47%

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Avatar utente
Valerio
Messaggi: 2693
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Has thanked: 631 times
Ti Piace: 404 times

Re: 47%

Messaggio da leggere da Valerio »

Com'è che dall'analfabetismo siamo passati alle facciate?
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
cuneoman
Messaggi: 1123
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: 47%

Messaggio da leggere da cuneoman »

Chi è stupido non sa che può usare DiMaio o Zingaretti a dipingergli la facciata di casa gratis!! :mrgreen:
Renzi a rifare i cessi Beer4
Avatar utente
Valerio
Messaggi: 2693
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Has thanked: 631 times
Ti Piace: 404 times

Re: 47%

Messaggio da leggere da Valerio »

cuneoman ha scritto: 21 ott 2019, 12:25 Chi è stupido non sa che può usare DiMaio o Zingaretti a dipingergli la facciata di casa gratis!! :mrgreen:
Renzi a rifare i cessi Beer4
Non scherzare! L'efficienza dei servizi igienici sono la cosa più importante di una casa.
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
cuneoman
Messaggi: 1123
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: 47%

Messaggio da leggere da cuneoman »

Ma vuoi mettere l'andare in bagno con una voglia irrefrenabile, dimenticandosi che lui è li sotto a trafficare??
Se dopo ti ricordi ci mandi anche figli e vicini di casa, sarai l'idolo del vicinato!! :mrgreen:
Avatar utente
Valerio
Messaggi: 2693
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Has thanked: 631 times
Ti Piace: 404 times

Re: 47%

Messaggio da leggere da Valerio »

L'analfabetismo funzionale, secondo me, è causato principalmente da un mancato approccio culturale.

Non sono un docente della Scuola Pubblica, ma ho l'impressione che, al contrario di quello che accade nelle scuole private e nella Formazione Professionale, manchino forme di continuo esercizio volte a favorire e mantenere il livello di competenze ed abilità che sono la "mission" dell'indirizzo e del piano di studi.

Quando ero un formatore della Formazione Professionale, settore informatico, facevo un pressing continuo ai miei allievi per misurarne le capacità di affrontare casi nuovi e di livello crescente nelle esercitazioni pratiche. Arrivavo a sabotare i collegamenti e le impostazioni di sistema del laboratorio di informatica, per costringerli a ripristinarne la funzionalità.

E non avevo bisogno di costringerli, bastava il premio di lasciarli giocare in rete alla fine delle loro ore di pratica. :mrgreen:
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
Avatar utente
carletto3
Messaggi: 2822
Iscritto il: 25 giu 2019, 2:20
Has thanked: 90 times
Ti Piace: 474 times

Re: 47%

Messaggio da leggere da carletto3 »

Io direi che l'analfabetismo viaggia di pari passo alla diminuzione della vendita dei buoni libri....
Qualcuno di voi sa quanto è diminuita la vendita dei libri in Italia,quante librerie sono state chiuse e la frequenza media delle biblioteche?
Grazie Internet e ai cellulari ....
StreamingTears
La realta' è solo un'allucinazione dovuta a carenza di alcol (...un saggio)
cuneoman
Messaggi: 1123
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: 47%

Messaggio da leggere da cuneoman »

Valerio ha scritto: 23 ott 2019, 7:31 Non sono un docente della Scuola Pubblica, ma ho l'impressione che, al contrario di quello che accade nelle scuole private e nella Formazione Professionale, manchino forme di continuo esercizio volte a favorire e mantenere il livello di competenze ed abilità che sono la "mission" dell'indirizzo e del piano di studi.
Questo assolutamente non è vero, gli insegnanti pubblici sono obbligati a fare continui corsi durante l'anno per aggiornamenti e metodi di insegnamento. Manca la motivazione personale, l'obbligo di seguire sistemi inefficienti, ma sopratutto che se "dormi" e metti tutti 10 nessuno ti dice niente, se metti 5 arriva subito il genitore a dirti che sei razzista, che il loro figlio è il più bravo del mondo, che non sai insegnare, che vuole parlare con la preside. Qualcuno ti aspetta anche fuori della scuola, come si è letto dalle cronache con botte annesse.
E questo si potrebbe cambiare...volendo! Ma il futuro è pagare pensioni pubbliche +quelle private, sanità pubblica +privata, scuola pubblica +privata. La prima con le nostre tasse, la seconda se vuoi il servizio.

Dovrebbero anche motivare i presidi a licenziare o punire quella miriade di professori-maestri che non ne hanno voglia, scaldano le cattedre, non insegnano nulla, non ne hanno voglia, non conoscono la materia che insegnano. E io ai tempi ne avevo avuti!! Ma con questi sistemi, "chi te lo fa fare" di prenderti grane? Non esiste meritocrazia, lo Stato non ha interesse a educare i figli, la scuola è un costo.

Poi parliamo di scuole pollaio ecc. A me sembra normale quel 47% con una scuola così

PS Ma non siamo OT? Stavamo parlando delle facciate delle case!! :mrgreen:
Avatar utente
Valerio
Messaggi: 2693
Iscritto il: 8 giu 2019, 20:31
Località: Messina
Has thanked: 631 times
Ti Piace: 404 times

Re: 47%

Messaggio da leggere da Valerio »

cuneoman ha scritto: 23 ott 2019, 10:07
Valerio ha scritto: 23 ott 2019, 7:31 Non sono un docente della Scuola Pubblica, ma ho l'impressione che, al contrario di quello che accade nelle scuole private e nella Formazione Professionale, manchino forme di continuo esercizio volte a favorire e mantenere il livello di competenze ed abilità che sono la "mission" dell'indirizzo e del piano di studi.
Questo assolutamente non è vero, gli insegnanti pubblici sono obbligati a fare continui corsi durante l'anno per aggiornamenti e metodi di insegnamento. Manca la motivazione personale, l'obbligo di seguire sistemi inefficienti, ma sopratutto che se "dormi" e metti tutti 10 nessuno ti dice niente, se metti 5 arriva subito il genitore a dirti che sei razzista, che il loro figlio è il più bravo del mondo, che non sai insegnare, che vuole parlare con la preside. Qualcuno ti aspetta anche fuori della scuola, come si è letto dalle cronache con botte annesse.
E questo si potrebbe cambiare...volendo! Ma il futuro è pagare pensioni pubbliche +quelle private, sanità pubblica +privata, scuola pubblica +privata. La prima con le nostre tasse, la seconda se vuoi il servizio.

Dovrebbero anche motivare i presidi a licenziare o punire quella miriade di professori-maestri che non ne hanno voglia, scaldano le cattedre, non insegnano nulla, non ne hanno voglia, non conoscono la materia che insegnano. E io ai tempi ne avevo avuti!! Ma con questi sistemi, "chi te lo fa fare" di prenderti grane? Non esiste meritocrazia, lo Stato non ha interesse a educare i figli, la scuola è un costo.

Poi parliamo di scuole pollaio ecc. A me sembra normale quel 47% con una scuola così

PS Ma non siamo OT? Stavamo parlando delle facciate delle case!! :mrgreen:
Per la facciata della tua casa io suggerirei un buon prodotto. Si trova in alcuni supermercati di Kabul, sullo scaffale RPG.

Così impari ad andare OT. Beer4
Sovranità al Cittadino.
Non abbiamo un pianeta B
In onore dei pennuti heyokani: Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
cuneoman
Messaggi: 1123
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: 47%

Messaggio da leggere da cuneoman »

https://www.corriere.it/scuola/secondar ... 7ace.shtml
In Campania, Calabria, Sicilia e Sardegna uno studente su tre a 18 anni, anche se ha il diploma, non ha le competenze minime per entrare nel mondo del lavoro

Letti uno di seguito all’altro sono i numeri di una disfatta: 21 per cento nel Lazio, un ragazzo su cinque; 23 per cento in Molise, quasi uno su quattro; 25,7 in Basilicata e 26,8 in Puglia. E poi: Campania (31,9), Calabria (33,1), Sicilia (37) e Sardegna (37,4). Sono tantissimi e sono i ragazzi e le ragazze che il nuovo studio dell’Invalsi sulla «dispersione scolastica implicita», firmato da Roberto Ricci, considera perduti dal nostro sistema scolastico. Quelli che non finiscono le scuole superiori più quelli che arrivano sì al diploma finale ma con un livello di conoscenze così basso che quel pezzo di carta non gli servirà a nulla.
Rispondi