, generalmente, casi estremi dai 40, ma poi basta.
Un conto è il divertimento, un altro conto è formare una famiglia.
Ovvio che contino di più cervello e cultura di tutto il resto, ma anche l'aspetto gioca il suo ruolo, specie in giovane età.
Bravissimo!

Anche perché i figli non basta spararli fuori dal l'utero. Bisogna accudirli nei primi anni, educarli, accompagnarli nella crescita, favorirne lo sviluppo intellettuale, aiutarli nel prendere un posto nella società e nell'economia, in modo che, a loro volta, possano pensare alla prole.
Con questa logica, ovvero avendo paura di cose che poi fa ogni genitore ricco o povero che sia , l' Italia puo' dimenticarsi di avere un futuro. I figli dei pochi figli generati in questi anni avranno governanti, magistrati e professori figli d'immigrati. L' ennesimo imbastardimento dell' Italia.

Racist !!!!!
Angry1
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)

Avatar utente
Sayon
Messaggi: 2548
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58
Has thanked: 8 times
Ti Piace: 37 times

Re: W gli emigranti! Non abbiamo altra scelta.

Messaggio da leggere da Sayon »

carletto3 ha scritto:
24 feb 2020, 19:59
Sayon ha scritto:
24 feb 2020, 19:47
Valerio ha scritto:
24 feb 2020, 11:53
Shamash ha scritto:
24 feb 2020, 11:00

Ma allora qui si parla di tutt'altro!
Prima si affronta il problema che non ci sono nascite, poi si propongono le 50enni che di certo i figli non li farebbero più. Un figlio lo metti "in cantiere" fra i 20 e 30, generalmente, casi estremi dai 40, ma poi basta.
Un conto è il divertimento, un altro conto è formare una famiglia.
Ovvio che contino di più cervello e cultura di tutto il resto, ma anche l'aspetto gioca il suo ruolo, specie in giovane età.
Bravissimo!

Anche perché i figli non basta spararli fuori dal l'utero. Bisogna accudirli nei primi anni, educarli, accompagnarli nella crescita, favorirne lo sviluppo intellettuale, aiutarli nel prendere un posto nella società e nell'economia, in modo che, a loro volta, possano pensare alla prole.
Con questa logica, ovvero avendo paura di cose che poi fa ogni genitore ricco o povero che sia , l' Italia puo' dimenticarsi di avere un futuro. I figli dei pochi figli generati in questi anni avranno governanti, magistrati e professori figli d'immigrati. L' ennesimo imbastardimento dell' Italia.

Racist !!!!!
Angry1
Imbastardirsi non e' una parolaccia. E' una conclusione. In Italia siamo tutti bastardi da secoli di occupazione o invasione straniera. E questo ha creata una bella razza "italica" robusta e longeva. E allora perche' siete tanto "caldi" contro l' immigrazione? Continuate a NON fare figli e accettatene le conseguenze, belle o brutte che siano.

Rispondi