Federalismo. E' una soluzione percorribile ?

Argomentazioni sul federalismo in Italia. E' possibile, come e perche?

Federalismo. E' una soluzione percorribile ?

Messaggioda Valerio » 01/04/2016, 10:20

Ho più volte riscontrato un'illogica contrapposizione fra Autonomisti e Nazionalisti.

Sapete tutti che sono Federalista e, in prima battuta, sarei d'accordo con heyoka, dato che credo fermamente nel Principio di Autodeterminazione dei Popoli.

Ma come ho già scritto in un altro intervento, il Federalismo è pensato per unire e non per dividere. Cerco di darvene una veloce visione.

Il FEDERALISMO si basa, inizialmente, sulla individuazione di Unità Territoriali (gli svizzeri li chiamano Cantoni) basati sulla "omogeneità" di Territorio, Interessi Economici e Tipologia di Amministrazione. Tra i fattori che determinano omogeneità non vengono necessariamente presi in considerazione Cultura, Lingua, Razza e Religione.

Queste Unità Territoriali (U.T.), delle quali non viene stabilità a priori l'estensione (Comune, Provincia, Regione, Area Geografica), godono di piena Autonomia su Legislazione, Istruzione, Sanità,Ordine Pubblico, Gestione della Giustizia, Settore Sociale, Tasse, Lavoro.
Ognuna ha un proprio Parlamento, eletto dai Cittadini, ed un proprio Governo, ed in questo si inizia ad applicare, oltre ad una piena Autonomia, anche il principio della Sussidiarietà (non fare ad un livello superiore quello che può essere fatto ad un livello inferiore).

Come secondo passo si uniscono tutte le Unità Territoriali in una Federazione, alla quale le U.T. aderiranno su base volontaria, adesione che non sarà condizionata dalle dimensioni o dalla sua collocazione geografica. Tale Federazione verrà retta da un Parlamento Federale nel quale tutte le U.T. verranno rappresentate proporzionalmente, e da un Governo Federale eletto da tutti i Cittadini.
Parlamento e Governo Federali, per la Sussidiarietà, gestiranno gli aspetti comuni, non gestiti dalle U.T., come Economia (Moneta e Finanza), Diplomazia, Difesa, Trasporti, Grandi Opere, Energia, Emergenze.

Una parte delle Tasse, prelevate nelle U.T., verrà versata al Governo Federale che le userà per le competenze federali e per compensare gli squilibri economici delle U.T. (solidarietà).

Per il principio della Sussidiarietà, il livello federale si occuperà di necessità comuni a tutte le U.T. che non possono efficacemente essere demandate ad ognuna di esse. Le U.T. dovranno quindi provvedere tutti i servizi locali. Nessuna interferenza fra strutture federali e territoriali, come nessun "doppione" di competenze.
L'unica prevalenza verrà attribuita alla Polizia Federale ed al Tribunale Federale per la gestione dei crimini federali (tipo FBI negli USA).
Il Parlamento Federale si occuperà dei contenziosi fra le Unità Territoriali.

Spero di non avervi annoiato.
Masaniello vive - Sovranità al Cittadino
Avatar utente
Valerio
Moderatore globale
 
Messaggi: 4242
Iscritto il: 03/02/2009, 22:53

Re: Federalismo. E' una soluzione percorribile ?

Messaggioda giampieros » 01/04/2016, 12:19

@ Valerio
No. Non mi hai annoiato per niente. Anzi, ogni tanto si legge qualche post che invece di insultare cerca di ragionare... e questo mi sembra un bene.
Adesso provo a fare le mie osservazioni.
Intanto percè "illogica contrapposizione fra Autonomisti e Nazionalisti?"
Sono due differenti modi di vedere l'Unità dello Stato. Differenti ed inconciliabili: o l'uno o l'altro.
Personalmente sono favorevole (in sequenza) al decentramento, al federalismo, alla confederazione ed infine all'indipendenza: questo quando le popolazioni autoctone dovessero richiederlo.
Ecco, a proposito di federalismo e confederazione, mi pare che tu ti riferisca a quest'ultima. USA e Svizzera nacquero come Confederazioni di Stati sovrani, ciascuno dei quali rinunciava ad un pezzo di sovranità non nell'interesse comune, ma nell'interesse proprio. Ma dato che "l'interesse proprio" era di ciascun Stato aderente alla confederazione, l'interesse proprio diventava interesse comune.
Naturalmente adesso, sia la Svizzera che gli USA hanno preso decisamente le sembianze di "Stato Federale" (anzichè di Confederazione di Stati come fu originariamente), con forte autonomia delle Unità Territoriali.
Quando dici che il federalismo è nato per unire e non per dividere, mi convinco ancora di più che tu stia parlando di "Confederazioni di Stati" ed in particolare, come lo dici espressamente, di USA e Svizzera.
La Germania ad esempio, dopo l'ultima guerra mondiale da Stato fortemente centralista com'era, si è trasformata in Stato Federale.
Poi vi sono Stati formalmente centralisti ma che in realtà concedono tali autonomie ad alcune loro U.T. da potersi considerare Stati Federali. L'esempio più vicino a noi è la Spagna. Se il Triveneto del nostro amico Heyoka avesse la stessa autonomia della Catalogna, immagino che i cittadini farebbero una festa dove il mio amato Cartizze scorrerebbe a fiumi...e dove spero di essere invitato.
Per quel che riguarda il nostro Paese, la mia opinione la rimando a dopo...
Spero anch'io di non avervi annoiato.
giampieros
politico
 
Messaggi: 2097
Iscritto il: 08/06/2011, 13:35

Re: Federalismo. E' una soluzione percorribile ?

Messaggioda onestissimo » 01/04/2016, 12:39

Valerio ha scritto:Ho più volte riscontrato un'illogica contrapposizione fra Autonomisti e Nazionalisti.

Sapete tutti che sono Federalista e, in prima battuta, sarei d'accordo con heyoka, dato che credo fermamente nel Principio di Autodeterminazione dei Popoli.

Ma come ho già scritto in un altro intervento, il Federalismo è pensato per unire e non per dividere. Cerco di darvene una veloce visione.

Il FEDERALISMO si basa, inizialmente, sulla individuazione di Unità Territoriali (gli svizzeri li chiamano Cantoni) basati sulla "omogeneità" di Territorio, Interessi Economici e Tipologia di Amministrazione. Tra i fattori che determinano omogeneità non vengono necessariamente presi in considerazione Cultura, Lingua, Razza e Religione.

Queste Unità Territoriali (U.T.), delle quali non viene stabilità a priori l'estensione (Comune, Provincia, Regione, Area Geografica), godono di piena Autonomia su Legislazione, Istruzione, Sanità,Ordine Pubblico, Gestione della Giustizia, Settore Sociale, Tasse, Lavoro.
Ognuna ha un proprio Parlamento, eletto dai Cittadini, ed un proprio Governo, ed in questo si inizia ad applicare, oltre ad una piena Autonomia, anche il principio della Sussidiarietà (non fare ad un livello superiore quello che può essere fatto ad un livello inferiore).

Come secondo passo si uniscono tutte le Unità Territoriali in una Federazione, alla quale le U.T. aderiranno su base volontaria, adesione che non sarà condizionata dalle dimensioni o dalla sua collocazione geografica. Tale Federazione verrà retta da un Parlamento Federale nel quale tutte le U.T. verranno rappresentate proporzionalmente, e da un Governo Federale eletto da tutti i Cittadini.
Parlamento e Governo Federali, per la Sussidiarietà, gestiranno gli aspetti comuni, non gestiti dalle U.T., come Economia (Moneta e Finanza), Diplomazia, Difesa, Trasporti, Grandi Opere, Energia, Emergenze.

Una parte delle Tasse, prelevate nelle U.T., verrà versata al Governo Federale che le userà per le competenze federali e per compensare gli squilibri economici delle U.T. (solidarietà).

Per il principio della Sussidiarietà, il livello federale si occuperà di necessità comuni a tutte le U.T. che non possono efficacemente essere demandate ad ognuna di esse. Le U.T. dovranno quindi provvedere tutti i servizi locali. Nessuna interferenza fra strutture federali e territoriali, come nessun "doppione" di competenze.
L'unica prevalenza verrà attribuita alla Polizia Federale ed al Tribunale Federale per la gestione dei crimini federali (tipo FBI negli USA).
Il Parlamento Federale si occuperà dei contenziosi fra le Unità Territoriali.

Spero di non avervi annoiato.


Il federalismo ci può essere ma bisogna saperlo fare. Che ci intendete voi per federalismo? Io ci volevo dire tante cose ma sto impedito dall'ernia del disco che ci devo stare in una posizione scomoda.
Er meior, spirito libero e onesto .
onestissimo
politico
 
Messaggi: 2572
Iscritto il: 24/01/2013, 18:38

Re: Federalismo. E' una soluzione percorribile ?

Messaggioda heyoka » 01/04/2016, 12:49

Valerio ha scritto:Ho più volte riscontrato un'illogica contrapposizione fra Autonomisti e Nazionalisti.

Sapete tutti che sono Federalista e, in prima battuta, sarei d'accordo con heyoka, dato che credo fermamente nel Principio di Autodeterminazione dei Popoli.

Ma come ho già scritto in un altro intervento, il Federalismo è pensato per unire e non per dividere. Cerco di darvene una veloce visione.

Il FEDERALISMO si basa, inizialmente, sulla individuazione di Unità Territoriali (gli svizzeri li chiamano Cantoni) basati sulla "omogeneità" di Territorio, Interessi Economici e Tipologia di Amministrazione. Tra i fattori che determinano omogeneità non vengono necessariamente presi in considerazione Cultura, Lingua, Razza e Religione.

Queste Unità Territoriali (U.T.), delle quali non viene stabilità a priori l'estensione (Comune, Provincia, Regione, Area Geografica), godono di piena Autonomia su Legislazione, Istruzione, Sanità,Ordine Pubblico, Gestione della Giustizia, Settore Sociale, Tasse, Lavoro.
Ognuna ha un proprio Parlamento, eletto dai Cittadini, ed un proprio Governo, ed in questo si inizia ad applicare, oltre ad una piena Autonomia, anche il principio della Sussidiarietà (non fare ad un livello superiore quello che può essere fatto ad un livello inferiore).

Come secondo passo si uniscono tutte le Unità Territoriali in una Federazione, alla quale le U.T. aderiranno su base volontaria, adesione che non sarà condizionata dalle dimensioni o dalla sua collocazione geografica. Tale Federazione verrà retta da un Parlamento Federale nel quale tutte le U.T. verranno rappresentate proporzionalmente, e da un Governo Federale eletto da tutti i Cittadini.
Parlamento e Governo Federali, per la Sussidiarietà, gestiranno gli aspetti comuni, non gestiti dalle U.T., come Economia (Moneta e Finanza), Diplomazia, Difesa, Trasporti, Grandi Opere, Energia, Emergenze.

Una parte delle Tasse, prelevate nelle U.T., verrà versata al Governo Federale che le userà per le competenze federali e per compensare gli squilibri economici delle U.T. (solidarietà).

Per il principio della Sussidiarietà, il livello federale si occuperà di necessità comuni a tutte le U.T. che non possono efficacemente essere demandate ad ognuna di esse. Le U.T. dovranno quindi provvedere tutti i servizi locali. Nessuna interferenza fra strutture federali e territoriali, come nessun "doppione" di competenze.
L'unica prevalenza verrà attribuita alla Polizia Federale ed al Tribunale Federale per la gestione dei crimini federali (tipo FBI negli USA).
Il Parlamento Federale si occuperà dei contenziosi fra le Unità Territoriali.

Spero di non avervi annoiato.

ASOLUTUSSIMAMENTE d' accordo, con quanto hai postato.
Posso aggiungere solo che VERO Federalismo è quello che preveda sempre la possibilità di ognuno degli stati Federati di USCIRE dalla Federazione come che la Federazione possa decidere di ESPELLERE.
TOSCANA e TRIVENETO LIBERI e SOVRANI!
Avatar utente
heyoka
politico
 
Messaggi: 7002
Iscritto il: 22/11/2011, 15:51

Re: Federalismo. E' una soluzione percorribile ?

Messaggioda Valerio » 01/04/2016, 13:07

giampieros ha scritto:@ Valerio
No. Non mi hai annoiato per niente. Anzi, ogni tanto si legge qualche post che invece di insultare cerca di ragionare... e questo mi sembra un bene.
Adesso provo a fare le mie osservazioni.
Intanto percè "illogica contrapposizione fra Autonomisti e Nazionalisti?"
Sono due differenti modi di vedere l'Unità dello Stato. Differenti ed inconciliabili: o l'uno o l'altro.

Lo hai detto tu stesso: insanabili, incompatibili ed entrambi lesivi dello Stato. L'Autonomismo è in evidente contrapposizione ma il Nazionalismo ha in sé un concetto di violenza e prevaricazione. Non esiste uno Stato totalmente omogeneo e porzioni diverse hanno visioni diverse dello Stato. Per forza di cose una prevarica le altre. Il Federalismo è un modo equilibrato e liberale di concepire uno Stato non prevaricatore, ma garante delle differenze.

giampieros ha scritto:Personalmente sono favorevole (in sequenza) al decentramento, al federalismo, alla confederazione ed infine all'indipendenza: questo quando le popolazioni autoctone dovessero richiederlo.
Ecco, a proposito di federalismo e confederazione, mi pare che tu ti riferisca a quest'ultima. USA e Svizzera nacquero come Confederazioni di Stati sovrani, ciascuno dei quali rinunciava ad un pezzo di sovranità non nell'interesse comune, ma nell'interesse proprio. Ma dato che "l'interesse proprio" era di ciascun Stato aderente alla confederazione, l'interesse proprio diventava interesse comune.
Naturalmente adesso, sia la Svizzera che gli USA hanno preso decisamente le sembianze di "Stato Federale" (anzichè di Confederazione di Stati come fu originariamente), con forte autonomia delle Unità Territoriali.

La Confederazione di Stati contiene il germe dell'autodistruzione, perché esalta le differenze. Nessuno Stato rinuncerà alla propria sovranità (guarda l'Europa) e si parlerà "esattamente" di cessione di sovranità per il bene comune.
Nello Stato Federale prima nascono le U.T., poi si uniscono per gestire insieme problemi troppo ampi per una singola U.T. Pensa ad un Comune (è una possibile U.T., come accade in Svizzera): te lo vedi ad avere una propria diplomazia ed un proprio esercito ?

giampieros ha scritto:Quando dici che il federalismo è nato per unire e non per dividere, mi convinco ancora di più che tu stia parlando di "Confederazioni di Stati" ed in particolare, come lo dici espressamente, di USA e Svizzera.
La Germania ad esempio, dopo l'ultima guerra mondiale da Stato fortemente centralista com'era, si è trasformata in Stato Federale.
Poi vi sono Stati formalmente centralisti ma che in realtà concedono tali autonomie ad alcune loro U.T. da potersi considerare Stati Federali. L'esempio più vicino a noi è la Spagna. Se il Triveneto del nostro amico Heyoka avesse la stessa autonomia della Catalogna, immagino che i cittadini farebbero una festa dove il mio amato Cartizze scorrerebbe a fiumi...e dove spero di essere invitato.
Per quel che riguarda il nostro Paese, la mia opinione la rimando a dopo...
Spero anch'io di non avervi annoiato.

La Germania non mi appare come una Federazione, ma solo come uno Stato centralista con ampie autonomie ai Land. Ancora meno la Spagna, che rimane monarchia costituzionale, come l'Inghilterra.

Poi condivido la tua passione per il Cartizze zz
Masaniello vive - Sovranità al Cittadino
Avatar utente
Valerio
Moderatore globale
 
Messaggi: 4242
Iscritto il: 03/02/2009, 22:53

Re: Federalismo. E' una soluzione percorribile ?

Messaggioda Valerio » 01/04/2016, 13:15

onestissimo ha scritto:Il federalismo ci può essere ma bisogna saperlo fare. Che ci intendete voi per federalismo? Io ci volevo dire tante cose ma sto impedito dall'ernia del disco che ci devo stare in una posizione scomoda.

Ti sei distratto un attimo, probabilmente l'argomento ti interessa, e ti è caduta la maschera dialettica.

Come hai detto giustamente il problema è realizzare il Federalismo. Per questo si deve partire dall'Autonomia, ovvero dalla DISSOLUZIONE DEGLI STATI CENTRALI.

Non si sentano offesi gli amici nazionalisti: la dissoluzione non riguarda valori, cultura e tradizioni. Ma solo l'assetto amministrativo, e senza passare per la guerra civile.

Si tratta solo di liberarsi dello Stato Centrale e fare i gruppi di popolazioni affini (le UT), organizzarne le leggi e la vita amministrativa ed immediatamente aggregarsi in una Federazione approvandone ed accettandone la Costituzione.

Quanto alla tua ernia del disco non puoi più usarla come scusa, dopo aver parlato seriamente puppa
Masaniello vive - Sovranità al Cittadino
Avatar utente
Valerio
Moderatore globale
 
Messaggi: 4242
Iscritto il: 03/02/2009, 22:53

Re: Federalismo. E' una soluzione percorribile ?

Messaggioda Valerio » 01/04/2016, 13:18

heyoka ha scritto:ASOLUTUSSIMAMENTE d' accordo, con quanto hai postato.
Posso aggiungere solo che VERO Federalismo è quello che preveda sempre la possibilità di ognuno degli stati Federati di USCIRE dalla Federazione come che la Federazione possa decidere di ESPELLERE.

Hai perfettamente ragione, ma volevo essere sintetico: sono tanti i problemi che nascono e non si possono definire tutti i particolari in un primo approccio.
Masaniello vive - Sovranità al Cittadino
Avatar utente
Valerio
Moderatore globale
 
Messaggi: 4242
Iscritto il: 03/02/2009, 22:53

Re: Federalismo. E' una soluzione percorribile ?

Messaggioda Hammer » 01/04/2016, 15:25

Grazie per i posti interessanti. Non sono in grado di parlare del federalismo nel contesto italiano, riguardando cui so poco, ma per come vedo io, nessun'innovazione costituzionale al livello nazionale si puo' realizzato bene, in attesa che l'UE cessera' d'usurpare i poteri dagli Stati europei, conforme alle sue competenze attuali.
Hammer
 

Re: Federalismo. E' una soluzione percorribile ?

Messaggioda giampieros » 01/04/2016, 15:46

Valerio ha scritto:La Germania non mi appare come una Federazione, ma solo come uno Stato centralista con ampie autonomie ai Land. Ancora meno la Spagna, che rimane monarchia costituzionale, come l'Inghilterra.Poi condivido la tua passione per il Cartizze zz


Poi alla fin fine, determinare la differenza fra "Confederazione di Stati"; "Stato Federale"; "Ampie autonomie alle U.T." è più un esercizio di filosofia sociopolitica che non il metro che misura le autonomie locali. In Germania i Land tengono per sè circa il 50% del gettito fiscale che rastrellano con tasse e imposte dai loro contribuenti. Il 50% sarebbe per noi già un risultato entusiasmante. Onestamente non so quanto in Svizzera rimanga ai Cantoni del loro gettito fiscale; così pure non so quanto negli USA rimanga ai singoli Stati.
Sì, è vero che la Spagna non è un Paese federale, mi pare di averlo detto, così come non lo è il Regno Unito. Sono entrambi Paesi centralisti ma Catalogna; Scozia; Paesi Baschi; Galles... hanno un'autonomia che non credo sia inferiore a quella dei Land tedeschi.
giampieros
politico
 
Messaggi: 2097
Iscritto il: 08/06/2011, 13:35

Re: Federalismo. E' una soluzione percorribile ?

Messaggioda Hammer » 01/04/2016, 16:15

giampieros ha scritto:...ma ... Scozia; ... Galles... hanno un'autonomia che non credo sia inferiore a quella dei Land tedeschi.

Non sono esperto negli affari tedeschi, ma quando si tratta di Scozia e Galles, la situazione e' un po' sottile. La sovranita' parlamentario di Westminster non permetterebbe un federalismo come Gli Stati Uniti oppure persino Germania; invece, in sommario, Westminster delega i poteri specifici e i bilanci pubblici . Nel caso di Scozia, questi poteri sono molto ampie. Nonostante, le due paesi non hanno nessun diritto costituzionale a secedere dal Regno Unito, e teoricamente, Westminster potrebbe riprendere tutti questi poteri per mezzo di un voto singolo.
Hammer
 

Prossimo

Torna a Federalismo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 95 ospiti