Il razzismo, non solo politico, pure stupido, di Di Maio.

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni
Regole del forum Forum Politico è nato per confrontarsi nel rispetto reciproco. Sei pregato di pubblicare in questo spazio solo attenendoti a questo.

Il razzismo, non solo politico, pure stupido, di Di Maio.

Messaggioda sabinosarno1 » 20/04/2018, 6:58

Ho ascoltato le dichiarazioni rese dal piccolo nuovo Robespierre di casa nostra, l' ho sentito propinare le più assurde tesi politiche, con assunti quanto meno stravaganti, logiche conseguenziali di quelle che "ma che cazzo sta dicendo", conclusioni da trionfo dell' assurdo. Non bastasse, il tutto sempre condito da un atteggiamento di supponenza, di disprezzo per chi a lui non disposto, di presunzione irritante, e per la "storia" del suo ora soltanto divenuto partito, prima monologo da comico, e anche, per l' essere, lui, Di Maio!, che non può sedersi a tavolo con chiunque... tanto più, o meno, con un Berlusconi!
I "discorsi" del Capo 5S dovrebbero essere liquidati con una sonorissima pernacchia, non occorrendo di più per qualificarne la natura assolutamente stramba, surreale, e invece... invece no!
Giornalisti dei Giornaloni, conduttori televisivi che si atteggiano a fini osservatori politici, si esibiscono in disquisizioni, elucubrazioni, tutte impegnate a dimostrare la finezza politica: "ha detto, ma ha voluto dire che..." "ha lasciato aperto uno spiraglio..." "e insomma, ha fatto il massimo!" (permettendo a FI e FdI di guardarlo, ma da lontano). Piace, a questi Lorsignori, soprattutto godere della verve antiberlusconiana del Soggetto, che gli procura il nullaosta per ogni offesa, per ogni villania, per ogni volgarissima forma di razzismo, politica ed umana. Questi, più miserabili del caso di studio Di maio.
sabinosarno1
politico
 
Messaggi: 8003
Iscritto il: 28/01/2010, 15:06

Re: Il razzismo, non solo politico, pure stupido, di Di Maio.

Messaggioda Carletto » 20/04/2018, 11:05

sabinosarno1 ha scritto:Ho ascoltato le dichiarazioni rese dal piccolo nuovo Robespierre di casa nostra, l' ho sentito propinare le più assurde tesi politiche, con assunti quanto meno stravaganti, logiche conseguenziali di quelle che "ma che cazzo sta dicendo", conclusioni da trionfo dell' assurdo. Non bastasse, il tutto sempre condito da un atteggiamento di supponenza, di disprezzo per chi a lui non disposto, di presunzione irritante, e per la "storia" del suo ora soltanto divenuto partito, prima monologo da comico, e anche, per l' essere, lui, Di Maio!, che non può sedersi a tavolo con chiunque... tanto più, o meno, con un Berlusconi!
I "discorsi" del Capo 5S dovrebbero essere liquidati con una sonorissima pernacchia, non occorrendo di più per qualificarne la natura assolutamente stramba, surreale, e invece... invece no!
Giornalisti dei Giornaloni, conduttori televisivi che si atteggiano a fini osservatori politici, si esibiscono in disquisizioni, elucubrazioni, tutte impegnate a dimostrare la finezza politica: "ha detto, ma ha voluto dire che..." "ha lasciato aperto uno spiraglio..." "e insomma, ha fatto il massimo!" (permettendo a FI e FdI di guardarlo, ma da lontano). Piace, a questi Lorsignori, soprattutto godere della verve antiberlusconiana del Soggetto, che gli procura il nullaosta per ogni offesa, per ogni villania, per ogni volgarissima forma di razzismo, politica ed umana. Questi, più miserabili del caso di studio Di maio.

E invece io mi chiedo il perche' Di Maio abbia un così abbondante seguito.....Ai tempi del mio liceo un ragazzotto arrogante,supponente e insignificante come lui al massimo avrebbe potuto fare il portatore sano di colazioni per gli altri.Accettato solo se avesse saputo tradurre dal latino e dal greco bene,traduzioni rigorosamente da passare agli altri meno dotati nelle lingue antiche.Tutto perfettino,sempre sorridente anche se gli fosse morto il nonno il giorno prima ,incarna il figlio perfetto di ogni mamma italiana....vestito da becchino in libera uscita,incravattato e senza mai una piega, capello corto,senza tatuaggi,baffi e onor del mento,non ha braccialettini ne' catenine strane,tra l'altro neppure orecchini o piercing osceni,o almeno non sono visibili,non dice parolacce e non manda invettive....insomma non è sanguigno....sembra un uccellino implume che aspetta il cibo dalla madre.Fa tenerezza e spande a piene mani credibilita' infantile.
Insomma piace....
Se a tutta questa supposta credibilita'( e affidabilita') aggiungi le promesse che sparge a destra e manca,il gioco sembra fatto.
Qua mi convinco sempre piu' che oggi conta l'immagine rispetto alla concretezza....l'etereo rispetto al reale...e mi chiedo sempre piu' spesso,chi ,o meglio, cosa siano gli italiani...
Ma se penso a chi o cosa siano o meglio cosa siano diventati gli italiani mi viene da piangere...
Piu' faccio queste riflessioni e piu' mi rendo conto che il detto "Mondo,questa valle di lacrime" rappresenti veramente la realta'.....dando sempre piu' corpo alla frase pronunciata da dell'Utri:
La realtà è un'allucinazione provocata dall'assenza di alcol
chap
La realtà è un'allucinazione provocata dall'assenza di alcol
Se sono felice in vita lo saro' anche dopo
Avatar utente
Carletto
politico
 
Messaggi: 6148
Iscritto il: 25/02/2013, 13:18

Re: Il razzismo, non solo politico, pure stupido, di Di Maio.

Messaggioda Sayonlytruth » 20/04/2018, 16:59

Lo so che io parlo spesso delle mie Teorie. ma una di queste darebbe una risposta a Carletto.
Ogni nazione e' bilanciata ma a suo modo con i "difetti" che ven gono bilanciate dalle "qualita".
Un Paese come la Svizzera ha probabilmengte un 5o% di difetti bilanciati da un 50% di virtu'. Ovvero e' un paese bilanciato ma MEDIOC RE.
Francia , Germanua, USa hanno varie percentuali, Certamente piu' difetti della Svizzera ma bilanciati da un maggior numero e PESO di qualita', come dimostrato dalla loro storia antica e recente. Ma andiamo all' Italia, Paese limite dove io vedo un 80% di difetti (mafie, corruzione, ignoranza, cattiveria politica, slealta' bilanciata pero' da un 20% di virtu' ECCELSE (grandi personaggi della storia, cultura, dell' inventiva, dell' arte ma anche comuni cittadini che per sopravvivere nella giungla italiana DEVONO avere grandi virtu). Siamo il Paese piu' sbilanciato al mondo, Ve ,lo dice uno che conosce e ha lavorato in 110 Paesi lavorando molto spesso con i loro governi. Mi ricorda la fine dell' Impero Roman o di quello Incas: a un numero ristretto di Romani autentici corrispondeva una moltitudine di Gleba di bassissime virtu. La MASSA in Italia puo' dare risultati sorprendenti e generalmente ostili al progresso del Paese. Il Paese e' salvato e riscattato da una minoranza (spesso disprezzata, accusata, imprigionata, mandata in esilio, svilita) che hanno qualita', lavoranio duro e riescono a resistere a queste forze distruttive. Un esempio? Non il solito SB, ma ad esempio Marchionne visto come un Diavolo in Italia e come un genio negli USA.
Avatar utente
Sayonlytruth
politico
 
Messaggi: 14039
Iscritto il: 27/02/2013, 22:32


Torna a Politica Italiana

Chi c’è in linea