La canzone di oggi

Forum dedicato alla Musica e a tutte le tematiche a essa collegate.
Si possono inserire anche inviti a eventi, incontri o concerti!

Re: La canzone di oggi

Messaggioda grazia » 23/09/2018, 11:16




(Qualsiasi riferimento a persone e a cose è puramente casuale..)
"Maschi si nasce, Uomini si diventa"
Avatar utente
grazia
politico
 
Messaggi: 2372
Iscritto il: 14/01/2014, 12:50

Re: La canzone di oggi

Messaggioda grazia » 02/11/2018, 1:21



Non ti ricordi quel mese d’Aprile,
quel lungo treno che andava al confine.
Che trasportavano migliaia degli alpini:
sù, sù correte: è l’ora di partir!
Che trasportavano migliaia degli alpini:
sù, sù correte: è l’ora di partir!

Dopo tre giorni di strada ferrata,
ed altri due di lungo cammino,
siamo arrivati sul Monte Canino
e a ciel sereno ci tocca riposar...
siamo arrivati sul Monte Canino
e a ciel sereno ci tocca riposar..

Se avete fame guardate lontano,
se avete sete la tazza alla mano.
Se avete sete la tazza alla mano
che ci rinfresca la neve ci sarà.
Se avete sete la tazza alla mano
che ci rinfresca la neve ci sarà.

Non pù coperte lenzuola pulite.
Non più il sapore dei caldi tuoi baci.
Solo si sentono gli uccelli rapaci,
tra la tormenta e il rombo del cannon.
Solo si sentono gli uccelli rapaci
ma la tormenta e il rombo del cannoni

Alla mattina il tenente fa sveglia
e tutt’a un tratto riunisce i plotoni
e sulle cime degli alti burroni
tutti insieme il fucile si sparò
e sulle cime degli alti burroni
tutti insieme il fucile si sparò

E più di venti li ho visti a morire
e tutti gli altri li ho visti a scappare
e si sentivano tra loro a gridare
"se ci rendiamo, saremo prigionier"
e si sentivano tra loro a gridare
"se ci rendiamo, saremo prigionier"
"Maschi si nasce, Uomini si diventa"
Avatar utente
grazia
politico
 
Messaggi: 2372
Iscritto il: 14/01/2014, 12:50

Re: La canzone di oggi

Messaggioda cuneoman » 02/11/2018, 1:30

Brutta cosa l'insonnia!! :) Ma sei anche tu delle parti di nerorosso? Con un po di neve fuori dalla finestra magari!!
Avatar utente
cuneoman
politico
 
Messaggi: 1324
Iscritto il: 07/03/2018, 19:51

Re: La canzone di oggi

Messaggioda cuneoman » 02/11/2018, 1:35

Hops, Monte Canino e non Monte Camino, pardon!!
Avatar utente
cuneoman
politico
 
Messaggi: 1324
Iscritto il: 07/03/2018, 19:51

Re: La canzone di oggi

Messaggioda grazia » 02/11/2018, 8:31

non sempre ma spesso,non prendo pastiglie per dormire,solo quando proprio
il sonno stenta ad arrivare mi rivolgo al latte caldo e miele e funziona.
Sono "meneghina" ovvero milanese, e dalla mia finestra al posto di una
montagna vedo una scuola e una chiesa........

Buona giornata!
"Maschi si nasce, Uomini si diventa"
Avatar utente
grazia
politico
 
Messaggi: 2372
Iscritto il: 14/01/2014, 12:50

Re: La canzone di oggi

Messaggioda cuneoman » 02/11/2018, 10:36

Mai avuto problema di sonno! E dal mio balcone vedo uno spettacolo di prati con tutta la catena montuosa delle Alpi, oggi con le punte innevate, uno spettacolo!!
Cuneo passa dalle colline delle Langhe alle montagne con i valichi per la Liguria a distese pianeggianti. Stupenda, caratteristica, come molte zone della nostra bella Italia!!

PS Il Monte Camino è vicino a Biella, nel Nord del Piemonte, vicino al Santuario di Oropa, da qui il mio errore! :)
Avatar utente
cuneoman
politico
 
Messaggi: 1324
Iscritto il: 07/03/2018, 19:51

Re: La canzone di oggi

Messaggioda grazia » 04/11/2018, 14:32



II Piave mormorava
calmo a placido al passaggio
dei primi fanti, il ventiquattro maggio:
l’esercito marciava
per raggiunger la frontiera,
per far contro il nemico una barriera…
Muti passaron quella notte i fanti:
tacere bisognava, e andare avanti…
S’udiva, intanto, dalle amate sponde,
sommesso e lieve, il tripudiar dell’ onde.
Era un presagio dolce e lusinghiero.
Il Piave mormorò:
“Non passa te straniero!”

Ma in una notte trista si parlò di tradimento,
e il Piave udiva l’ira a lo sgomento.
Ah, quanta gente ha vista
venir giù, lasciare il tetto
per l’onta consumata a Caporetto…
Profughi.ovunque dai lontani monti
venivano a gremir tutti i suoi ponti…
S’udiva, allor, dalle violate sponde
sommesso e triste il mormorio dell’ onde:
come un singhiozzo, in quell’autunno nero
il Piave mormorò:
“Ritorna lo straniero!”

E ritornò il nemico
per l’orgoglio e per la fame,
volea sfogare tutte le sue brame…
Vedeva il piano aprico,
di lassù, voleva ancora
sfamarsi e tripudiare come allora.
“No! - disse il Piave – No! - dissero i fanti…-
Mai più il nemico faccia un passo avanti…”
Si vide il Piave rigonfiar le sponde,
e come i fanti combattevan le onde…
Rosso del sangue del nemico altero,
il Piave comandò:
“Indietro, va’, straniero!”

Indietreggiò il nemico
fino a Trieste, fino a Trento…
E la Vittoria sciolse le ali al vento!
Fu sacro il patto antico:
tra le schiere furon visti
risorgere Oberdan, Sauro a Battisti…
Infranse, alfin, l’ italico valore
le forche e l’armi dell’ Impiccatore.
Sicure l’Alpi… Libere le sponde…
E tacque il Piave: si placaron le onde
sul patrio suolo, vinti i torvi Imperi,
la Pace non trovò
nè oppressi, nè stranieri!
"Maschi si nasce, Uomini si diventa"
Avatar utente
grazia
politico
 
Messaggi: 2372
Iscritto il: 14/01/2014, 12:50

Precedente

Torna a Musica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: grazia e 214 ospiti