Che cos'è il PCI in Italia nel 2018?

Discussioni legate alla Politica e alla Storia del XX secolo

Re: Che cos'è il PCI in Italia nel 2018?

Messaggioda Kostantino » 10/04/2018, 0:20

liberi pensieri ha scritto:
Kostantino ha scritto:Rizzo che é fermo al secolo breve e Fusaro, un turbofallito che dice il turbonulla con tanti turboneologismi pseudoturbomarxiani.


Io ammiro la coerenza e forse quello che manca ai comunisti che infarciscono la loro lotta solo con le pregiudiziali.
Rizzo, correggetemi se sbaglio, è diciamo "staliniano" un comunismo anticapitalista ortodosso.
I troskisty non li ho mai tollerati perchè non bisogna mai rinnegare il proprio passato, infatti sono sotto l'occhio di tutti quello che fanno i centri sociali.
Su Fusaro, che non prendo per oro colato, mi piace la sua ricerca al dialogo che già avveniva negli anni 90 con Cacciari.
Ricordiamoci di valle Giulia unico esempio d'unità generazionale

Revisionismo mai! Lo dice uno che ha la falce e il martello nell'immagine del profilo, cosciente del passato delle proprie idee. Ma flessibilità è la base. Rizzo predica un comunismo anticapilasta ortodosso... ma idealista. Dimmi tu cosa c'è di materialista, e quindi marxista, nell'affermare teoria e pratica di uno stato diverso dal nostro, in un epoca diversa dalla nostra, in condizioni materiali diverse da quelle attuali, in un contesto di classe diverso dal nostro... qui.

Il comunismo ortodosso non è comunismo, è rigido, è inflessibile, non è materialista, è profondamente idealista. E l'idealismo è pura astrazione. Coerente nell'astrazione? Va bene, ma non andrà lontano, a meno che non convinca una massa critica tale da rovesciare i rapporti di forza e fare la rivoluzione. Narrando il vangelo secondo Stalin, se me lo permetti, non credo che ci riuscirà facilmente.
Non è la coscienza degli uomini che determina la loro vita, ma le condizioni della loro vita che ne determinano la coscienza. (Karl Marx)
Avatar utente
Kostantino
politico
 
Messaggi: 1696
Iscritto il: 07/04/2016, 0:08
Località: Napoli

Re: Che cos'è il PCI in Italia nel 2018?

Messaggioda liberi pensieri » 10/04/2018, 17:20

Io non sostengo Rizzo ma nel panorama della sinistra radicale penso che sia il migliore e sicuramente opposto dal programma di potere al popolo.
Poi non è che con una falce e martello si diventi anti capitalisti basta pensare cosa ha fatto Bertinotti con Rifondazione Comunista.
L'utopia è bella e non bisogna impedire all'uomo di sognare
“La libertà di pensiero è più forte della tracotanza del potere.”
Avatar utente
liberi pensieri
politico
 
Messaggi: 282
Iscritto il: 15/03/2012, 10:50

Re: Che cos'è il PCI in Italia nel 2018?

Messaggioda Kostantino » 10/04/2018, 20:22

L'utopia non esiste.
Non è la coscienza degli uomini che determina la loro vita, ma le condizioni della loro vita che ne determinano la coscienza. (Karl Marx)
Avatar utente
Kostantino
politico
 
Messaggi: 1696
Iscritto il: 07/04/2016, 0:08
Località: Napoli

Re: Che cos'è il PCI in Italia nel 2018?

Messaggioda infuriato » 10/04/2018, 22:49

Kostantino ha scritto:
liberi pensieri ha scritto:
Kostantino ha scritto:Rizzo che é fermo al secolo breve e Fusaro, un turbofallito che dice il turbonulla con tanti turboneologismi pseudoturbomarxiani.


Io ammiro la coerenza e forse quello che manca ai comunisti che infarciscono la loro lotta solo con le pregiudiziali.
Rizzo, correggetemi se sbaglio, è diciamo "staliniano" un comunismo anticapitalista ortodosso.
I troskisty non li ho mai tollerati perchè non bisogna mai rinnegare il proprio passato, infatti sono sotto l'occhio di tutti quello che fanno i centri sociali.
Su Fusaro, che non prendo per oro colato, mi piace la sua ricerca al dialogo che già avveniva negli anni 90 con Cacciari.
Ricordiamoci di valle Giulia unico esempio d'unità generazionale

Revisionismo mai! Lo dice uno che ha la falce e il martello nell'immagine del profilo, cosciente del passato delle proprie idee. Ma flessibilità è la base. Rizzo predica un comunismo anticapilasta ortodosso... ma idealista. Dimmi tu cosa c'è di materialista, e quindi marxista, nell'affermare teoria e pratica di uno stato diverso dal nostro, in un epoca diversa dalla nostra, in condizioni materiali diverse da quelle attuali, in un contesto di classe diverso dal nostro... qui.

Il comunismo ortodosso non è comunismo, è rigido, è inflessibile, non è materialista, è profondamente idealista. E l'idealismo è pura astrazione. Coerente nell'astrazione? Va bene, ma non andrà lontano, a meno che non convinca una massa critica tale da rovesciare i rapporti di forza e fare la rivoluzione. Narrando il vangelo secondo Stalin, se me lo permetti, non credo che ci riuscirà facilmente.


Su questo d'accordo, con l'ortodossia non si va molto lontano, anche se, guardandola da un punto di vista "sentimentale" ha il suo fascino. Vi è da dire che anche col sentimento non è che si vada più lontano che con l'ortodossia…
Una menzogna, ripetuta all'infinito, diventa verità...

Meditate su queste parole gente, meditate...
infuriato
Amministrazione
 
Messaggi: 4982
Iscritto il: 23/03/2012, 23:36

Re: Che cos'è il PCI in Italia nel 2018?

Messaggioda liberi pensieri » 11/04/2018, 4:51

Il voto ho si da con il cuore (idealismo) oppure con la pancia (e si vota di solito il meno peggio).
Io ho sempre votato con il cuore anche perchè me ne sono sempre fregato delle percentuali, tanto poi a Roma fanno quello che vogliono loro.
La politica è compromesso ? forse ma anche grande confronto d'idee con la propria base.
Allora se dobbiamo scervellarci su queste cose sono meglio sicuramente le associazioni culturali e di volontariato.
Mi ricordo uno slogan che si usava negli anni 90. Il popolo non vota lotta !!!!!
Ecco oggi tutti a parlare di voti ma in piazza non ci va nessuno
“La libertà di pensiero è più forte della tracotanza del potere.”
Avatar utente
liberi pensieri
politico
 
Messaggi: 282
Iscritto il: 15/03/2012, 10:50

Re: Che cos'è il PCI in Italia nel 2018?

Messaggioda heyoka » 11/04/2018, 10:47

liberi pensieri ha scritto:Il voto ho si da con il cuore (idealismo) oppure con la pancia (e si vota di solito il meno peggio).
Io ho sempre votato con il cuore anche perchè me ne sono sempre fregato delle percentuali, tanto poi a Roma fanno quello che vogliono loro.
La politica è compromesso ? forse ma anche grande confronto d'idee con la propria base.
Allora se dobbiamo scervellarci su queste cose sono meglio sicuramente le associazioni culturali e di volontariato.
Mi ricordo uno slogan che si usava negli anni 90. Il popolo non vota lotta !!!!!
Ecco oggi tutti a parlare di voti ma in piazza non ci va nessuno


Sono 500 anni che in Svizzera si vota su tutto e non credo si vada MAI in piazza a lottare!
E sono 500 anni che gli Svizzeri non fanno guerre, non hanno mai avuto colonie e pur non avendo sbocchi sul mare, giacimenti petroliferi, auriferi, ferrosi, carboniferi e via discorrendo hanno la classe operaia con i migliori diritti di tutto il mondo.
E gli operai svizzeri non hanno mai sentito la necessità di votare per un partito Comunista come non hanno mai avuto la necessità di chiedere un fascismo.
Ecco allora che io guardo più volentieri all' esempio che mi viene dalla Svizzera piuttosto che da altri.
TOSCANA e TRIVENETO LIBERI e SOVRANI!
Avatar utente
heyoka
politico
 
Messaggi: 6966
Iscritto il: 22/11/2011, 14:51

Re: Che cos'è il PCI in Italia nel 2018?

Messaggioda MrWhite » 28/05/2018, 18:00

heyoka ha scritto:
liberi pensieri ha scritto:Il voto ho si da con il cuore (idealismo) oppure con la pancia (e si vota di solito il meno peggio).
Io ho sempre votato con il cuore anche perchè me ne sono sempre fregato delle percentuali, tanto poi a Roma fanno quello che vogliono loro.
La politica è compromesso ? forse ma anche grande confronto d'idee con la propria base.
Allora se dobbiamo scervellarci su queste cose sono meglio sicuramente le associazioni culturali e di volontariato.
Mi ricordo uno slogan che si usava negli anni 90. Il popolo non vota lotta !!!!!
Ecco oggi tutti a parlare di voti ma in piazza non ci va nessuno


Sono 500 anni che in Svizzera si vota su tutto e non credo si vada MAI in piazza a lottare!
E sono 500 anni che gli Svizzeri non fanno guerre, non hanno mai avuto colonie e pur non avendo sbocchi sul mare, giacimenti petroliferi, auriferi, ferrosi, carboniferi e via discorrendo hanno la classe operaia con i migliori diritti di tutto il mondo.
E gli operai svizzeri non hanno mai sentito la necessità di votare per un partito Comunista come non hanno mai avuto la necessità di chiedere un fascismo.
Ecco allora che io guardo più volentieri all' esempio che mi viene dalla Svizzera piuttosto che da altri.


Pensa un pò che in Italia invece, le regioni e province, al posto di dargli un pò di ascolto in più, dove raramente qualche persona con un po di ingegno c'è e non va avanti solamente perchè la politica italiana è corrotta, vogliono proprio abolirle ahahahah.
In Italia, non si può andare avanti finche qualcuno arrivi li sopra e mette in ordine un pò tutto. Qualcuno intendo un gruppo serio di ragazzi, con testa e voglia, e soprattutto forza di combattere la "mafia" politica italiana.
“Chi viene eletto principe col favore popolare deve conservare il popolo come amico.” Niccolò Machiavelli
Avatar utente
MrWhite
aspirante politico
aspirante politico
 
Messaggi: 30
Iscritto il: 28/05/2018, 17:04

Re: Che cos'è il PCI in Italia nel 2018?

Messaggioda Kostantino » 30/05/2018, 12:25

MrWhite ha scritto:
heyoka ha scritto:
liberi pensieri ha scritto:Il voto ho si da con il cuore (idealismo) oppure con la pancia (e si vota di solito il meno peggio).
Io ho sempre votato con il cuore anche perchè me ne sono sempre fregato delle percentuali, tanto poi a Roma fanno quello che vogliono loro.
La politica è compromesso ? forse ma anche grande confronto d'idee con la propria base.
Allora se dobbiamo scervellarci su queste cose sono meglio sicuramente le associazioni culturali e di volontariato.
Mi ricordo uno slogan che si usava negli anni 90. Il popolo non vota lotta !!!!!
Ecco oggi tutti a parlare di voti ma in piazza non ci va nessuno


Sono 500 anni che in Svizzera si vota su tutto e non credo si vada MAI in piazza a lottare!
E sono 500 anni che gli Svizzeri non fanno guerre, non hanno mai avuto colonie e pur non avendo sbocchi sul mare, giacimenti petroliferi, auriferi, ferrosi, carboniferi e via discorrendo hanno la classe operaia con i migliori diritti di tutto il mondo.
E gli operai svizzeri non hanno mai sentito la necessità di votare per un partito Comunista come non hanno mai avuto la necessità di chiedere un fascismo.
Ecco allora che io guardo più volentieri all' esempio che mi viene dalla Svizzera piuttosto che da altri.


Pensa un pò che in Italia invece, le regioni e province, al posto di dargli un pò di ascolto in più, dove raramente qualche persona con un po di ingegno c'è e non va avanti solamente perchè la politica italiana è corrotta, vogliono proprio abolirle ahahahah.
In Italia, non si può andare avanti finche qualcuno arrivi li sopra e mette in ordine un pò tutto. Qualcuno intendo un gruppo serio di ragazzi, con testa e voglia, e soprattutto forza di combattere la "mafia" politica italiana.

5 stelle? giico
Non è la coscienza degli uomini che determina la loro vita, ma le condizioni della loro vita che ne determinano la coscienza. (Karl Marx)
Avatar utente
Kostantino
politico
 
Messaggi: 1696
Iscritto il: 07/04/2016, 0:08
Località: Napoli

Re: Che cos'è il PCI in Italia nel 2018?

Messaggioda MrWhite » 30/05/2018, 19:48

Kostantino ha scritto:5 stelle? giico


No no si sbaglia. Nessun partito per me ha le idee chiare di cosa fare ora, esistono solamente i "meno peggio". Io non simpatizzo nessun partito.
“Chi viene eletto principe col favore popolare deve conservare il popolo come amico.” Niccolò Machiavelli
Avatar utente
MrWhite
aspirante politico
aspirante politico
 
Messaggi: 30
Iscritto il: 28/05/2018, 17:04

Re: Che cos'è il PCI in Italia nel 2018?

Messaggioda Kostantino » 07/06/2018, 1:46

MrWhite ha scritto:
Kostantino ha scritto:5 stelle? giico


No no si sbaglia. Nessun partito per me ha le idee chiare di cosa fare ora, esistono solamente i "meno peggio". Io non simpatizzo nessun partito.

Allora vive di utopie?
Non è la coscienza degli uomini che determina la loro vita, ma le condizioni della loro vita che ne determinano la coscienza. (Karl Marx)
Avatar utente
Kostantino
politico
 
Messaggi: 1696
Iscritto il: 07/04/2016, 0:08
Località: Napoli

Re: Che cos'è il PCI in Italia nel 2018?

Messaggioda gasiot » 07/06/2018, 6:26

l'utopia è sognare l'impossibile , quindi è umano che ci sia per quelli che hanno un cervello in proprietà non troppo condizionato dagli interessi dei media
questo però mica impedisce di essere pragmatici e muoversi nella realtà che ci circonda occhietto
Un intellettuale è un individuo che dice una cosa semplice in modo difficile; un artista è un individuo che dice una cosa difficile in modo semplice.
Avatar utente
gasiot
politico
 
Messaggi: 2192
Iscritto il: 17/10/2009, 21:46

Precedente

Torna a Storia & Politica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti
cron