SPIGOLANDO......

Tutto quello che non riguarda la politica.
Avatar utente
grazia
Deputato
Messaggi: 899
Iscritto il: 10 giu 2019, 7:53
2
Has thanked: 51 times
Ti Piace: 98 times

Re: SPIGOLANDO......

Messaggio da leggere da grazia »

""Ricorda tutto quello che hai visto
perché tutto quello che dimentichi
ritorna a volare nel vento"""..........

Canto Navajo


Ricordare per non Dimenticare
Avatar utente
grazia
Deputato
Messaggi: 899
Iscritto il: 10 giu 2019, 7:53
2
Has thanked: 51 times
Ti Piace: 98 times

Re: SPIGOLANDO......

Messaggio da leggere da grazia »

Mare Nostro


Mare nostro che non sei nei cieli e abbracci i confini dell’isola e del mondo
sia benedetto il tuo sale e sia benedetto il tuo fondale
accogli le gremite imbarcazioni senza una strada sopra le tue onde
i pescatori usciti nella notte le loro reti
tra le tue creature che tornano al mattino
con la pesca dei naufraghi salvati

Mare nostro che non sei nei cieli
all’alba sei colore del frumento
al tramonto dell’uva di vendemmia
che abbiamo seminato di annegati più di qualunque età delle tempeste

Mare nostro che non sei nei cieli
tu sei più giusto della terra ferma
pure quando sollevi onde a muraglia
poi le riabbassi a tappeto
custodisci le vite, le visite cadute come foglie sul viale
fai da autunno per loro
da carezza, da abbraccio
da bacio in fronte di padre e di madre prima di partire.

Erri De Luca
Avatar utente
grazia
Deputato
Messaggi: 899
Iscritto il: 10 giu 2019, 7:53
2
Has thanked: 51 times
Ti Piace: 98 times

Re: SPIGOLANDO......

Messaggio da leggere da grazia »

Il più grande ostacolo alla liberazione della mente è la Diffidenza.
La mancanza di Fiducia e di Affidamento, dovuta alla Paura dei rovesci della vita, ci priva della vita stessa e ci avvita su noi stessi.
Credere non è un fatto religioso, è un fatto Esistenziale.
La vera antinomia non è tra Fede ed Ateismo o tra Paura e Coraggio, ma tra Fede e Paura.
Più esiste una meno esiste l’altra.

(elitheo carrani)
Avatar utente
grazia
Deputato
Messaggi: 899
Iscritto il: 10 giu 2019, 7:53
2
Has thanked: 51 times
Ti Piace: 98 times

Re: SPIGOLANDO......

Messaggio da leggere da grazia »

La letteratura educa i sentimenti

di Umberto Galimberti


Dal momento che vent'anni di televisione commerciale hanno
fatto perdere ai nostri ragazzi qualsiasi interesse per la cultura,
e dal momento che il denaro è diventato, soprattutto negli ultimi
anni, il generatore simbolico di tutti i valori, è ovvio che, non
capendo più che cosa è bello, che cosa è buono, che cosa è giusto,
che cosa è sacro, i nostri ragazzi capiscano solo che cosa è utile.
E da questo punto di vista la letteratura è proprio inutile. Anche
se ogni cosa è utile a qualcos'altro, e questo qualcos'altro è utile
a qualcos'altro ancora, per cui se non si approda a qualcosa di inutile,
tutte le catene di utilità diventano insignificanti e prive di senso.

La letteratura serve per educare i nostri sentimenti, che non
abbiamo come dote naturale ma come evento culturale. La natura
infatti ci fornisce gli "impulsi" che hanno come loro espressione
non la parola, ma i gesti. Il bullismo, per esempio, non è un fenomeno
di mancata educazione, ma un vero e proprio arresto psichico di chi
non si è evoluto dall'impulso per pervenire all'emozione.

L'"emozione" è già un evento psichico che segnala la risonanza
emotiva che gli eventi del nostro mondo, e le risposte che noi diamo
a essi, producono in noi. Quando i nostri giovani dicono che al
sabato sera in discoteca si calano una pastiglia di ecstasy per
"emozionarsi", segnalano che per passare dall'impulso all'emozione
hanno bisogno della chimica. E così denunciano che la loro psiche
è apatica e non registra alcuna risonanza emotiva a quanto in
generale avviene intorno a loro. Quanti delitti o spaventosi atti
di crudeltà avvengono senza movente, per la mancanza di una
risonanza emotiva relativa ai propri gesti che i nostri
ragazzi chiamano "noia"?

Dall'emozione si passa al "sentimento", che non è un tratto naturale,
ma culturale. A differenza dell'emozione, il sentimento è un
elemento cognitivo. Kant dice ad esempio che la differenza tra
il bene e il male ognuno la "sente" naturalmente da sé. Le
mamme capiscono i bisogni dei loro neonati, che ancora non
parlano, perché li amano. Gli innamorati capiscono il significato
recondito di ogni gesto dell'altro, perché si amano.

Tutti i popoli hanno imparato i sentimenti attraverso narrazioni
mitiche. Se guardiamo l'Olimpo degli antichi Greci, vediamo che gli
dèi altro non sono che la descrizione delle passioni e dei sentimenti
umani: Zeus il potere, Atena l'intelligenza, Afrodite la sessualità,
Ares l'aggressività, Apollo la bellezza, Dioniso la follia. Senza più dèi,
oggi impariamo a conoscere i sentimenti attraverso la letteratura
che ci insegna cos'è l'amore in tutte le sue varianti, e cosa sono il
dolore, la disperazione, la speranza, la noia, lo spleen, la tragedia,
la gioia. Una volta appresi questi sentimenti, siamo in grado di
conoscere quello che proviamo, e, grazie alla descrizione letteraria,
anche il corso e l'evoluzione del nostro stato d'animo. Questo è molto
importante, perché è angosciante soffrire senza sapere di che cosa,
così come suicidarsi perché l'angoscia non conosce il percorso
dei sentimenti e il loro approdo, che un tempo i miti descrivevano,
e oggi la letteratura descrive.
Avatar utente
grazia
Deputato
Messaggi: 899
Iscritto il: 10 giu 2019, 7:53
2
Has thanked: 51 times
Ti Piace: 98 times

Re: SPIGOLANDO......

Messaggio da leggere da grazia »

Detto Indiano:

Una sera un anziano Capo Cherokee raccontò al nipote la battaglia che avviene dentro di noi.
Gli disse:
"Figlio mio la battaglia è fra due lupi che vivono dentro di noi.
Uno è infelicità, paura, preoccupazione, gelosia, dispiacere, autocommiserazione, rancore, senso di inferiorità.
L'altro è felicità, amore, speranza, serenità, gentilezza, generosità, verità, compassione."
... il piccolo ci pensò su un minuto poi chiese:
"Quale lupo vince?"
L'anziano Cherokee rispose semplicemente:
"Quello a cui dai da mangiare"
Avatar utente
heyoka
Senatore
Messaggi: 5907
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
2
Has thanked: 2017 times
Ti Piace: 1107 times

Re: SPIGOLANDO......

Messaggio da leggere da heyoka »

grazia ha scritto: 22 lug 2021, 16:17 Detto Indiano:

Una sera un anziano Capo Cherokee raccontò al nipote la battaglia che avviene dentro di noi.
Gli disse:
"Figlio mio la battaglia è fra due lupi che vivono dentro di noi.
Uno è infelicità, paura, preoccupazione, gelosia, dispiacere, autocommiserazione, rancore, senso di inferiorità.
L'altro è felicità, amore, speranza, serenità, gentilezza, generosità, verità, compassione."
... il piccolo ci pensò su un minuto poi chiese:
"Quale lupo vince?"
L'anziano Cherokee rispose semplicemente:
"Quello a cui dai da mangiare"
Quotone alla grande saggezza pellerossa.
I lupi della gelosia e soprattutto del rancore sono, secondo me, i più distruttivi.
Gli altri sono certamente buoni, anche se sanno troppo da baci perugina.
Il migliore dei buoni, secondo me, è la consapevolezza condita con un pò di autoironia.
La vita è come un ponte, puoi attraversarla ma non costruirci una casa sopra.
(Proverbio dei Sioux)
Avatar utente
grazia
Deputato
Messaggi: 899
Iscritto il: 10 giu 2019, 7:53
2
Has thanked: 51 times
Ti Piace: 98 times

Re: SPIGOLANDO......

Messaggio da leggere da grazia »

Ma che stile è senza l’educazione e le buone maniere?


Parlare di educazione e buone maniere ai nostri giorni non significa riferirsi necessariamente ad un’etichetta o alla forma come si faceva cinquant’anni fa, quanto piuttosto ad un modo di essere, di rispettare gli altri per rispettare se stessi, di cercare di non fare ad un altro quello che non vorresti fosse fatto a te!

In questo senso si tratta di valori più che mai attuali, anche se a volte facciamo finta di niente perchè viviamo in una società molto più libera di un tempo.

Non possiamo negare però che questa libertà faccia sì che la spontaneità si trasformi spesso e volentieri in maleducazione.

Va bene essere spontanei io dico, ma fino a quando non limiti la libertà e la sensibilità di chi ti sta accanto, non trovi?

Si dice che lo “stile è l’uomo!” e la donna naturalmente.




In questo senso è come dire che lo stile è qualcosa che rappresenta l’uomo, che va di pari passo con lui, che rispecchia non solo il suo aspetto esteriore ma anche il suo comportamento e quindi i suoi pensieri.

Ma senza le buone maniere e l’educazione di che qualità è il tuo stile?


Che stile è se non è fatto oltre che di bellezza apparente anche di amore e attenzione per le sfumature, rifiuto di arroganza e pretenziosità e perchè no anche di riscatto di un pò di tradizione contro gli status symbol moderni?

Tutto questo è per dirti che se pensi che per avere stile sia sufficiente preoccuparsi di come vestirsi e basta, ti stai sbagliando!

Il tuo stile riguarda soprattutto cosa pensi, come ti comporti, come parli, cosa dici e i tuoi abiti non sono altro che una naturale conseguenza di tutto ciò.


Lo stile è lo specchio dei tuoi pensieri, o come diceva Oscar Wilde lo specchio della sostanza…. della TUA sostanza!

Ogni persona può decidere di esprimere la propria personalità come meglio crede e quindi con lo stile che crede. Tuttavia esistono dei principi di base socialmente accettati e compresi da tutti che regolano la nostra comunicazione.

Conoscere questi principi non può che facilitarci la vita per rendere efficaci i messaggi che inviamo e quindi per sentirci accettati e capiti dagli altri. Mi riferisco appunto ai principi della buona educazione, della gentilezza d’animo e del rispetto per gli altri.

Infatti, noi conserviamo un ricordo più o meno piacevole delle persone che incontriamo, principalmente per il loro comportamento e per le emozioni che suscitano in noi e solo di riflesso in base al loro aspetto, anche se parrebbe il contrario.

In questo senso, i tuoi abiti possono essere degli utili facilitatori, ma non possono di certo cambiare la tua essenza. Se sei vestito di tutto punto, ma ti comporti in modo arrogante e maleducato… come tale sarai ricordato!


Monica Neri
Avatar utente
grazia
Deputato
Messaggi: 899
Iscritto il: 10 giu 2019, 7:53
2
Has thanked: 51 times
Ti Piace: 98 times

Re: SPIGOLANDO......

Messaggio da leggere da grazia »

L'EDUCAZIONE

Trilussa

Ce fu na mosca che me se posò
su un pasticcio de gnocchi,
io la cacciai: ma quella,
scocciante più che mai,
fece un giretto ar sole e ritornò………..

Sciò – jè strillavo – sciò !
Che se t’acchiappo, guai !

Se fusse’ na farfalla embè, pazienza,
che armeno, quelle, vanno su le rose:
ma tu che te la fai su certe brutte cose,
è ‘na schifenza…………

La mosca me rispose:

Avrai raggione,
ma la corpa è un pò tua che da principio
nun m’hai saputo dà l’educazzione.
Io trovo giusto che me cacci via
se vsdo su la robba che te piace,
ma nun me spiego che me lasci in pace
quanno me poso su la porcheria……………
Avatar utente
grazia
Deputato
Messaggi: 899
Iscritto il: 10 giu 2019, 7:53
2
Has thanked: 51 times
Ti Piace: 98 times

Re: SPIGOLANDO......

Messaggio da leggere da grazia »

L'Angolino del Sorriso

Una Gallina Libera


Al margine di un campo agricolo una gallina attraversa la strada. DOMANDA: Perché la gallina ha attraversato la strada? Vediamo come gli uomini importanti avrebbero risposto a questa domanda fondamentale...
CARTESIO: per andare dall'altra parte.
PLATONE: per il suo bene. Dall'altra parte c'è la Verità.
ARISTOTELE: è nella natura della gallina attraversare le strade.
KARL MARX: era storicamente inevitabile.
IPPOCRATE: a causa di un eccesso di secrezione del suo pancreas.
CAPITANO KIRK: per andare in un posto dove nessun'altra gallina era mai stata.
MOSE': e Dio discese dal paradiso e disse alla gallina: "Tu devi attraversare la strada". E la gallina attraversò la strada e Dio
vide che ciò era buono.
MARTIN LUTHER KING: ho sognato un mondo in cui tutte le galline sarebbero libere di attraversare la strada senza dover giustificare il loro atto.
RICHARD NIXON: la gallina non ha attraversato la strada, lo ripeto, la gallina non ha MAI attraversato la strada.
MONIKA LEWINSKY: ho le PROVE che la gallina ha attraversato la strada
MACHIAVELLI: il fatto importante è che la gallina abbia attraversato la strada. Chi se ne frega di sapere il perché? Il fine in sé di attraversare la strada giustifica qualunque motivazione.
NEIL ARMSTRONG: questo è un piccolo passo per la gallina ma un grande balzo per i pollai.
SIGMUN FREUD: il fatto che vi preoccupiate del fatto che la gallina abbia attraversato la strada rivela il vostro profondo latente senso di insicurezza sessuale
BILL GATES: abbiamo appena messo a punto il nuovo "Gallina Office 2015", che non si accontenterà soltanto di attraversare le strade, ma coverà anche le uova, classificherà i vostri dossiers importanti, etc...
BUDDA: porre questa domanda rinnega la vostra natura di gallina.
GALILEO: ...eppure attraversa.
DE GAULLE: la gallina ha forse attraversato la strada, ma non ha ancora attraversato l'autostrada! EINSTEIN: il fatto che sia la gallina che attraversa la strada o che sia la strada che si muove sotto la gallina dipende unicamente dal vostro sistema di riferimento!
IL PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI D'AMERICA: il fatto che il pollo abbia potuto attraversare questa strada in tutta impunità malgrado le risoluzioni dell'ONU rappresenta un affronto alla democrazia, alla libertà e alla giustizia. Questo prova indubbiamente che noi avremmo dovuto già bombardare questa strada da molto tempo. Al fine di assicurare la pace in questa regione, e per evitare che i valori che noi difendiamo non siano ancora una volta beffati da questo genere di terrorismo, il governo degli Stati Uniti d'America ha deciso di inviare 17 portaerei, 46 cacciatorpediniere, 154 incrociatori, appoggiati a terra da 243.000 marines e nell'aria da 846 bombardieri missili teleguidati, che avranno il compito, in nome della libertà e della democrazia, di eliminare ogni traccia di vita dei pollai per un raggio di 5000 km. Ciò assicurerà che tutto ciò che assomiglia, da vicino o da lontano, a un pollaio sia ridotto a un mucchio di cenere e non possa più minacciare la nostra nazione con la sua arroganza. Noi abbiamo deciso che poi questo paese sarà generosamente preso in custodia dal nostro governo, che ricostruirà dei pollai seguendo le norme di sicurezza in vigore, con a capo un gallo democraticamente eletto dall'ambasciatore degli Stati Uniti. Per il finanziamento di queste ricostruzioni noi ci accontenteremo del controllo totale della produzione di cereali della regione per 30 anni, disponendo che gli abitanti locali beneficeranno di una tariffa preferenziale su una parte di questa produzione, in cambio della loro totale collaborazione. In questo nuovo paese di giustizia, di pace e di libertà, noi possiamo assicurarvi che mai più un pollo tenterà di attraversare una strada, per la semplice buona ragione che non ci saranno più strade, e che le galline non avranno più le zampe -
Avatar utente
grazia
Deputato
Messaggi: 899
Iscritto il: 10 giu 2019, 7:53
2
Has thanked: 51 times
Ti Piace: 98 times

Re: SPIGOLANDO......

Messaggio da leggere da grazia »

ER PRINCIPIO

Trilussa (Carlo Alberto Salustri)

Un Merlo, che ciaveva la mania
de fa' er tribbuno in mezzo a l'animali,
una matina ruppe li stivali
a le Galline d'una fattoria.

Incominciò a strilla; dice: — Quantunque
voi séte bestie senza inteliggenza,
bisogna ch'io ve formi la coscenza
su un principio politico qualunque:

perché se pô fa' a meno der talento,
ma nun se pô fa' a meno der principio:
solo così s'ariva ar Municipio
e, se viè bene, puro ar Parlamento.

Solo così ciavrete la speranza
d'arzà la voce in segno de protesta
quanno er padrone ve farà l'inchiesta
pe' sentì chi cià l'ovo ne la panza... —

'Sta chiacchierata fece un certo senso;
defatti, da quer giorno, ogni Gallina,
appena se svejava la matina,
diceva fra de sé: — Come la penso?

Che sarò? socialista o clericale?
Sarò repubbricana o indipennente? —
E co' 'st'idea fissata ne la mente
covava l'ova assieme a l'ideale.

Però finì la pace! Incominciorno
le solite questioni de partito,
e l'ovo che j'usciva da quer sito
ciaveva sempre un po' de bile intorno.

Più, su la coccia, c' era l'impressione
der colore politico d'ognuna;
framezzo a tante, solamente a una
je scappò fòra senza convinzione.

— Io — disse — faccio l'ova de giornata,
ma, in quanto a li colori, va cercanno!
O rosso o bianco o nero... finiranno
tutte ne la medesima frittata!
Rispondi