I cinque libri che mi porterei in un' isola deserta.

Tutto quello che non riguarda la politica.
Avatar utente
nerorosso
Senatore
Connesso: Sì
Messaggi: 3476
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34
Ha Assegnato: 934 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1048 Mi Piace

Re: I cinque libri che mi porterei in un' isola deserta.

Messaggio da leggere da nerorosso »

heyoka ha scritto: ↑9 mar 2021, 15:38 Sto leggendo un libricino molto interessante.
LA SOCIETÀ SENZA DOLORE.
di Byung Chul Han.
Sottotitolo:
Perché abbiamo bandito la sofferenza
dalle nostre vite.

Volevo sentire se qualcuno di voi ha letto questo autore.
No, però già il titolo mi pare interessante e mi ricorda un articolo letto pochi giorni fa, che trattava credo lo stesso "problema"…


PATRIA O MUERTE!!!

(Fidel Castro)
Avatar utente
giaguaro
Consigliere
Connesso: Sì
Messaggi: 600
Iscritto il: 9 giu 2019, 10:49
Ha Assegnato: 719 Mi Piace
Ha Ricevuto: 257 Mi Piace

Re: I cinque libri che mi porterei in un' isola deserta.

Messaggio da leggere da giaguaro »

Caro Heyoka, se mi fai avere il tuo indirizzo ti faccio pervenire anche una copia dei 2 romanzi che ho scritto io .... così, quando, la notte, non riescirai a prendere sonno, puoi dedicarti alla lettura di qualche pagina di quei romanzi e vedrai che la cosa si risolverà in pochi attimi!


Non posso insegnare niente a nessuno, posso solo cercare di farli riflettere - SOCRATE
Avatar utente
heyoka
Senatore
Connesso: No
Messaggi: 5982
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 2123 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1135 Mi Piace

Re: I cinque libri che mi porterei in un' isola deserta.

Messaggio da leggere da heyoka »

Se vuoi Giaguaro, posso mandarti in privato il mio n. Watsapp.
Qualche giorno fa, ti avevo mandato un messaggio privato.


La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
heyoka
Senatore
Connesso: No
Messaggi: 5982
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Ha Assegnato: 2123 Mi Piace
Ha Ricevuto: 1135 Mi Piace

Re: I cinque libri che mi porterei in un' isola deserta.

Messaggio da leggere da heyoka »

Per Toro Seduto:
Tu devi subito comperarti il primo: dentro c'è un elegante, e per certi versi riluttante, demonio, c'è Pilato con Gesù, il tutto in una Mosca magica, che esprime sempre nuove emozioni, tutte le volte che riprendi a sfogliarlo...
Grazie Holubice, per il consiglio.
Andrò a prenotare in Biblioteca il libro suggerito.
La figura di Pilato mi incuriosisce.


La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
Benx
Candidato Politico
Connesso: No
Messaggi: 181
Iscritto il: 30 giu 2021, 14:33
Ha Assegnato: 18 Mi Piace
Ha Ricevuto: 66 Mi Piace

Re: I cinque libri che mi porterei in un' isola deserta.

Messaggio da leggere da Benx »

1 - I due volumi del catalogo specializzato Sassone dei francobolli d'Italia e dei paesi italiani.
2 - Stanley Gibbons Commonwealth & British Empire stamps catalogue
3 - Stanley Gibbons stamps of the world of six catalogues.
4 - Unificato i tre volumi di storia postale italiana.

Credo di avere superato i 5 libri ma le opere filateliche devono essere complete.

Visto che mi dovrò trattenere per sicurezza porterei 2 stecche di sigari toscani diversi tipi, una ventina e più di buste di tabacchi da pipa una cassa di brandy, .... dopodiché spero che giungano i soccorsi, ........devo tornare a casa per innaffiare l'orto.

Ps. dimenticavo, ..almeno tre pipe, una dritta, una semicurva, una curva.


Avatar utente
Holubice
Senatore
Connesso: No
Messaggi: 1585
Iscritto il: 9 apr 2020, 14:11
Ha Assegnato: 1 Mi Piace
Ha Ricevuto: 386 Mi Piace

Re: I cinque libri che mi porterei in un' isola deserta.

Messaggio da leggere da Holubice »

heyoka ha scritto: ↑3 lug 2021, 21:24
Per Toro Seduto:
Tu devi subito comperarti il primo: dentro c'è un elegante, e per certi versi riluttante, demonio, c'è Pilato con Gesù, il tutto in una Mosca magica, che esprime sempre nuove emozioni, tutte le volte che riprendi a sfogliarlo...
Grazie Holubice, per il consiglio.
Andrò a prenotare in Biblioteca il libro suggerito.
La figura di Pilato mi incuriosisce.
"Il Maestro e Margherita" è un libro fantastico. In tutti i sensi, sia per l'ampia immaginazione dello scrittore, sia per il risultato finale dell'opera. Tieni conto che Bulgakov lo scrisse nel pieno delle purghe staliniane, arrivando persino a scrivere una lettera di chiarimenti allo stesso Stalin. Il libro girò in tutta l'Unione Sovietica comunista per mezzo secolo, sotto forma di stampe clandestine, divenne liberamente acquistabile solo alla caduta del regime. Dovresti un minimo documentarti circa la 'genesi' dell'opera, in modo da comprendere a pieno le situazioni descritte, e del perché vengono decritti in modo così dettagliato i papaveri della Nomenklatura sovietica.

"Siddharta" è forse l'opera più spirituale di Hesse, in un libretto di poche pagine riesce a descrivere il cerchio della vita di ogni uomo che calpesta, e calpesterà, questa Terra.

"Cento anni di Solitudine" non ha bisogno di presentazioni. Solo di uno schemino. Prenditi un foglio dove puoi appuntarti tutti i discendenti di Aureliano Buendia, il capostipite del magico paesino di Macondo, in cui la magia diventa più concreta della realtà.

"Viaggio al Termine della Notte", una biografia mascherata della vita di Celine, è una vivisezione tanto cinica, quanto perfetta, dell'essere umano. Si intuisce che l'autore è una gran carogna, ma che proprio per questo è abilissimo nel descrive tutte le altre carogne che gli è stato dato in sorte di incrociare. Nessuno potrebbe essere più efficace. Va letto d'un fiato.

Dell'ultimo libro ora non si vede più l'immagine, non mi ricordo più che cosa avevo messo. Tutti e quattro i libri me li sono riletti a distanza di decenni dall'ultima lettura. Perché meritavano di essere rigustati.

Smiling


"Ricordatevi sempre che nel nostro Parlamento siedono i nostri rappresentanti. E che ci rappresentano benissimo"
(Indro Montanelli)
Rispondi