Inaugurazione ufficiale della prima Via Pannella in Italia

Discussioni legate alla Politica e alla Storia del XX secolo

Re: Inaugurazione ufficiale della prima Via Pannella in Italia

Messaggioda Ringhio » 06/09/2018, 13:05

cuneoman ha scritto:
cuneoman ha scritto:
Ringhio ha scritto:piccolo inciso, Matteotti non fu una vittima del fascismo, così giusto per dare un dato su cui riflettere.

Cioè? Il 3 gennaio 1925 Benito Mussolini si prese le responsabilità morali dell'accaduto, in un discorso alla Camera. Poi se vogliamo sottilizzare sulle parole, ma la sostanza è quella.

Fu rapito e assassinato da una squadra fascista capeggiata da Amerigo Dumini, probabilmente per volontà di Benito Mussolini, a causa delle sue denunce dei brogli elettorali attuati dalla nascente dittatura nelle elezioni del 6 aprile 1924, e delle sue indagini sulla corruzione del governo, in particolare nella vicenda delle tangenti della concessione petrolifera alla Sinclair Oil. Matteotti, nel giorno del suo omicidio (10 giugno) avrebbe dovuto infatti presentare un nuovo discorso alla Camera dei deputati - dopo quello sui brogli del 30 maggio - in cui avrebbe rivelato le sue scoperte riguardanti lo scandalo finanziario coinvolgente anche Arnaldo Mussolini, fratello del duce. Il corpo di Matteotti fu ritrovato circa due mesi dopo.

Noi, questa tranquillità, questa calma laboriosa gliela daremo con l'amore, se è possibile, e con la forza, se sarà necessario.


Che sia stato Mussolini o meno a dare l'ordine cambia poco, Le uccisioni, i pestaggi e le ingiustizie erano i metodi fascisti fatti da fascisti per idee fasciste.


E mi dispiace sul serio deluderti, ma il clima in cui versava l'Italia prima del Fascismo, per essere chiari della Marcia su Roma del 28.10.1922, era di una vera e propria guerra civile, dove l'uso della violenza era generalizzato ed utilizzato da tutti i gruppi politici che si contendevano il potere, anarchici, socialisti, comunisti, fascisti ecc....
Basterebbe studiare un po per scoprire che ho ragione, studiare, magari andare presso gli archivi di Stato e visionare i giornali degli anni 1919, 20, 21 e 22 per sapere di cosa si parla, in alternativa studiare DE FELICE o GIANNINI o altri storici che sul periodo prefascista hanno scritto interi libri.
Dopo la fine della prima guerra mondiale, a cavallo della grande depressione dovuta alla riconversione industriale a alla quasi totale mancanza di un generazione di uomini 600000 uccisi oltre un milione di invalidi, l'Italia, malgrado la guerra l'avesse vinta, si trovava in una situazione economica, sociale e politica molto, molto delicata.
Quindi, si, il fascismo arrivò al potere anche con la violenza, violenza che però era generalizzata ed utilizzata da tutti, i fascisti primeggiarono solo perché, anche se numericamente inferiori, tra le loro file vi erano moltissimi ex militari e molti ARDITI.
Ti do un consiglio, studia, seriamente, prima di scrivere scempiaggini.
Saluti.
Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti.
Eraclito


La bellezza è nell'azione!
Avatar utente
Ringhio
Amministrazione
 
Messaggi: 1430
Iscritto il: 19/11/2009, 19:12

Re: Inaugurazione ufficiale della prima Via Pannella in Italia

Messaggioda Ringhio » 06/09/2018, 13:10

Per tornare a Matteotti, gradirei sapere dove hai trovato quel trafiletto, inoltre, dovresti approfondire le denunce che Matteotti fece in merito alla OIL COMPANY, infine e se vuoi posso anche darti dei riferimenti archivistici, tutti gli osservatori internazionali presenti durante le elezioni dei presunti brogli, concordarono che, seppur in un clima di forte tensione e in presenza di episodi poco chiari, le elezioni in Italia si svolsero nel rispetto delle leggi e sostanzialmente senza grandi scossoni, formalmente e materialmente furono REGOLARI e non per bocca dei fascisti, ma degli osservatori neutrali.
Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti.
Eraclito


La bellezza è nell'azione!
Avatar utente
Ringhio
Amministrazione
 
Messaggi: 1430
Iscritto il: 19/11/2009, 19:12

Re: Inaugurazione ufficiale della prima Via Pannella in Italia

Messaggioda nerorosso » 06/09/2018, 13:41

Giusto per rientrare In Topic, io concordo con heyoka. Ben venga Via Pannella, Via Togliatti, ma anche una Via Mussolini, una Via Lenin, pure una Via Stalin, una Via G. Washington e financo una Via Bombacci.

L'Italia, dopo 80 anni, deve finalmente fare pace con se stessa...

PATRIA O MUERTE!

Avatar utente
nerorosso
Amministrazione
 
Messaggi: 5201
Iscritto il: 23/03/2012, 23:36

Re: Inaugurazione ufficiale della prima Via Pannella in Italia

Messaggioda cuneoman » 06/09/2018, 14:08

Ringhio ha scritto:E mi dispiace sul serio deluderti, ma il clima in cui versava l'Italia prima del Fascismo, per essere chiari della Marcia su Roma del 28.10.1922, era di una vera e propria guerra civile, dove l'uso della violenza era generalizzato ed utilizzato da tutti i gruppi politici che si contendevano il potere, anarchici, socialisti, comunisti, fascisti ecc....
Basterebbe studiare un po per scoprire che ho ragione, studiare, magari andare presso gli archivi di Stato e visionare i giornali degli anni 1919, 20, 21 e 22 per sapere di cosa si parla, in alternativa studiare DE FELICE o GIANNINI o altri storici che sul periodo prefascista hanno scritto interi libri.
Dopo la fine della prima guerra mondiale, a cavallo della grande depressione dovuta alla riconversione industriale a alla quasi totale mancanza di un generazione di uomini 600000 uccisi oltre un milione di invalidi, l'Italia, malgrado la guerra l'avesse vinta, si trovava in una situazione economica, sociale e politica molto, molto delicata.
Quindi, si, il fascismo arrivò al potere anche con la violenza, violenza che però era generalizzata ed utilizzata da tutti, i fascisti primeggiarono solo perché, anche se numericamente inferiori, tra le loro file vi erano moltissimi ex militari e molti ARDITI.
Ti do un consiglio, studia, seriamente, prima di scrivere scempiaggini.
Saluti.

Non vedo cosa c'entra questo con il nostro discorso.
Cmq se è vero che i comunisti italiani si ribellavano dai soprusi dei proprietari terrieri e industriali e che rivendicavano le promesse fatte durante la (grande) guerra, è anche vero che i fascisti sopprimevano le rivolte popolari in cambio di favori e soldi dei primi. Ristabilendo l'ordine è vero, se così possiamo definire il reprimere un popolo con la forza al di fuori della legge.
I fascisti essendo un movimento di estrema destra era ben visto dall'esercito, dagli ex militanti della guerra e da chi aveva paura del comunismo come ora. In breve, erano armati e in certi casi abituati a combattere, a differenza del resto del popolo. Quindi non li metterei tutti sullo stesso piano.
Con la creazione dei fasci di combattimento e con il sovente (non sempre) benestare delle forze dell'ordine dei tempi il fascismo ha negli anni potuto crearsi quel clima di impunità e poi supremazia.

Era una dittatura creata e basata sulla violenza, come lo dimostrano le numerose uccisioni e pestaggi celebri e successivamente il confino e l'auto esilio di chi la pensava diversamente. Alla faccia delle elezioni libere!!

Un esempio proprio del 1924 :
https://it.wikipedia.org/wiki/Ugo_Rindi
Avatar utente
cuneoman
politico
 
Messaggi: 1324
Iscritto il: 07/03/2018, 19:51

Re: Inaugurazione ufficiale della prima Via Pannella in Italia

Messaggioda cuneoman » 06/09/2018, 14:15

infuriato ha scritto:Giusto per rientrare In Topic, io concordo con heyoka. Ben venga Via Pannella, Via Togliatti, ma anche una Via Mussolini, una Via Lenin, pure una Via Stalin, una Via G. Washington e financo una Via Bombacci.

L'Italia, dopo 80 anni, deve finalmente fare pace con se stessa...

Però dedicare un nome ad una via o ad una piazza dovrebbe essere un onore. Estremizzio molto, vorreste una Via Pacciani, Via Riina, Via Milosevic...
Avatar utente
cuneoman
politico
 
Messaggi: 1324
Iscritto il: 07/03/2018, 19:51

Re: Inaugurazione ufficiale della prima Via Pannella in Italia

Messaggioda cuneoman » 06/09/2018, 14:21

Ringhio ha scritto:Quindi, si, il fascismo arrivò al potere anche con la violenza, violenza che però era generalizzata ed utilizzata da tutti, i fascisti primeggiarono solo perché, anche se numericamente inferiori, tra le loro file vi erano moltissimi ex militari e molti ARDITI.

Primeggiarono anche se inferiori di numero e meno armati dell'esercito monarca solo perchè il Re glielo concesse, parlo della marcia su Roma. E tra l'altro Mussolini era vicino al confine svizzero in quei giorni.

Sia la Chiesa che la Monarchia hanno preferito il fascismo al comunismo e pensavano che in quel clima di anarchia fosse il minore dei mali. Specifico, per il loro status quo sopratutto, non per l'Italia
Avatar utente
cuneoman
politico
 
Messaggi: 1324
Iscritto il: 07/03/2018, 19:51

Re: Inaugurazione ufficiale della prima Via Pannella in Italia

Messaggioda Ringhio » 06/09/2018, 14:50

cuneoman ha scritto:
Ringhio ha scritto:E mi dispiace sul serio deluderti, ma il clima in cui versava l'Italia prima del Fascismo, per essere chiari della Marcia su Roma del 28.10.1922, era di una vera e propria guerra civile, dove l'uso della violenza era generalizzato ed utilizzato da tutti i gruppi politici che si contendevano il potere, anarchici, socialisti, comunisti, fascisti ecc....
Basterebbe studiare un po per scoprire che ho ragione, studiare, magari andare presso gli archivi di Stato e visionare i giornali degli anni 1919, 20, 21 e 22 per sapere di cosa si parla, in alternativa studiare DE FELICE o GIANNINI o altri storici che sul periodo prefascista hanno scritto interi libri.
Dopo la fine della prima guerra mondiale, a cavallo della grande depressione dovuta alla riconversione industriale a alla quasi totale mancanza di un generazione di uomini 600000 uccisi oltre un milione di invalidi, l'Italia, malgrado la guerra l'avesse vinta, si trovava in una situazione economica, sociale e politica molto, molto delicata.
Quindi, si, il fascismo arrivò al potere anche con la violenza, violenza che però era generalizzata ed utilizzata da tutti, i fascisti primeggiarono solo perché, anche se numericamente inferiori, tra le loro file vi erano moltissimi ex militari e molti ARDITI.
Ti do un consiglio, studia, seriamente, prima di scrivere scempiaggini.
Saluti.

Non vedo cosa c'entra questo con il nostro discorso.
Cmq se è vero che i comunisti italiani si ribellavano dai soprusi dei proprietari terrieri e industriali e che rivendicavano le promesse fatte durante la (grande) guerra, è anche vero che i fascisti sopprimevano le rivolte popolari in cambio di favori e soldi dei primi. Ristabilendo l'ordine è vero, se così possiamo definire il reprimere un popolo con la forza al di fuori della legge.
I fascisti essendo un movimento di estrema destra era ben visto dall'esercito, dagli ex militanti della guerra e da chi aveva paura del comunismo come ora. In breve, erano armati e in certi casi abituati a combattere, a differenza del resto del popolo. Quindi non li metterei tutti sullo stesso piano.
Con la creazione dei fasci di combattimento e con il sovente (non sempre) benestare delle forze dell'ordine dei tempi il fascismo ha negli anni potuto crearsi quel clima di impunità e poi supremazia.

Era una dittatura creata e basata sulla violenza, come lo dimostrano le numerose uccisioni e pestaggi celebri e successivamente il confino e l'auto esilio di chi la pensava diversamente. Alla faccia delle elezioni libere!!

Un esempio proprio del 1924 :
https://it.wikipedia.org/wiki/Ugo_Rindi


Mamma mia quante inesattezze, la prima, il Fascismo era un movimento di estrema destra, ma chi ti ha raccontato sta cazzata, Wikipedia???
I comunisti italiani si ribellavano a cosa?????


Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti.
Eraclito


La bellezza è nell'azione!
Avatar utente
Ringhio
Amministrazione
 
Messaggi: 1430
Iscritto il: 19/11/2009, 19:12

Re: Inaugurazione ufficiale della prima Via Pannella in Italia

Messaggioda Ringhio » 06/09/2018, 14:55

cuneoman ha scritto:
Ringhio ha scritto:Quindi, si, il fascismo arrivò al potere anche con la violenza, violenza che però era generalizzata ed utilizzata da tutti, i fascisti primeggiarono solo perché, anche se numericamente inferiori, tra le loro file vi erano moltissimi ex militari e molti ARDITI.

Primeggiarono anche se inferiori di numero e meno armati dell'esercito monarca solo perchè il Re glielo concesse, parlo della marcia su Roma. E tra l'altro Mussolini era vicino al confine svizzero in quei giorni.

Sia la Chiesa che la Monarchia hanno preferito il fascismo al comunismo e pensavano che in quel clima di anarchia fosse il minore dei mali. Specifico, per il loro status quo sopratutto, non per l'Italia

Vero, tranne il fatto che Mussolini fosse a Milano.
Vedi che le fazioni che si scontravano erano altre, agrari, comunisti, socialisti, anarchici tutti utilizzavano la violenza, vedi di ficcartelo in testa.
Inoltre, ti ripeto il clima era di profonda instabilità, eravamo sull'orlo della guerra civile, quindi, scelsero tra i mali, quello che all'epoca sembrò il minore, dopo tre Governi in pochi mesi, avevamo bisogno di stabilità.
Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti.
Eraclito


La bellezza è nell'azione!
Avatar utente
Ringhio
Amministrazione
 
Messaggi: 1430
Iscritto il: 19/11/2009, 19:12

Re: Inaugurazione ufficiale della prima Via Pannella in Italia

Messaggioda cuneoman » 06/09/2018, 15:56

Ringhio ha scritto:Mamma mia quante inesattezze, la prima, il Fascismo era un movimento di estrema destra, ma chi ti ha raccontato sta cazzata, Wikipedia???
I comunisti italiani si ribellavano a cosa?????



Siamo noi a dare delle categorie alla politica.
Estrema destra perchè agevolavano le imprese e usavano la forza, Anche ora i partiti di ispirazione Nazista e Fascista sono definiti di estrema destra, anche per molto meno!!

Le idee del comunismo.
I lavori erano sotto pagati e le ore altissime. Non c'era sicurezza sul lavoro e nell'agricoltura vi erano ancora grandi e ricchi proprietari terrieri che vivevano sul lavoro altrui. Giusto o sbagliato, i poveri si ribellavano. Stiamo parlando di un periodo storico dove c'era fame, disoccupazione ed i reduci di guerra al ritorno avevano perso tutto, anche la salute fisica o psichica.
Ringhio ha scritto:Vero, tranne il fatto che Mussolini fosse a Milano.
Vedi che le fazioni che si scontravano erano altre, agrari, comunisti, socialisti, anarchici tutti utilizzavano la violenza, vedi di ficcartelo in testa.
Inoltre, ti ripeto il clima era di profonda instabilità, eravamo sull'orlo della guerra civile, quindi, scelsero tra i mali, quello che all'epoca sembrò il minore, dopo tre Governi in pochi mesi, avevamo bisogno di stabilità.


Possiamo avere idee diverse, ma possiamo esprimerle anche più civilmente.

Se Mussolini non era a Milano dov'era? A Roma in prima fila?
Siamo d'accordo almeno che Matteotti sia stato ucciso da fascisti per le idee espresse contro il fascismo e quindi il fascismo ne è il responsabile?
E' vero che c'era instabilità e anarchia, ma la forza e la sistematicità era molto, molto più predominante nel fascismo. Alcune reazioni estreme di altre idee politiche erano dovute anche a questo, oltre ai citati moti rivoluzionari e a uno scarso controllo da parte delle forze dell'ordine. Ovviamente questo cambiava da regione e regione e da città e città, l'Italia era allo sbando.
Mi riferisco in particolare ai fasci da combattimento che non possono certo essere paragonati a piccoli gruppi di persone autonome e scarsamente armate. E alle rappresaglie degli stessi in caso di reazione
Avatar utente
cuneoman
politico
 
Messaggi: 1324
Iscritto il: 07/03/2018, 19:51

Re: Inaugurazione ufficiale della prima Via Pannella in Italia

Messaggioda Ringhio » 10/09/2018, 12:18

cuneoman ha scritto:
Ringhio ha scritto:Mamma mia quante inesattezze, la prima, il Fascismo era un movimento di estrema destra, ma chi ti ha raccontato sta cazzata, Wikipedia???
I comunisti italiani si ribellavano a cosa?????



Siamo noi a dare delle categorie alla politica.
Estrema destra perchè agevolavano le imprese e usavano la forza, Anche ora i partiti di ispirazione Nazista e Fascista sono definiti di estrema destra, anche per molto meno!!

Le idee del comunismo.
I lavori erano sotto pagati e le ore altissime. Non c'era sicurezza sul lavoro e nell'agricoltura vi erano ancora grandi e ricchi proprietari terrieri che vivevano sul lavoro altrui. Giusto o sbagliato, i poveri si ribellavano. Stiamo parlando di un periodo storico dove c'era fame, disoccupazione ed i reduci di guerra al ritorno avevano perso tutto, anche la salute fisica o psichica.
Ringhio ha scritto:Vero, tranne il fatto che Mussolini fosse a Milano.
Vedi che le fazioni che si scontravano erano altre, agrari, comunisti, socialisti, anarchici tutti utilizzavano la violenza, vedi di ficcartelo in testa.
Inoltre, ti ripeto il clima era di profonda instabilità, eravamo sull'orlo della guerra civile, quindi, scelsero tra i mali, quello che all'epoca sembrò il minore, dopo tre Governi in pochi mesi, avevamo bisogno di stabilità.


Possiamo avere idee diverse, ma possiamo esprimerle anche più civilmente.

Se Mussolini non era a Milano dov'era? A Roma in prima fila?
Siamo d'accordo almeno che Matteotti sia stato ucciso da fascisti per le idee espresse contro il fascismo e quindi il fascismo ne è il responsabile?
E' vero che c'era instabilità e anarchia, ma la forza e la sistematicità era molto, molto più predominante nel fascismo. Alcune reazioni estreme di altre idee politiche erano dovute anche a questo, oltre ai citati moti rivoluzionari e a uno scarso controllo da parte delle forze dell'ordine. Ovviamente questo cambiava da regione e regione e da città e città, l'Italia era allo sbando.
Mi riferisco in particolare ai fasci da combattimento che non possono certo essere paragonati a piccoli gruppi di persone autonome e scarsamente armate. E alle rappresaglie degli stessi in caso di reazione



Il fascismo fu un movimento di sinistra, per essere precisi di sinistra nazionalista, la collocazione a destra arrivò postuma e solo nel primo dopoguerra e più per necessita di geometria politica spicciola, per evitare per esempio, che comunisti e neo fascisti del MSI fossero nell'emiciclo vicini.
Esiste e se vuoi la produco, ma la trovi anche in rete, una lettera firmata da Togliatti e altre decine di dirigenti del PCI, nel 1936, dove i latori apostrofano i Fascisti definendoli i COMPAGNI in camicia nera.
Hai un po le idee confuse sulle radici politiche, il pippotto autoreferenziale sulla teoria che agevolassero le imprese è sul serio un tantinello patetico, dovresti studiare la legislazione sociale del regime, la socializzazione dell'economia, la Carta del Lavoro, ecc...... prima di azzardare questo tipo di affermazioni.
Per la collocazione spaziale del futuro Duce, mi sono espresso male, volevo farti notare che Mussolini non era nei pressi del confine della svizzera, almeno non più vicino ad esso di altre decine di milioni di italiani che vivevano ad oltre 100 Km dalla confederazione Elvetica.
SE si trovava a Milano, presso la sede del quotidiano il popolo d'Italia che aveva fondato e che dirigeva, sta storia del Duce pronto a fuggire è un'altra porcata della vulgata resistenziale.
No, non siamo d'accordo neanche su Matteotti, nella peggiore delle ipotesi Dumini & C. hanno interpretato motu proprio le parole di Mussolini, nella migliore il fascismo non ci azzecca una fava e fu ucciso per altri motivi, hai approfondito la traccia OIL COMPANY????
Come già scritto, sta cosa che l'uso della violenza sia stata una prerogativa dei fasci da combattimento è una falsità, te lo ripeto, se i fascisti avevano una caratteristica nell'uso della violenza che li rendeva più efficaci era la provenienza di molti militanti. Come già scritto vi erano molti ex arditi tra le file fasciste, ma vi erano ex arditi anche nelle file dei comunisti, venivano chiamati gli arditi del popolo.
Infine e scusami, tolta un po di ironia e una dose di goliardia, non mi sembra che il confronto abbia una qualità così scadente.

Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti.
Eraclito


La bellezza è nell'azione!
Avatar utente
Ringhio
Amministrazione
 
Messaggi: 1430
Iscritto il: 19/11/2009, 19:12

PrecedenteProssimo

Torna a Storia & Politica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 158 ospiti