Perle di Saggezza

Tutto quello che non riguarda la politica.
Avatar utente
grazia
Consigliere
Messaggi: 697
Iscritto il: 10 giu 2019, 7:53
1
Has thanked: 48 times
Ti Piace: 84 times

Re: Perle di Saggezza

Messaggio da leggere da grazia »

“Dico al mio avversario: io combatto la tua idea che è contraria alla mia,
ma sono pronto a battermi al prezzo della mia vita perché tu la tua idea
la possa esprimere sempre liberamente.”


Sandro Pertini
Avatar utente
heyoka
Senatore
Messaggi: 4691
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
1
Has thanked: 1472 times
Ti Piace: 662 times

Re: Perle di Saggezza

Messaggio da leggere da heyoka »

grazia ha scritto: 26 gen 2021, 8:37 “Dico al mio avversario: io combatto la tua idea che è contraria alla mia,
ma sono pronto a battermi al prezzo della mia vita perché tu la tua idea
la possa esprimere sempre liberamente.”


Sandro Pertini
Sandro Pertini?????
Un partigiano sanguinario come Lui??????
Forse ha avuto modo di leggerla questa perla ( una perla con tanti spigoli oltretutto), di certo non l' ha partorita Pertini.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
grazia
Consigliere
Messaggi: 697
Iscritto il: 10 giu 2019, 7:53
1
Has thanked: 48 times
Ti Piace: 84 times

Re: Perle di Saggezza

Messaggio da leggere da grazia »

Alessandro Pertini



Nato a Stella (Savona) il 25 settembre 1896, presidente della Repubblica italiana dal 9 luglio 1978 al 23 giugno 1985, Medaglia d'Oro al Valor Militare. Laureato in giurisprudenza e in scienze politiche e sociali. Dopo la prima guerra mondiale, alla quale ha partecipato, ha intrapreso la professione forense. Iscritto al Partito socialista fin dal 1918, dopo una prima condanna ad otto mesi di carcere per la sua attività antifascista, Sandro (con questo nome gli italiani lo hanno conosciuto ed amato), è condannato nel 1926 a cinque anni di confino. Si sottrae alla cattura e si rifugia prima a Milano e poi in Francia, dove ottiene asilo politico. Ma pure nel paese che lo ospita e dove lavora anche da muratore, subisce due processi per la sua attività politica. Tornato in Italia nel 1929, Pertini viene arrestato e il Tribunale speciale per la difesa dello Stato lo condanna a 11 anni di reclusione. Ne sconta sette e poi viene assegnato per otto anni al confino: ha rifiutato di chiedere la grazia, anche quando la domanda è stata firmata dalla madre.

)

Tornato libero nell’agosto del 1943, entra nel primo Esecutivo del Partito socialista italiano. La libertà per Pertini dura poco: catturato dalle SS viene condannato a morte e incarcerato nell’attesa dell’esecuzione. Evade dal carcere con Giuseppe Saragat e raggiunge Milano. Qui - siamo nel 1944 - assume la carica di segretario del Partito socialista nei territori occupati dai tedeschi e dirige, in rappresentanza dei socialisti, la lotta partigiana.

Conclusa la lotta armata, per cui è stato insignito di Medaglia d’Oro al Valor Militare, Pertini si dedica al giornalismo e alla vita politica. Direttore dell’"Avanti!" dal 1945 al 1946, del quotidiano genovese "Il Lavoro" nel 1947, di nuovo direttore dell’"Avanti!" dal 1950 al 1952: questi i tempi della sua attività giornalistica. Le date principali dell’attività più strettamente politica di Sandro Pertini nell’Italia liberata sono: 1945, segretario del Partito socialista italiano di unità proletaria e deputato all’Assemblea costituente; 1948 senatore; deputato eletto nel 1953, 1958, 1963, 1968, 1972, 1976; vice Presidente della Camera dei deputati nel 1963; presidente della stessa Assemblea nel 1968 e nel 1972.



Sandro Pertini fu eletto Presidente della Repubblica il 9 luglio 1978, con 832 voti su 995, al sedicesimo scrutinio. Fu quella la più larga maggioranza mai registrata in simili occasioni.
Avatar utente
grazia
Consigliere
Messaggi: 697
Iscritto il: 10 giu 2019, 7:53
1
Has thanked: 48 times
Ti Piace: 84 times

Re: Perle di Saggezza

Messaggio da leggere da grazia »

“È meglio la peggiore delle democrazie della migliore di tutte le dittature.”

Alessandro Pertini
Avatar utente
Ovidio
Senatore
Messaggi: 2093
Iscritto il: 25 set 2020, 17:08
Has thanked: 199 times
Ti Piace: 389 times

Re: Perle di Saggezza

Messaggio da leggere da Ovidio »

grazia ha scritto: 26 gen 2021, 10:41 “È meglio la peggiore delle democrazie della migliore di tutte le dittature.”

Alessandro Pertini
non direi!
Tenere sempre a mente la „regola d‘oro“
Avatar utente
grazia
Consigliere
Messaggi: 697
Iscritto il: 10 giu 2019, 7:53
1
Has thanked: 48 times
Ti Piace: 84 times

Re: Perle di Saggezza

Messaggio da leggere da grazia »

""che ’ntender no la può chi no la prova:""

Dante Alighieri
Avatar utente
heyoka
Senatore
Messaggi: 4691
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
1
Has thanked: 1472 times
Ti Piace: 662 times

Re: Perle di Saggezza

Messaggio da leggere da heyoka »

grazia ha scritto: 26 gen 2021, 10:41 “È meglio la peggiore delle democrazie della migliore di tutte le dittature.”

Alessandro Pertini
E' meglio la migliore delle Dittature che la Peggiore! ( Benito Mussolini SOCIALISTA)
A volte nella vita tocca scegliere il meno PEGGIO.
Ed è INDUBBIO, anche ad un dubbioso come me, che la Dittatura fascista è stata di gran lunga meno peggiore della più umana delle dittature Comuniste. Il Fascista Mussolini mise in carcere o al massimo in ferie forzate a Ventotene i suoi avversari politici, come Nenni, ma costoro non li ricambiarono la cortesia, quando toccò a Lui, andare in disgrazia. ( heyoka)
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
heyoka
Senatore
Messaggi: 4691
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
1
Has thanked: 1472 times
Ti Piace: 662 times

Re: Perle di Saggezza

Messaggio da leggere da heyoka »

grazia ha scritto: 26 gen 2021, 10:29 Alessandro Pertini



Nato a Stella (Savona) il 25 settembre 1896, presidente della Repubblica italiana dal 9 luglio 1978 al 23 giugno 1985, Medaglia d'Oro al Valor Militare. Laureato in giurisprudenza e in scienze politiche e sociali. Dopo la prima guerra mondiale, alla quale ha partecipato, ha intrapreso la professione forense. Iscritto al Partito socialista fin dal 1918, dopo una prima condanna ad otto mesi di carcere per la sua attività antifascista, Sandro (con questo nome gli italiani lo hanno conosciuto ed amato), è condannato nel 1926 a cinque anni di confino.
Perchè non ha restituito a Mussolini questo gesto di "pietas?
Si sottrae alla cattura e si rifugia prima a Milano e poi in Francia, dove ottiene asilo politico. Ma pure nel paese che lo ospita e dove lavora anche da muratore, subisce due processi per la sua attività politica. Tornato in Italia nel 1929, Pertini viene arrestato e il Tribunale speciale per la difesa dello Stato lo condanna a 11 anni di reclusione.
ALTRA occasione per Pertini di restituire il gesto di pietas che Mussolini aveva rivolto a Lui. In un regime Comunista, Pertini lo avrebbero fatto fuori, già alla Prima occasione.


Ne sconta sette e poi viene assegnato per otto anni al confino:
E siamo al TERZO gesto di pietas che il FASCISMO ha dimostrato di dare ai suoi nemici.
ha rifiutato di chiedere la grazia, anche quando la domanda è stata firmata dalla madre.

)

Tornato libero nell’agosto del 1943, entra nel primo Esecutivo del Partito socialista italiano. La libertà per Pertini dura poco: catturato dalle SS viene condannato a morte e incarcerato nell’attesa dell’esecuzione. Evade dal carcere con Giuseppe Saragat e raggiunge Milano.
Mai sentito dire che in una DITTATURA Comunista, un condannato a morte, sia riuscito ad evadere dal carcere.

E siamo al QUARTO gesto di pietas, che Pertini ha ricevuto da questo feroce nemico per cui pensa di essersi meritato la medaglia al valore. Se c' è un politico di quegli anni che merita di avere una MEDAGLIA al Valore UMANITARIO, quello è Benito Mussolini.


La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
grazia
Consigliere
Messaggi: 697
Iscritto il: 10 giu 2019, 7:53
1
Has thanked: 48 times
Ti Piace: 84 times

Re: Perle di Saggezza

Messaggio da leggere da grazia »

Vero vero my dear Heyoka, il suo "valore umanitario" lo aveva appreso dal suo "amico" Adolf Hitler....
ma tu c'eri allora e hai potuto rendertene conto !
Avatar utente
heyoka
Senatore
Messaggi: 4691
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
1
Has thanked: 1472 times
Ti Piace: 662 times

Re: Perle di Saggezza

Messaggio da leggere da heyoka »

grazia ha scritto: 26 gen 2021, 16:19 Vero vero my dear Heyoka, il suo "valore umanitario" lo aveva appreso dal suo "amico" Adolf Hitler....
ma tu c'eri allora e hai potuto rendertene conto !
Anche questa non è una verità storica.
È risaputo che Hitler aveva ammirazione per li Statista Mussolini, come ne avevano Churchill, Roosevelt, Stalin e il Mahatma Gandhi.
Mussolini è risaputo che non aveva certo ammirazione per Hitler.
Il destino e i giochi politici internazionali hanno voluto che Hitler e Mussolini diventassero alleati, come Churchill lo diventò di Stalin, Berluska li diventò di Bossi e Renzi lo diventò di Di Maio.
Non facciamo i Trotoni, dai... 🌹
Rimangono I FATTI storici che ti ho appuntato nel precedente post.
Quelli li hai citati tu, io mi sono solo limitato a fare il ten. Colombo dii quella inchiesta su quel periodo storico.
Per scoprire i VERI colpevoli o quanto meno i più DELINQUENTI.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Rispondi