SPIGOLANDO......

Tutto quello che non riguarda la politica.
Avatar utente
heyoka
Messaggi: 2724
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41
Has thanked: 700 times
Ti Piace: 267 times

Re: SPIGOLANDO......

Messaggio da leggere da heyoka »

ma gli errori più grossi sono nelle cose!
Dipende se si è in grado di capire QUALI sono gli errori!
Credo che la miseria, la fame e la disoccupazione, i popoli italici abbiano cominciato a vederla in maniera SPROPORZIONATA rispetto agli altri popoli europei, proprio dopo l' Unità d' italia.
Ma sono certo che questa PARANOIA della unicità della patria italiana è ancora impossibile metterla tra i grossi errori che sono nelle cose.
Non è come nasci, ma come muori, che rivela a quale popolo appartieni.
(Alce Nero)

Avatar utente
grazia
Messaggi: 359
Iscritto il: 10 giu 2019, 7:53
Has thanked: 27 times
Ti Piace: 51 times

Re: SPIGOLANDO......

Messaggio da leggere da grazia »

CE LA SI PUO' FARE...non sempre ma qualche volta si


Un piccolo bruco camminava verso una grande
montagna.
Lungo la strada incontrò una coccinellache gli
chiese: “Dove vai?”.
Il bruco rispose: “Ieri ho fatto un sogno nel
quale mi trovavo sulla cima di una montagna e
da lì potevo vedere tutta la valle. Oggi voglio
realizzare il mio sogno”.
Sorpresa, la coccinella gli disse: “Devi essere pazzo! Tu sei solo un
piccolo bruco. Per te, un sassolino sarà una montagna, una
pozzanghera sarà un mare e ogni cespuglio sarà una barriera
impossibile da oltrepassare”.
Ma il piccolo bruco era già lontano e non la sentì.
Incontrò poi un coniglio: “Dove vai con tanto sforzo?”.
Il piccolo bruco rispose: “Ieri sera ho fatto un sogno, ho sognato di
essere sulla cima della montagna e da lì potevo ammirare tutta la
valle. Mi è piaciuto quello che ho visto e oggi voglio realizzare il mio
sogno”.
Il coniglio si mise a ridere e disse: “Nemmeno io, con le mie grandi
zampe e con i miei grandi salti, affronterei un’impresa così
difficile”.
E, ridendo, rimase a osservare il piccolo bruco mentre procedeva
per la sua strada.
La stessa cosa accadde con la rana, la talpa e il topo. Tutti gli
consigliarono di fermarsi, dicendo: “Non arriverai mai…!”.
Ma il piccolo bruco, determinato e coraggioso, continuò a
camminare. Stremato e senza forze, ad un tratto decise di fermarsi
a riposare. Con un ultimo sforzo si preparò un posto per dormire
quella notte.
“Così mi sentirò meglio” disse il piccolo bruco. Ma morì.
Per giorni, gli animali si avvicinarono a vedere i suoi resti. Lì c’era
l’animale più pazzo del mondo, lì c’era l’ultimo rifugio di un piccolo
bruco morto per aver inseguito un sogno.
All’improvviso, però, quel bocciolo grigiastro si ruppe. Comparvero
due occhioni, due antenne e due bellissime ali dai colori stupendi.
Era una farfalla!
Gli animali restarono senza parole, meravigliati da quella stupenda
creatura che in un istante prese il volo e
raggiunse la cima della montagna.
Il sogno del bruco, diventato farfalla, si era
realizzato. Il sogno per il quale aveva vissuto,
per il quale aveva lottato, era finalmente
diventato realtà.

Avatar utente
grazia
Messaggi: 359
Iscritto il: 10 giu 2019, 7:53
Has thanked: 27 times
Ti Piace: 51 times

Re: SPIGOLANDO......

Messaggio da leggere da grazia »

"Panta Rei"

Tutto scorre diceva Eraclito



" Non si può discendere due volte nel medesimo fiume e non si può toccare due volte una sostanza mortale nel medesimo stato, ma a causa dell’impetuosità e della velocità del mutamento essa si disperde e si raccoglie, viene e va.”

Tutto scorre. Niente rimane così com’è se non per alcuni momenti, per degli istanti che a volte sembrano durare un’eternità. La vita è mutamento, trasformazione, un continuo divenire, evolvere. Il nostro corpo cambia momento per momento, rinnovando le sue cellule e gli organi che da esse sono costituiti.

Perfino chi sta leggendo adesso questo articolo, non appena avrà finito di leggerlo, non sarà più lo stesso in quanto la trasformazione è un processo inarrestabile quanto irreversibile. Perchè, allora, succede che non si riesca a voltare pagina dopo una delusione amorosa o non si riesca a dimenticare uno sgarbo subito? Memoria? Anche, ma, soprattutto, MENTE.

Sempre lei, la mente che mente, colei la quale, nella maggior parte delle persone, riesce a dominare le loro vite sottomettendole ai propri pensieri che, a volte, assumono toni grotteschi fino all’inverosimile. TUTTO SCORRE, come già asseriva Eraclito. Tutto si trasforma. Il problema è che, mentre fuori tutto scorre modificando comportamenti, eventi, persone, situazioni sentimentali quanto lavorative, dentro ogni persona invece e, in particolare, nella mente di ciascuno, tutto sembra rimanere invariato, ciò anche per decenni e, a volte, per tutta la vita.

Ciò è dovuto al fatto che ogni evento, per scorrere oltre che fuori, anche dentro, necessita la corretta elaborazione da parte della persona che lo ha vissuto in maniera diretta. Qualora, come spesso accade, chi vive un determinato accadimento non gli da la corretta interpretazione, continuerà a portarsi dietro il pensiero legato all’evento stesso ma non correttamente elaborato, rimanendo legato energeticamente ad esso, un pò come un fantasma resta legato alla dimora in cui abita.

Dopotutto, cosa sono se non fantasmi tenuti in vita da una mente iperattiva e capricciosa, eventi che altrimenti scorrerebbero via senza lasciare traccia nemmeno nei meandri più reconditi della memoria umana?

Se paragonassimo gli eventi ad un fiume che scorre, sicuramente potremmo paragonare la mente col suo processo di pensiero a dei tronchi che sbarrano il corretto scorrere del fiume stesso. La soluzione qual’è? Quella di togliere i tronchi (pensieri) e lasciare che il fiume (vita) torni a scorrere come ha sempre fatto, senza più incontrare ostacoli di sorta.

Nei momenti più difficili, ripetetevi PANTA REI, TUTTO SCORRE. Lasciate che ogni momento porti il proprio messaggio e poi liberate la mente dal suo ricordo, dando spazio al momento successivo senza trattenere mai niente che possa farvi solo da zavorra, impedendovi di andare avanti nel vostro percorso di vita ed evolvere.

V.B.

Avatar utente
grazia
Messaggi: 359
Iscritto il: 10 giu 2019, 7:53
Has thanked: 27 times
Ti Piace: 51 times

Re: SPIGOLANDO......

Messaggio da leggere da grazia »

L'angolino del sorriso

LA TELEFONATA NELLA SAUNA


Diversi uomini ignudi chiacchierano piacevolmente in una sauna, quando all’improvviso un telefonino si mette a suonare… –
Pronto, caro, sono davanti ad un negozio di pellicce, hanno un visone magnifico, a un prezzo incredibile… Che dici, lo compro?
– OK… comprati il tuo visone. –
Oh, grazie amore mio. Ah, sai, passando davanti al concessionario Mercedes ho visto l’ultimo coupe’: interni in pelle, vernice metallizzata… solo 170.000 €. Non voglio abusare della tua gentilezza, ma cosa ne pensi?
– Va bene, OK, OK, comprala! –
Grazie amore mio. A proposito, ti ricordi il nostro ultimo viaggio in costa azzurra? Ricordi la casa sul promontorio, quella con piscina e campo da tennis? E’ in vendita a soli 700 milioni… e’ un vero affare…
– Va bene, compra anche la casa… –
Amore mio…e’ il piu’ bel giorno della mia vita! Tu sei meraviglioso, ti amo! A stasera.
– A stasera, cara.
L’uomo riattacca, sorride soddisfatto, poi alza la mano e, sventolando il telefonino, grida:

– DI CHI E’ QUESTO CELLULARE???

Avatar utente
grazia
Messaggi: 359
Iscritto il: 10 giu 2019, 7:53
Has thanked: 27 times
Ti Piace: 51 times

Re: SPIGOLANDO......

Messaggio da leggere da grazia »

"""Nell'intero corso del tempo, forse a partire dalla fine del Neolitico, sono esistiti al mondo tre tipi di persone: gli Alti, i Medi e i Bassi. Gli obiettivi di questi tre gruppi sono assolutamente inconciliabili fra loro. Lo scopo principale degli Alti è quello di restare al loro posto, quello dei Medi di mettersi al posto degli Alti. Obiettivo dei bassi, sempre che ne abbiano uno (è infatti una caratteristica costante dei Bassi essere troppo disfatti dalla fatica per prendere coscienza, se non occasionalmente, di ciò che esula dalle loro esistenze quotidiane), è invece l'abolizione di tutte le distinzioni e la creazione di una società in cui tutti gli uomini siano uguali fra loro. In tal modo nel corso della storia si ripropone costantemente una lotta sempre uguale a se stessa nelle sue linee essenziali. Per lunghi periodi si ha l'impressione che gli Alti siano saldamente al loro posto, ma prima o poi giunge il momento in cui o smarriscono la fiducia in se stessi, o perdono la capacità di governare, o si verificano entrambe le cose. Sono allora rovesciati dai Medi, che attirano i Bassi dalla loro parte fingendo di lottare per la giustizia e la libertà. Conseguito il loro obiettivo, i Medi ricacciano i Bassi alla loro condizione di servaggio, diventando a loro volta Alti. Ben presto da uno dei due gruppi rimanenti, o da entrambi, ne germina uno......"""E la lotta ricomincia daccapo.....

Emmanuel Goldstein

Ben presto da uno dei due gruppi rimanenti, o da entrambi, ne germina uno nuovo di Medi, e la lotta ricomincia da capo. Dei tre gruppi, soltanto quello dei Bassi non riesce mai a realizzare i propri fini, nemmeno temporaneamente. Sarebbe eccessivo sostenere che nel corso della Storia non ci siano stati miglioramenti materiali di alcun genere.

Perfino in un periodo di decadenza quale quello attuale, l'uomo medio si trova in condizioni materiali migliori rispetto a qualche secolo fa, ma nessun incremento del benessere, nessun addolcimento dei costumi, nessuna riforma o rivoluzione hanno minimamente favorito l'uguaglianza fra gli uomini. Dal punto di vista dei Bassi, ogni mutamento storico ha prodotto solo un cambiamento per quanto riguarda il nome dei loro padroni.

Geoge Orwell da 1984

Avatar utente
grazia
Messaggi: 359
Iscritto il: 10 giu 2019, 7:53
Has thanked: 27 times
Ti Piace: 51 times

Re: SPIGOLANDO......

Messaggio da leggere da grazia »

L'uguaglianza

Fissato ne l’idea de l’uguajanza
un Gallo scrisse all’Aquila: - Compagna,
siccome te ne stai su la montagna
bisogna che abbolimo ‘sta distanza:
perchè nun è nè giusto nè civile
ch’io stia fra la monnezza d’un cortile,
ma sarebbe più commodo e più bello
de vive’ ner medesimo livello. -

L’Aquila je rispose: - Caro mio,
accetto volentieri la proposta:
volemo fa’ amicizzia? So’ disposta:
ma nun pretenne’ che m’abbassi io.
Se te senti la forza necessaria
spalanca l’ale e viettene per aria:
se nun t’abbasta l’anima de fallo
io seguito a fa’ l’Aquila e tu er Gallo.

- Che superbia che cià! Chi sarà mai!
- disse er Gallo seccato de la cosa -
Lei nun se vô abbassà’! Brutt’ambizziosa!
L’ommini, in questo qui, so’ mejo assai.
Conosco, infatti, un nobbile romano
che a casa se dà l’aria d’un sovrano:
ma se je serve la democrazzia
lassa er palazzo e corre all’osteria.

TRILUSSA

Avatar utente
grazia
Messaggi: 359
Iscritto il: 10 giu 2019, 7:53
Has thanked: 27 times
Ti Piace: 51 times

Re: SPIGOLANDO......

Messaggio da leggere da grazia »

IL LUPO E LA GRU

Le favole di Fedro sono spesso delle narrazioni letterarie molto brevi, solitamente in versi, e che hanno lo scopo di lasciare un messaggio di insegnamento morale e istruttivo. Solitamente, i suoi personaggi sono degli animali.

Un giorno a un lupo gli si conficcò un ossicino in gola mentre mangiava la sua preda.

Il gran dolore lo rese remissivo e sottomesso. Egli cominciò a girare per il bosco cercando di adescare qualche animale che gli estraesse quell'osso dalla gola con la lusinga di una ricompensa.

Nessun animale ebbe il coraggio di accettare, tranne una gru che acconsentì, ma solamente dopo che il lupo le ebbe dato delle garanzie previo giuramento.

Infilato il lungo collo nelle fauci dell'animale, la gru rimosse l'osso, e dopo la difficile operazione, chiese il compenso promesso. "Sei un'ingrata - sbottò il lupo - hai potuto levare la testa incolume dalla mia bocca e mi chiedi anche una ricompensa?

Avatar utente
grazia
Messaggi: 359
Iscritto il: 10 giu 2019, 7:53
Has thanked: 27 times
Ti Piace: 51 times

Re: SPIGOLANDO......

Messaggio da leggere da grazia »

IL NERO E IL BIANCO

Amico bianco: quando nasco, sono nero -
quando cresco, sono nero -
quando è caldo, sono nero -
quando è freddo, sono nero -
quando ho paura, sono nero -
quando sono malato, sono nero -
quando muoio, sono nero.

Tu, quando nasci, sei rosa -
quando cresci, sei bianco -
quando è caldo, sei rosso -
quando è freddo, sei viola -
quando hai paura, sei giallo -
quando sei malato, sei verde -
quando muori, sei grigio.
allora, perché continui a chiamare me "uomo di colore"?

anonimo

Avatar utente
grazia
Messaggi: 359
Iscritto il: 10 giu 2019, 7:53
Has thanked: 27 times
Ti Piace: 51 times

Re: SPIGOLANDO......

Messaggio da leggere da grazia »

l'angolino del sorriso


Una volta avevo un gallo, bello, altezzoso e battagliero... un giorno passò un tizio e lo vide: bello! Disse, cosa gli dai a mangià... eh? E io, fiera più del gallo: tutto, carne, pesce, tagliatelle paglia e fieno, frutta fresca...
e quello mi fa: eh, ma che vergogna... con la fame che c'è nel mondo... e se ne andò.
Poi, passò un altro tizio: bello! Disse, cosa mangia... questo gallo...
e io: no, niente... quel che avanza... rifiuti, schifezze...
e quello mi fa: vergogna! Povera bestia, chiamerò la protezione animali...
poi, venne un altro tizio ancora: bello! Eh... ma cosa mangia di buono... eh!?
E io: ah, non lo so, gli dò 5 euro... si compra quello che... zzzzz... gli pare...

Rosaria Esposito

Rispondi