Taglio dei Parlamentari

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Avatar utente
carletto3
Messaggi: 2822
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Has thanked: 90 times
Ti Piace: 474 times

Re: Taglio dei Parlamentari

Messaggio da leggere da carletto3 »

Valerio ha scritto: 29 ott 2019, 19:29
carletto3 ha scritto: 29 ott 2019, 19:25
Valerio ha scritto: 29 ott 2019, 19:21 Abrogare una legge non basta. Bisogna poter abrogare anche i Parlamentari e il Governo.

Se funzionano, bene. Altrimenti a casa. Questo è il potere di veto, per me.
Ma io non parlavo solo di referendum abrogativi....esistono anche i referendum consultivi e propositivi.
Sweating
Infatti al momento non esistono. E costa troppo chiedere al Popolo di esprimersi con meccanismi simili alle elezioni.

La tecnologia oggi consente soluzioni più economiche per consultare il Popolo.
Non parlare di soluzioni economiche.....hai idea di quanto costi una legge sbagliata in denaro ,lacrime e sangue?
La democrazia ha i suoi costi....ed è senza prezzo.
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
Teribbile

Re: Taglio dei Parlamentari

Messaggio da leggere da Teribbile »

cuneoman ha scritto: 29 ott 2019, 12:23
Valerio ha scritto: 29 ott 2019, 12:13 Ma Salvini non aveva votato a favore? Come promesso?
Votazione: presenti 569 votanti 567, favorevoli 553, contrari 14, astenuti 2
Tutti hanno votato a favore per non perdere il consenso elettorale, ma ci sono molte interviste dove si vede il malumore di tutti i politici e anche trasmissioni con ospiti su misura che criticano pesantemente la manovra sia dal punto di vista democratico e che minimizzano l'aspetto economico. Quasi sicuramente ci sarà un ricorso con referendum, vedremo la Lega dove si schiererà.
Se alla Lega fosse stata a cuore questa riforma avrebbe aspettato 7 (sette) giorni per far cadere il governo, prendendosene anche i meriti
Non esiste un referendum riguardo alla riduzione parlamentari mentre esisterà quello con il quale si dovrebbe confermare la riforma elettorale per il proporzionale e qui cade l'asino. Non sarà l'Emilia, la Calabria o la Toscana a far cadere il governo, ma la sfiducia che daranno al referendum a questa legge.
Lo sanno benissimo e per questo la tireranno ancora avanti fino a quando potranno, dopodiché il governo saluterà per forza.
cuneoman
Messaggi: 1123
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Taglio dei Parlamentari

Messaggio da leggere da cuneoman »

A questo aggiungerei che un governo non durerebbe un giorno e non potrebbe essere lungimirante.
Faccio delle esagerazioni:

- Ipotizziamo che esista ul nucleare di 5° generazione, pulito, niente scorie, economico, certo è pur sempre nucleare...
Il governo decide che va bene, l'opposizione fa una campagna di terrorismo con immagini cruente, pericoli di attentati sulle centrali, infiltrazioni radioattive nelle falde acquifere... Il governo cade il giorno stesso in cui dichiara dove le vuole fare!!

- L'Italia va a gonfie vele, spuntano le auto volanti, lo Stato toglie i sussidi alle auto e li sposta su queste, chi lavora per Fiat e tutto l'indotto fa cadere il governo.

- L'Iraq attacca l'Iran, gli Stati del golfo si schierano, il petrolio va alle stelle, il prezzo della benzina gli va dietro, i giornali fanno una campagna mediatica e danno la colpa al governo, questo cade prima ancora di poter trovare sistemi alternativi o accordi per far abbassare i prezzi, compresa la temporanea sospensione di alcune accise.
Nel frattempo che si facciano le nuove elezioni e si instauri un nuovo governo gli italiani pagano 3 € al litro di carburante. Chi arriva è un governo debole, non sa che pesci pigliare e cade quasi subito. Gli italiani continuano a pagare 3€ al litro, intanto anche il metano va alle stelle, la Russia ci chiude i rubinetti e noi stiamo al freddo.

Chi vince deve governare per 5 anni è solo dopo la fine di questi si potrà avere un giudizio con pro e contro. Anzi, già come funziona oggi non va bene con elezioni ogni biennio!!
cuneoman
Messaggi: 1123
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Taglio dei Parlamentari

Messaggio da leggere da cuneoman »

Teribbile ha scritto: 29 ott 2019, 21:21 Non esiste un referendum riguardo alla riduzione parlamentari mentre esisterà quello con il quale si dovrebbe confermare la riforma elettorale per il proporzionale e qui cade l'asino. Non sarà l'Emilia, la Calabria o la Toscana a far cadere il governo, ma la sfiducia che daranno al referendum a questa legge.
Lo sanno benissimo e per questo la tireranno ancora avanti fino a quando potranno, dopodiché il governo saluterà per forza.
Come non vedo il legame tra le elezioni regionali e quelle nazionali, ne vedo ancora meno tra un referendum sulla legge elettorale e l'attuale governo, sono cose che non ci azzeccano nulla!!!
Anche perchè... Il M5S non voleva e non ha votato quella legge, il CDx e Salvini sì!!!
Quindi se vincesse il sì sarebbe il volere popolare contro Salvini al massimo!!! Beer4
Teribbile

Re: Taglio dei Parlamentari

Messaggio da leggere da Teribbile »

cuneoman ha scritto: 29 ott 2019, 21:37
Teribbile ha scritto: 29 ott 2019, 21:21 Non esiste un referendum riguardo alla riduzione parlamentari mentre esisterà quello con il quale si dovrebbe confermare la riforma elettorale per il proporzionale e qui cade l'asino. Non sarà l'Emilia, la Calabria o la Toscana a far cadere il governo, ma la sfiducia che daranno al referendum a questa legge.
Lo sanno benissimo e per questo la tireranno ancora avanti fino a quando potranno, dopodiché il governo saluterà per forza.
Come non vedo il legame tra le elezioni regionali e quelle nazionali, ne vedo ancora meno tra un referendum sulla legge elettorale e l'attuale governo, sono cose che non ci azzeccano nulla!!!
Anche perchè... Il M5S non voleva e non ha votato quella legge, il CDx e Salvini sì!!!
Quindi se vincesse il sì sarebbe il volere popolare contro Salvini al massimo!!! Beer4
Hai la memoria corta figliolo e forse ancora di meno visione politica. Tu vivi a pane e partito.
cuneoman
Messaggi: 1123
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Taglio dei Parlamentari

Messaggio da leggere da cuneoman »

serge ha scritto: 29 ott 2019, 17:03 Domanda (retorica?: fissato un massimo,perchè il numero dei parlamentari non viene definito in base ai votanti (= affluenza alle urne)?
Bye
Ti hanno già risposto, ma questo porterebbe alle dittature, pochi uomini a decidere per tutti, anzi, delle vere dittature potrebbero intimidire chi vuole andare a votare, specie nelle regioni storicamente opposte.
cuneoman
Messaggi: 1123
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Taglio dei Parlamentari

Messaggio da leggere da cuneoman »

giampieros ha scritto: 29 ott 2019, 16:52 Quasi sicuramente ci sarà un ricorso con referendum, vedremo la Lega dove si schiererà.
La Lega si è già schierata in Parlamento approvando per tre volte la riforma. Alla quarta ed ultima votazione, quando la Lega era all'opposizione, non ha votato contro ma se non sbaglio si è astenuta (come è prassi quando un partito dell'opposizione non vuole bocciare una legge proposta dalla maggioranza).
Al referendum a schierarsi saranno i cittadini.

Come hai detto successivamente la Lega ha votato a favore, avevo postato anche i numeri delle votazioni. E avrei trovato davvero stupido non votare una legge voluta fino al giorno prima solo perchè ora lo scopo è non favorire il governo. Così per fortuna non è stato.
Il referendum ci sarà solo se qualcuno lo chiederà, bisogna vedere se saranno i poltronai o i cittadini, e i partiti dove si schiereranno, andando contro il loro stesso voto in parlamento. Comunque non è detto che si farà, alla stragrande maggioranza degli italiani non piace strapagare gli stipendi ai nostri politici inefficienti, potrebbe essere una campagna MOLTO controproducente


Se alla Lega fosse stata a cuore questa riforma avrebbe aspettato 7 (sette) giorni per far cadere il governo, prendendosene anche i meriti
La legge è passata lo stesso. Il referendum ci sarebbe stato lo stesso. Non è cambiato nulla.
In quanto ai meriti sembra che gli elettori dell'Umbria non siano del tuo parere: la Lega ha sostanzialmente tenuto; F.lli d'It. ha raddoppiato i voti; la coalizione di centrodestra ha ottenuto il 53% dei consensi (senza contare le liste civiche).
Il M5S ha dimezzato i consensi sfiorando ormai il limite dell'irrilevanza.
Non nego certo i numeri e i sondaggi, questo però non ha niente a che vedere con la riduzione dei parlamentari.
giampieros ha scritto: 29 ott 2019, 16:27 E' vero. Io proporrei che quando si cambia la Legge elettorale entri in vigore non alle prossime elezioni ma a quelle successive e comunque non prima di 5 anni dall'approvazione. Si eviterebbe così che la maggioranza (qualunque essa sia) si faccia una legge su misura: per vincere o per contenere i danni se perde.
Smiling Smiling Smiling Smiling Smiling Smiling Smiling
L'ho sempre pensato anche io!!

Non so se esiste già un sistema definito dalla legge sul taglio dei parlamentari... E' un taglio proporzionale o no?

Qui forse non mi sono spiegato bene. Mi chiedevo, e mi hai già risposto, se era già previsto un modo per preservare i piccoli partiti, 5% - 6% di voti, rispetto a quelli grandi, garantendo un numero di seggi maggiore alla riproporzione dei seggi disponibili. Oltre alle soglie di sbarramento.

ESEMPIO:
Primo partito prima 100 seggi ora 67
Terzo partito prima 60 seggi ora 40
Partito medio piccolo 15 seggi ora 10
Partito misero prima 6 seggi ora 4

Se tutto rimane proporzionale, i voti contrari o a favore dei piccoli partiti diventano quasi ininfluenti, anche se tutto è proporzionale
I numeri sono stati messi a caso, è solo per far capire il concetto, ho tolto 1/3 dei seggi
Avatar utente
Gasiot
Messaggi: 1116
Iscritto il: 8 giu 2019, 22:01
Has thanked: 194 times
Ti Piace: 186 times

Re: Taglio dei Parlamentari

Messaggio da leggere da Gasiot »

A parte i numeri a caso potrebbe essere una interessante prospettiva ,però mi piacerebbe che i cosiddetti partiti minori fossero davvero partiti popolari che nascono da esigenze specifiche e non invenzioni di politici navigati che hanno un buon fondocassa da investire in consenso personale
Sui numeri a caso....non esistono numeri a caso se chi li decide ha interessi personali , si trova sempre il modo di favorire o sfavorire qualcuno come ad esempio fare in modo che una coalizione improvvisata per combattere un nemico comune abbia la maggioranza senza la necessaria fiducia interna per governare sul serio
“Se un uomo è uno stupido, non lo emancipi dalla sua stupidità col mandarlo all'università. Semplicemente lo trasformi in uno stupido addestrato, dieci volte più pericoloso.”
DESMOND BAGLEY
Avatar utente
Valerio
Messaggi: 2693
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Has thanked: 631 times
Ti Piace: 404 times

Re: Taglio dei Parlamentari

Messaggio da leggere da Valerio »

cuneoman ha scritto: 29 ott 2019, 21:32 A questo aggiungerei che un governo non durerebbe un giorno e non potrebbe essere lungimirante.
Faccio delle esagerazioni:

- Ipotizziamo che esista ul nucleare di 5° generazione, pulito, niente scorie, economico, certo è pur sempre nucleare...
Il governo decide che va bene, l'opposizione fa una campagna di terrorismo con immagini cruente, pericoli di attentati sulle centrali, infiltrazioni radioattive nelle falde acquifere... Il governo cade il giorno stesso in cui dichiara dove le vuole fare!!

- L'Italia va a gonfie vele, spuntano le auto volanti, lo Stato toglie i sussidi alle auto e li sposta su queste, chi lavora per Fiat e tutto l'indotto fa cadere il governo.

- L'Iraq attacca l'Iran, gli Stati del golfo si schierano, il petrolio va alle stelle, il prezzo della benzina gli va dietro, i giornali fanno una campagna mediatica e danno la colpa al governo, questo cade prima ancora di poter trovare sistemi alternativi o accordi per far abbassare i prezzi, compresa la temporanea sospensione di alcune accise.
Nel frattempo che si facciano le nuove elezioni e si instauri un nuovo governo gli italiani pagano 3 € al litro di carburante. Chi arriva è un governo debole, non sa che pesci pigliare e cade quasi subito. Gli italiani continuano a pagare 3€ al litro, intanto anche il metano va alle stelle, la Russia ci chiude i rubinetti e noi stiamo al freddo.

Chi vince deve governare per 5 anni è solo dopo la fine di questi si potrà avere un giudizio con pro e contro. Anzi, già come funziona oggi non va bene con elezioni ogni biennio!!
Questo vale solo per i governi di sinistra, perché abbiamo visto che i governi Berlusconi andavano abbattuti subito!
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
cuneoman
Messaggi: 1123
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Taglio dei Parlamentari

Messaggio da leggere da cuneoman »

Valerio ha scritto: 30 ott 2019, 8:54 Questo vale solo per i governi di sinistra, perché abbiamo visto che i governi Berlusconi andavano abbattuti subito!
Destra e "sinistra" hanno sempre governato nello stesso modo, lo sport nazionale è far cadere il governo, mai pensare agli italiani. Berlusconi non ha mai accettato una sconfitta, perfino poco fa non accettava che Salvini avesse più potere di lui nel CDx e se ascolti la Tv da 25 anni la proposta è quella di ritornare al voto. Nel 2006 aveva anche richiesto il conteggio dei voti, poi conclusosi con la compravendita di senatori.... Dai siamo seri!! E pure Salvini non sta forse chiedendo di tornare a votare da 3 mesi a questa parte perchè non condivide la Costituzione?

Ora, potete dare ragione al CDx come io lo do al M5S, ci sta, sono opinioni diverse. Ma non diciamo che chi è all'opposizione accetta il governo di turno e si comporta da opposizione per il bene del paese. Almeno in Italia,
Rispondi