Federalismo. E' una soluzione percorribile ?

Argomentazioni sul federalismo in Italia. E' possibile, come e perche?

Re: Federalismo. E' una soluzione percorribile ?

Messaggioda liberi pensieri » 14/04/2016, 18:28

Le offese a chi crede al valore della Patria le rimando al mittente ma spero che questo argomento venga trattato in base a concetti e non da paranoie.
Comunque io non mi ritengo un "italiota" ma partecipe di una gioventù che non si arrende che crede ancora in certi valori.
L'esasperazione del nazionalismo si chiama sciovinismo, da un generale delle armate napoleoniche, e in certi versi è molto controproducente.
Con tutto il rispetto per le varie opinioni, anche quelle lontane dalla mia visione del mondo, non voglio partecipare alla discussioni in quanto credo che debba essere discussa dai diretti interessati.
Comunque sarò sempre pronto, e spero che non succederà più, a rispondere a chi per ironia o cattiveria provoca il mio sano patriottismo.
“La libertà di pensiero è più forte della tracotanza del potere.”
Avatar utente
liberi pensieri
politico
 
Messaggi: 301
Iscritto il: 15/03/2012, 11:50

Re: Federalismo. E' una soluzione percorribile ?

Messaggioda Valerio » 15/04/2016, 8:24

@liberi pensieri, te lo avevo già chiesto ma non mi hai mai risposto.

Cosa è per te Patria ? La Storia, il Popolo ed il suo Pensiero, il Territorio ?

Ti anticipo: tu mi risponderai "Tutti e tre".

Bene, ecco perché il Federalismo non è un tuo nemico e perché le paranoie sono solo tue.

La Storia - La parte più significativa della Storia di questa espressione geografica detta Italia, si è sviluppata, come importanza, in epoche precedenti all'Unità, riducendo ad un semplice accadimento le guerre di conquista e di annessione che hanno generato l'Italia.

Il Popolo ed il suo Pensiero - Il popolo italiano è sempre esistito e l'unità non ne ha aggiunto alcun valore. In particolare il pensiero umano, artistico e filosofico sono notevolmente più noti in riferimento ad epoche anteriori. Ad un certo punto, una piccola pattuglia di intellettuali ha accarezzato l'idea di riunire territorialmente le genti che parlavano la stessa lingua ed abitavano la penisola. Ma questi intellettuali l'avevano pensata libera da sovrani, stranieri e non: erano repubblicani. E l'Italia non è nata Repubblica, è stata monarchia, impero/dittatura e, per finire, repubblica assoggettata allo straniero vincitore.

Il Territorio - Il territorio italiano ha subito maggiori decurtazioni durante la monarchia, che ha ceduto Nizza, Savoia e Corsica alla Francia, Trentino, Alto Adige e territori irredenti all'Austria e poi durante l'impero/dittatura, con la perdita dell'Istria.

Il Federalismo, invece, rispetta la Storia di ogni Unità Territoriale, salvaguardandola dall'omologazione al Pensiero Unico (come invece avviene con lo sciovinismo di cui hai fatto menzione).
Rispetta il Popolo e lo riconosce Sovrano, col diritto inalienabile di darsi proprie leggi e decidere del proprio futuro.
Non annette con la forza alcun Territorio, lasciando ai suoi occupanti la facoltà di restare autonomo ed indipendente o chiederne l'annessione su basi paritarie con tutte le altre UT.

Non ci vuole molto a capire che questo, il "pensiero nuovo" è il migliore futuro per l'Italia, per il Mediterraneo, per l'Eurasia e l'Africa.

Dove quelli che ho menzionato geograficamente sono e rimangono POPOLI.
Masaniello vive - Sovranità al Cittadino
Avatar utente
Valerio
Moderatore globale
 
Messaggi: 4284
Iscritto il: 03/02/2009, 22:53

Re: Federalismo. E' una soluzione percorribile ?

Messaggioda heyoka » 15/04/2016, 8:27

liberi pensieri ha scritto:Le offese a chi crede al valore della Patria le rimando al mittente ma spero che questo argomento venga trattato in base a concetti e non da paranoie.
Comunque io non mi ritengo un "italiota" ma partecipe di una gioventù che non si arrende che crede ancora in certi valori.
L'esasperazione del nazionalismo si chiama sciovinismo, da un generale delle armate napoleoniche, e in certi versi è molto controproducente.
Con tutto il rispetto per le varie opinioni, anche quelle lontane dalla mia visione del mondo, non voglio partecipare alla discussioni in quanto credo che debba essere discussa dai diretti interessati.
Comunque sarò sempre pronto, e spero che non succederà più, a rispondere a chi per ironia o cattiveria provoca il mio sano patriottismo.


Mi sento chiamato in causa e allora tengo a precisare che nel mio ruolo di HEYOKA l'ironia anche spinta non può mancare.
Io sono per gli sfotto anche spinti piuttosto che x le ipocrite cortesie verbali.
Detto questo i tuoi interventi sono sempre i benvenuti.
Anche se a mio parere molto condizionati da un catechismo piuttosto evidente ad un occhio heyokano. occhietto
TOSCANA e TRIVENETO LIBERI e SOVRANI!
Avatar utente
heyoka
politico
 
Messaggi: 7005
Iscritto il: 22/11/2011, 15:51

Re: Federalismo. E' una soluzione percorribile ?

Messaggioda Valerio » 15/04/2016, 8:37

heyoka ha scritto:Mi sento chiamato in causa e allora tengo a precisare che nel mio ruolo di HEYOKA l'ironia anche spinta non può mancare.
Io sono per gli sfotto anche spinti piuttosto che x le ipocrite cortesie verbali.
Detto questo i tuoi interventi sono sempre i benvenuti.
Anche se a mio parere molto condizionati da un catechismo piuttosto evidente ad un occhio heyokano. occhietto

A questo punto ritengo doveroso un intervento OFF TOPIC.

Gli Heyoka, parola che significa i "contrari", rivestono una importantissima funzione sociale dentro una tribù, ma è un concetto che andrebbe esteso al mondo intero, alla vita stessa, sono anche chiamati pagliacci ma non con un accezione negativa come si penserebbe qui sentendo la parola, perchè sono coloro che entrano a disturbare una cerimonia sacra, sono presenti in tutte le diverse Sundance a Rosebud e cosa che può sembrare divertente all'inizio per chi non è abituato alla simbologia indiana in queste cerimonie, ma che ha invece dei significati molto profondi a livello simbolico si possono paragonare ad esempio alle entità Exù della tradizione della religione sincretistica del Candomblè afro-brasiliana. La funzione di un Heyoka è principalmente quella di essere la parte opposta, la parte che porta equilibrio usando lo squilibrio delle forze presenti nella vita, mettendo alla prova la fede dei danzatori, cercando di distrarli, testando così la loro forza spirituale, possiamo equipararli al nostro materialismo, ad una donna che non ci fa capire più nulla, alle cose che ci circondano che ci distolgono dal Sentiero Rosso, la via giusta.


Ma state tranquilli, il nostro amico non desidera affatto che noi dimostriamo la nostra forza ignorandolo. occhietto
Masaniello vive - Sovranità al Cittadino
Avatar utente
Valerio
Moderatore globale
 
Messaggi: 4284
Iscritto il: 03/02/2009, 22:53

Re: Federalismo. E' una soluzione percorribile ?

Messaggioda liberi pensieri » 15/04/2016, 23:13

Valerio ha scritto:@liberi pensieri, te lo avevo già chiesto ma non mi hai mai risposto.

Cosa è per te Patria ? La Storia, il Popolo ed il suo Pensiero, il Territorio ?

Ti anticipo: tu mi risponderai "Tutti e tre".

Bene, ecco perché il Federalismo non è un tuo nemico e perché le paranoie sono solo tue.

La Storia - La parte più significativa della Storia di questa espressione geografica detta Italia, si è sviluppata, come importanza, in epoche precedenti all'Unità, riducendo ad un semplice accadimento le guerre di conquista e di annessione che hanno generato l'Italia.

Il Popolo ed il suo Pensiero - Il popolo italiano è sempre esistito e l'unità non ne ha aggiunto alcun valore. In particolare il pensiero umano, artistico e filosofico sono notevolmente più noti in riferimento ad epoche anteriori. Ad un certo punto, una piccola pattuglia di intellettuali ha accarezzato l'idea di riunire territorialmente le genti che parlavano la stessa lingua ed abitavano la penisola. Ma questi intellettuali l'avevano pensata libera da sovrani, stranieri e non: erano repubblicani. E l'Italia non è nata Repubblica, è stata monarchia, impero/dittatura e, per finire, repubblica assoggettata allo straniero vincitore.

Il Territorio - Il territorio italiano ha subito maggiori decurtazioni durante la monarchia, che ha ceduto Nizza, Savoia e Corsica alla Francia, Trentino, Alto Adige e territori irredenti all'Austria e poi durante l'impero/dittatura, con la perdita dell'Istria.

Il Federalismo, invece, rispetta la Storia di ogni Unità Territoriale, salvaguardandola dall'omologazione al Pensiero Unico (come invece avviene con lo sciovinismo di cui hai fatto menzione).
Rispetta il Popolo e lo riconosce Sovrano, col diritto inalienabile di darsi proprie leggi e decidere del proprio futuro.
Non annette con la forza alcun Territorio, lasciando ai suoi occupanti la facoltà di restare autonomo ed indipendente o chiederne l'annessione su basi paritarie con tutte le altre UT.

Non ci vuole molto a capire che questo, il "pensiero nuovo" è il migliore futuro per l'Italia, per il Mediterraneo, per l'Eurasia e l'Africa.

Dove quelli che ho menzionato geograficamente sono e rimangono POPOLI.


Caro Valerio in mio concetto di Patria va oltre i termini che hai elencato ma mi rendo conto che questi possono essere ritenuti fondamentali come no. Questioni di visioni del mondo.
La mia non è paranoia perchè se pensi che sia un reducista o un nostalgico ti sbagli di grosso; dico soltanto che nelle discussioni si possono anche evitare nel toccare elementi delicati che in base alla mia storia ritengo parte integrante della mia persona.
Poi non pensare che io sia contro un idea federalista e un autogestione di zone per far si che si possa risparmiare denaro pubblico. Anzi ben venga, per esempio sto lottando per l'accorpamento di tre comuni. Autonomia vuol dire anche autogestione ed è innegabile che in tutte il paese abbiamo zone molto diverse fra di loro.
Quindi ben vengano le discussioni e una soluzione forte e decisa.
Solamente per me un punto fondamentale è che :
1- si riconosca lo stato italiano e una sua istituzione centrale
2- la storia patria assieme a quella delle varie zone deve essere studiata.
3 L'inno è più che una musica e la bandiera non è un pezzo di stoffa
4 rispetto per chi ti rispetta
Poi ribadisco non confondiamo certi valori con il sistema globalizzante.
@ per HEYOKA capisco benissimo l'ironia e le battute ci stanno. Non mi sento offeso anche perchè da militante politico che è sceso più volte in strada ritengo che i problemi sono altri.
Non ti preoccupare quello che mi frulla nel cervello è altro e forse è meglio che m'immerga nelle letture
Un saluto
“La libertà di pensiero è più forte della tracotanza del potere.”
Avatar utente
liberi pensieri
politico
 
Messaggi: 301
Iscritto il: 15/03/2012, 11:50

Re: Federalismo. E' una soluzione percorribile ?

Messaggioda Valerio » 16/04/2016, 8:16

liberi pensieri ha scritto:Caro Valerio in mio concetto di Patria va oltre i termini che hai elencato ma mi rendo conto che questi possono essere ritenuti fondamentali come no. Questioni di visioni del mondo.

Spero, almeno, che tu li abbia letti con un minimo di apertura, per comprendere come il Federalismo non sia contrario al concetto di Patria: semplicemente va oltre.

liberi pensieri ha scritto:Poi non pensare che io sia contro un idea federalista e un autogestione di zone per far si che si possa risparmiare denaro pubblico. Anzi ben venga, per esempio sto lottando per l'accorpamento di tre comuni. Autonomia vuol dire anche autogestione ed è innegabile che in tutte il paese abbiamo zone molto diverse fra di loro.
Quindi ben vengano le discussioni e una soluzione forte e decisa.

Cominci ad accettare, anche se in misura minima, i concetti del Federalismo, massima espressione della libertà e della appartenenza delle popolazioni al territorio.

liberi pensieri ha scritto:Solamente per me un punto fondamentale è che :
1- si riconosca lo stato italiano e una sua istituzione centrale.
Solo nell'attesa della dissoluzione dello stato nazionale e della riaggregazione delle UT.
2- la storia patria assieme a quella delle varie zone deve essere studiata.
In ogni UT si studierà la propria Storia collegata al contesto storico. La cultura non è mai troppa, ma la Storia non deve essere indottrinamento.
3 L'inno è più che una musica e la bandiera non è un pezzo di stoffa.
Sono simboli che nel futuro assetto verranno sostituiti con quelli più attuali.
4 rispetto per chi ti rispetta.
A prescindere, ovviamente.
Poi ribadisco non confondiamo certi valori con il sistema globalizzante.
Se c'è una cosa contraria alla globalizzazione è proprio il Federalismo, che salvaguarda esattamente le identità territoriali, la loro Storia, i loro costumi.
Ed è ferocemente contrario al "Pensiero Unico".

Masaniello vive - Sovranità al Cittadino
Avatar utente
Valerio
Moderatore globale
 
Messaggi: 4284
Iscritto il: 03/02/2009, 22:53

Re: Federalismo. E' una soluzione percorribile ?

Messaggioda heyoka » 16/04/2016, 9:10

Valerio ha scritto:Gli Heyoka, parola che significa i "contrari", rivestono una importantissima funzione sociale dentro una tribù, ma è un concetto che andrebbe esteso al mondo intero, alla vita stessa, sono anche chiamati pagliacci ma non con un accezione negativa come si penserebbe qui sentendo la parola, perchè sono coloro che entrano a disturbare una cerimonia sacra, sono presenti in tutte le diverse Sundance a Rosebud e cosa che può sembrare divertente all'inizio per chi non è abituato alla simbologia indiana in queste cerimonie, ma che ha invece dei significati molto profondi a livello simbolico si possono paragonare ad esempio alle entità Exù della tradizione della religione sincretistica del Candomblè afro-brasiliana. La funzione di un Heyoka è principalmente quella di essere la parte opposta, la parte che porta equilibrio usando lo squilibrio delle forze presenti nella vita, mettendo alla prova la fede dei danzatori, cercando di distrarli, testando così la loro forza spirituale, possiamo equipararli al nostro materialismo, ad una donna che non ci fa capire più nulla, alle cose che ci circondano che ci distolgono dal Sentiero Rosso, la via giusta.


chap occhietto
TOSCANA e TRIVENETO LIBERI e SOVRANI!
Avatar utente
heyoka
politico
 
Messaggi: 7005
Iscritto il: 22/11/2011, 15:51

Re: Federalismo. E' una soluzione percorribile ?

Messaggioda heyoka » 16/04/2016, 9:12

Valerio ha scritto:
liberi pensieri ha scritto:Solamente per me un punto fondamentale è che :
1- si riconosca lo stato italiano e una sua istituzione centrale.
Solo nell'attesa della dissoluzione dello stato nazionale e della riaggregazione delle UT.
2- la storia patria assieme a quella delle varie zone deve essere studiata.
In ogni UT si studierà la propria Storia collegata al contesto storico. La cultura non è mai troppa, ma la Storia non deve essere indottrinamento.
3 L'inno è più che una musica e la bandiera non è un pezzo di stoffa.
Sono simboli che nel futuro assetto verranno sostituiti con quelli più attuali.
4 rispetto per chi ti rispetta.
A prescindere, ovviamente.
Poi ribadisco non confondiamo certi valori con il sistema globalizzante.
Se c'è una cosa contraria alla globalizzazione è proprio il Federalismo, che salvaguarda esattamente le identità territoriali, la loro Storia, i loro costumi.
Ed è ferocemente contrario al "Pensiero Unico".


chap zz
TOSCANA e TRIVENETO LIBERI e SOVRANI!
Avatar utente
heyoka
politico
 
Messaggi: 7005
Iscritto il: 22/11/2011, 15:51

Re: Federalismo. E' una soluzione percorribile ?

Messaggioda Argante » 16/04/2016, 10:07

Ma davvero sperate che il Federalismo parta dall'alto in una entità messa assieme da una dinastia di predoni francesi e un ladro di cavalli?
Studiatela la storia, ma TUTTA, compresi i brogli e gli eccidi anche di civili inermi e poi capirete da dove bisogna partire.
Toscana Libera e Sovrana!
Chi non apprezza la libertà si rassegni a vivere servo - Carlo Cattaneo
Avatar utente
Argante
politico
 
Messaggi: 4834
Iscritto il: 23/09/2012, 21:00

Re: Federalismo. E' una soluzione percorribile ?

Messaggioda liberi pensieri » 16/04/2016, 11:08

Le discussioni servono per confrontarsi e magari anche crescere visto che si possono apprendere cose che non si conoscono.
Non bisogna mai dire no a prescindere ma ragionare e dire la propria, le pregiudiziali le lascerei ad altri.
Voglio porre delle domande che spero che data la mia ignoranza sull'argomento non siano equivocate.
Pensando a stati federali mi vengono in mente i Stati Uniti d'america e la Gran Bretagna.
Ebbene questi due stati pur avendo zone federate, spesso molto diverse fra di loro, sono molto unite nel sentimento nazionale.
Mi spiego, per esempio non c'è statunitense che sia bianco o nero, repubblicano o democratico, nordista o sudista che non sia orgoglioso della bandiera.
E anche nella perfida albione nonostante le differenti regioni l'union jack è sempre in bella mostra.
Allora si va nel giusto, autonomia delle varie zone ma comunque uno stato centrale che vigila.
Dopo discutiamo anche in quale modo.
“La libertà di pensiero è più forte della tracotanza del potere.”
Avatar utente
liberi pensieri
politico
 
Messaggi: 301
Iscritto il: 15/03/2012, 11:50

PrecedenteProssimo

Torna a Federalismo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 91 ospiti